collegamenti in serie e in parallelo

I generatori di corrente (nei nostri esempi le pile) e gli utilizzatori (nei nostri esempi le lampadine) possono essere collegati in serie o in parallelo. La scelta di uno o dell' alto dipende dalle esigenze del circuito che si deve realizzare.

  • Le pile collegate in serie (collegando il polo positivo della prima con il polo negativo della seconda e così di seguito se sono più di due) forniscono una corrente elettrica dove:

    • la tensione è data dalla somma delle tensioni di ogni pila o il prodotto della tensione di una pila per il numero delle pile collegate

    • l' intensità rimane quella di una singola pila

  • Le lampadine collegate in serie (collegando uno dei due fili che alimentano la lampadina con uno dei due di un'altra e così di seguito se sono più di due fino ad ottenere come una collana che presenta le due estremità che saranno alimentate) per essere alimentate correttamente, avranno bisogno di:

    • una tensione pari alla somma della tensione di lavoro di ogni singola lampadina

    • una intensità uguale al fabbisogno di una singola lampadina

    Vt = V1 + V2 + V3 + ...
    It =
    quella di una pila o una lampadina

  • Le pile collegate in parallelo (collegando tutti i poli negativi di ognuna con un conduttore e tutti i poli positivi con un secondo conduttore) forniscono una corrente elettrica (da prelevare sui due conduttori)dove:

    • la tensione è uguale a quella di una sola pila

    • l' intensità si ricava dal prodotto dell'intensità fornita da una pila per il numero delle pile

  • Le lampadine collegate in parallelo (Immaginate di avere i due fili che alimentano la lampadina di colore diverso, uno rosso e l' altro nero, si devono ottenere 2 terminali da alimentare collegando tutti i terminali rossi e tutti quelli neri) per essere alimentate correttamente, avranno bisogno di:

    • una tensione uguale al fabbisogno di una singola lampadina

    • una intensità pari al prodotto dell'intensità necessaria al funzionamento di una lampadina per il numero delle lampadine collegate

    Vt = quella di una pila o una lampadina
    It = I1 + I2 + I3 + ...

 

Di seguito vengono riportati alcuni esempi

   
Collegamento in parallelo di 3 pile da 1, 5 volt che alimentano una lampadina da 1,5 volt
Collegamento in serie di 3 pile da 1, 5 volt che alimentano una lampadina da 4,5 volt
Collegamento in serie  e parallelo di 4 pile da 1, 5 V e 0,25 A
Si  formano prima 2 serie di pile, ognuna composta da 2 pile, poi si collegano in parallelo le 2 serie di pile
Porta il risultato in classe
!

 

Quando vengono collegate in serie più lampadine e una di esse non funziona o si toglie, tutte le lampadine si spengono. Se le lampadine sono collegate in parallelo, togliendo una lampadina le altre rimangono accese

Il collegamento in parallelo è quello maggiormente usato, per esempio gli impianti domestici. Il collegamento in serie veniva utilizzato per le luminarie di feste patronali (la llumnazioun) o per le luci del presepe e dell'albero di Natale

Per quanto riguarda il collegamento dei resistori è tutta un' altra storia.
 

l' energia elettrica

struttura dell' atomo

grandezze elettriche

circuiti elettrici

collegamenti in serie e in parallelo

generatori di corrente elettrica

effetti della corrente elettrica induzione e motori centrali elettriche

pagina iniziale

 

trasporto