Caro collega vorrei...

 

... augurarti un anno scolastico sereno, con uno sguardo rivolto alla tolleranza e alla collaborazione;

... incontrare il tuo sguardo e abbozzare un sorriso;

... trovarti al cambio sulla porta dell' aula due minuti dopo il suono della campanella;

... che quando ci parliamo scendessi dalla cattedra;

... che quando rispondi non iniziassi con  "ma no, il discorso Ŕ un altro";

... che utilizzassi in maggior misura le tue proprietÓ di ascolto e di valutazione;

... che tu ti chieda, anche quando sei convinto, "ma ha sbagliato veramente"? - "ho saputo interpretare quanto Ŕ accaduto"?

... vederti concedere un tempo adeguato al tuo collega senza interromperlo;

... non vederti convinto di sapere giÓ quello che l' altro sta per dirti;

... che quando chiedi, aspettassi la risposta senza fare una domanda diversa ad un altro;

... che i tuoi interventi siano di durata adeguata, tanto da lasciare spazio agli altri;

... chiederti di non dirmi "non fumare che il fumo fa male";

... che utilizzassi un' espressione adeguata per invitare i colleghi a non disturbare, al posto di quel sibilo da maestra d' asilo, che risulta essere irriverente se si considera che viene indirizzato a dei colleghi;

... farti sapere che nell' elenco dei "Caro collega vorrei..." ci sono anch' io.

 

 

       Lavello 8 settembre 2009

 

 
 

pagina iniziale