gas naturale


Il gas naturale, comunemente detto metano, per l'alto potere calorifico, per la mancanza di tossicità ed impurità, rappresenta un'ottima fonte energetica, ed anche la più pulita tra i combustibili fossili. La sua formazione è simile a quella del petrolio. Come tutti i combustibili fossili, il metano è molto comodo da usare per produrre energia, basta bruciarlo. Presenta molti vantaggi, è relativamente economico e quando brucia non genera fuliggini e fumi .
Rispetto agli altri combustibili fossili produce sostanze meno inquinanti. A differenza degli altri combustibili, il metano non produce biossido di zolfo, assai inquinante. A parità di calore prodotto, il metano produce soltanto anidride carbonica e ossido di azoto, ma in misura molto inferiore rispetto al carbone e al petrolio, con effetti meno dannosi per l'ambiente (effetto serra e piogge acide). Il metano è un gas inodore e incolore, non velenoso ma irrespirabile. Per questo motivo viene addizionato con una sostanza odorizzante che permette la segnalazione di fughe.
Nel nostro sottosuolo vi sono diversi giacimenti di metano, ma non sufficienti per soddisfare i consumi del nostro Paese; così il metano arriva in Italia attraverso tre grandi metanodotti: dall'Algeria (con un metanodotto sottomarino), dall'Olanda e dalla Russia.
 

Trasporto e distribuzione Una volta estratto dai giacimenti, che possono essere sotto la terra ferma o sotto i fondali marini, il metano viene immesso in grandi condutture chiamate (metanodotti) che si diramano in condutture sempre più piccole fino a formare estese reti (reti di distribuzione) spinto inizialmente dalla sua stessa pressione, poi da stazioni di pompaggio inserite lungo la rete, il metano raggiunge gli utilizzatori finali (abitazioni, industrie ecc....) dove viene bruciato negli usi civili per riscaldare ambienti, cucinare o produrre acqua calda.
Nell'industria il metano viene utilizzato per produrre energia termica, oppure per produrre energia nelle centrali. Oltre a essere trasportato con i metanodotti, talvolta il metano viene liquefatto e trasportato in grandi bombole caricate su navi dette"metaniere", per essere utilizzato, una volta trasformato nuovamente in gas, nelle località non raggiunte dai metanodotti. I metanodotti sono costruiti da grandi tubature metalliche che corrono sottoterra, questo sistema di trasporto per tubi, dal giacimento all'utente finale, ha il pregio di essere quasi completamente nascosto alla vista. Le condotte corrono sottoterra, nelle campagne, sotto le strade e i marciapiedi nelle città e nei paesi.
Il metano è infatti l'unico combustibile che arriva a destinazione quasi senza farsi vedere.

Un rigassificatore
è un impianto che permette di trasformare il metano liquido in metano gassoso. Il gas viene fornito al rigassificatore mediante navi cisterna (metaniere). Una volta trasformato allo stato gassoso il metano viene immesso nelle condutture della rete di distribuzione.

 

 
fonti di energia forme di energia le macchine semplici
il carbone il petrolio la pagina di quaderno sul metano

pagina iniziale