Domenico Antonio Veneziano
Educatore e Insegnante ReiKi


Torna al
Sommario
del sito


Agopuntura Senza Pungere
Parte pratica

 

 

Per praticare con Acuspark può essere utile una mappa dell'Agopuntura.

Trattando se stessi non si deve toccare con le dita la parte opposta.  

I punti e le posizioni disegnati in nero, che trovi più avanti nelle Tavole illustrative, rappresentano i Punti di Riflesso Chapman. Passate con l'apparecchio sopra il petto, conformando l'orlo inferiore delle costole e sopra la linea para mediale (vicino alla linea centrale del corpo) dal Petto fino ai Fianchi.
Cercato il 1° punto dei Polmoni che si trova sopra alla parte del petto esattamente sotto alle scapole.

Potrebbe rivelarsi come punto molto sensibile. Questo punto congiunge tutti i Meridiani di Agopuntura. Trattatelo. Se trattate un'altra persona mettete un dito della vostra mano nella parte opposta del corpo. Se per esempio trattate la parte del petto mettete il vostro dito sulla schiena della persona. Trattate la linea paramediana, mettete il vostro dito sulla linea paramediana dall'altra parte del corpo. Se trattate un'altra persona trattate le linee paramediali della schiena, dalla nuca fino alla vita, in seguito saprete trattare precisi disturbi in quanto lavorerete nella zona problematica richiamando tutto ciò che sapete di Agopuntura, Agopressura, Riflessologia.  

Sintonizzatevi con la  persona. Appoggiate il pollice sinistro su quello della Persona e trattate il suo pollice sinistro 

al centro della cupola distale, questo è il punto dell'Ipofisi. Appoggiate il pollice sinistro sul paziente fra gli occhi,

sopra il naso e trattate la zona dell'orecchio in quanto cominciate nella zona sopra l'orecchio e descrivete un 

semicerchio. Anche questo serve come stimolazione dell'Ipofisi. Lasciate che il paziente stia in piedi diritto e cercate 

nella parte superiore delle cosce con il dito medio un punto sensibile al tatto, questo é uno dei punti dell'Agopuntura, il 

Meridiano della Cistifellea, che è soprattutto sensibile nelle donne.

Trattatelo appoggiando il dito, sulla corrispondente parte interna della coscia. Nel caso che i punti si dimostrino sensibili 

al tatto, trattateli.

Come prossimo punto scendiamo fino allo Stinco esterno. Considerate lo Stinco come il quadrante di un orologio e trattate il 

punto delle h9.
Nello Stinco sinistro è il punto delle h3. Se trattate questo punto il paziente dovrebbe avere una carica di energia 

fino agli alluci.  

 

Note: per andare alle Tavole illustrative dei Punti Riflessi  clicca qui.

 

Dolori al ventre

Appoggiate le vostre dita sulla pancia della persona e trattate la parte dolorante. Chiedete come sta l persona. Se il 

dolore continua trattatelo fino a quando non diminuisce.  

 

Sinusite

Cercate nel mezzo delle ciglia una leggera infossatura nell'osso, trattate da entrambe le parti. 

Trattate anche le parti sotto al naso, di fronte a ogni apertura. Disegnate una linea immaginaria sotto la parte 

inferiore del naso da entrambe le parti una linea dalle pupille di ogni occhio. Trattate entrambi i tagli oculari.

 

Ionoforesi

Le energie elettriche possono accelerare l'assorbimento di sostanze attraverso la pelle, un processo che si designa come 

Ionoforesi. Da un gioielliere potete procurarvi un filo di Argento 999 e avvolgerlo attorno alla punta di cristallo 

dell'Acuspark. Trattate così le infezioni cutanee. L'Argento funziona come un Antibiotico. Esiste un prodotto chiamato 

Aloe oro che le persone che soffrono  di Artrite usano per calmare i loro dolori. Spalmate di Aloe oro le parti colpite 

da Artrite. Usando anche l'Acuspark si accelera l'assunzione e l'attenuazione dei dolori.



Attenzione! L'uso di Acuspark può far incendiare materiale in
fiammabile.
 
All'inizio tali costruzioni col cristallo furono usate come Accendigas. Evitare di usare l'apparecchio in miniere o vicino 

a fornelli a gas. Usare con prudenza con persone che hanno cerotti alla Nitroglicerina. Se non siete Medico e il dolore 

non diminuisce, mandate la persona dal Medico.

 

Conclusione.

Per l'uso per se o per altri dell’Acuspark non sono necessarie conoscenze specifiche ne particolari ne dettagliate. Esistono molti disturbi a stati dolorifici in cui la persona può trovare sollievo o scomparsa del dolore, dopo l'uso di Acuspark.

In concomitanza col mio ultimo viaggio in Europa ebbi modo di effettuare alcune esperienze particolari con l'Acuspark. In Atene un Medico Belga mi chiese di aiutarlo dopo aver ascoltato una mia presentazione. Soffriva di Sciatica Cronica all'estremità inferiore destra. Dopo venti minuti di trattamento gli chiesi come stava. Mi rispose che il dolore era scomparso. Quando il congresso finì quattro giorni dopo, egli era ancora totalmente libero del male.

In un seminario a Londra partecipava un famoso dentista della Jlarley Street che nella notte precedente aveva sofferto parecchio e con sintomi diversi, riconduceva i dolori ad un dente con una otturazione problematica; Dopo pochi minuti di trat­tamento era libero al 95% dal male. Parecchie ore dopo mi comunicava che il dolore era scomparso. Ritornò a giocare a Tennis. Gli diedi l'Acuspark e gli dissi di trattarsi da solo. Dopo po­chissimo tempo mi annunciò stupito che il dolore era di nuovo totalmente scomparso.
In Germania in Ospedale, trattai una persona affetta da spasmi rettali a cui era stata appli­cata una fistola con anestetico. Dopo un trattamento intorno all'ano sparirono completamente i dolori. Ad un paziente maschile affetto  
da cancro alle ossa veniva praticata l'anestesia spinale, in lombosacrale l’effetto lo liberò dal dolore per soli 30 minuti.
 Dopo un trattamento con l'Acuspark, l'uomo fu libero dal dolor per altri 30 minuti. Questi sono casi di anestesia senza droghe. Dopo la mia presentazione a Malaga vennero 12 persone da me volendo provare l'Acuspark per  attutire il male e per altri disturbi. Potrei continuare con innumerevoli altri esempi, ma penso che anche così possiate avere un'idea del valore dell'uso di Acuspark.

Vi ringrazio per aver letto questo articolo e che Dio vi benedica sempre, Art Chambers

Torna all'inizio pagina

 Consigli per riequilibrare il corpo

1.        Riequilibrio del Sistema Linfatico: due volte al giorno sopra al petto, sotto al petto, al margine sotto le costole lungo la linea paramediale, (vicino alla linea mediale principale)

da ambo i lati fino alla vita.

Se si tratta qualcun altro: dalla base del cranio, fino alla vita sulla linea mediale da entrambi i lati.

2.        Dolore in genere: pollice, attorno all'orecchio, coscia superiore, se si trova un punto sensibile dietro il malleolo (esternamente, circa nel punto a h9 e nella caviglia sinistra nel punto a h3 ) trattare la zona dolorifica ed il campo intorno.

Nel Sistema Linfatico si può creare Elettricità Statica nei Dotti Linfatici e così rallentare il flusso della Linfa. 
L'autore afferma che, con la normalizzazione dell'Elettricità Statica nei Dotti Linfatici, si può di nuovo avere il flusso linfatico. Osservazioni scientifiche, di estremità gonfie che si normalizzano in pochi minuti, possono far pensare al riequilibrio di tale flusso. L'autore crede inoltre che, i punti dei riflessi Neurolinfatici colleghino i punti dei Meridiani di agopuntura col Sistema Neurolinfatico e col sistema Neuro Vascolare. Quando avrete normalizzato il punto Linfatico si avrà la normalizzazione anche del Meridiano di Agopuntura dei punti vascolari ad esso collegati. E' importantissimo migliorare il flusso linfatico, in quanto é indispensabile dal 25% al 30% per le funzioni difensive dell'organismo. 
    Le riflessioni, su come possono operare le energie dell'Acuspark sono molteplici. Alcune teorie si basano su valide informazioni Farmacologiche, altre si basano su ipotesi, che spiegano, cosa succede e altre si basano su pure speculazioni.

La spiegazione Endorfinica é documentata clinicamente: 'Se precisi punti sul corpo sono stimolati sufficientemente (meccanicamente, termicamente o elettricamente) si organizzano le Peptine Endorfiniche, si bloccano i ricettori e si elimina la sensazione di dolore.' La transcutanea-elettrica teoria di stimolazione dei nervi (T.E.N.S.) dice ciò che segue: 'Se si sovraccarica la capacità elettrica del Sistema Nervoso si arriva ad un danno della trasmissione del dolore e la sensazione dolorifica viene ridotta. I risultati della Scienza mostrano che la maggior parte dei dolori passeggeri, possono venir ridotti in pochi attimi. Questo può significare, che le possibilità sopracitate sono vere.

La tecnica Acuspark è chiamata "Acuterapia", cioè il sistema di normalizzare il flusso energetico elettrico.
L'uso sperimentale dello strumento, da parte di Associazioni di Ricerca in tutto il Mondo, mostra che il miglior metodo d'uso, dipende dalla personale preferenza e dal sapere personale di colui che lo usa. Nei Seminari di Acuterapia si impara come si usa lo strumento sui punti agopunturali, sui punti riflessi Neurolinfatici, sui punti di dolore e le parti circostanti e gli organi corrispondenti, la Spina Dorsale e sui Muscoli. Acuterapisti hanno ricapitolato i punti e le portate di ogni procedimento, per garantire la velocità, la sicurezza e l'efficacia del trattamento con lo strumento Acuspark.

L’autore spera che molti di coloro che usano lo strumento si uniscano a lui per la ricerca

di informazioni e che la verità possa servire per il bene dell'Umanità.

Dr. Art Chambers, Ph. D, Direttore Acuspark Pain e Health Research Foundation


Questo scritto fu presentato al 25° Congresso Mondiale di Agopuntura a Kopenhagen in  Danimarca, al 12° Congresso

Mondiale
per l'Umanità e al 6° Simposio Europeo della Medicina Alternativa e da loro accettata. 

Non sono state prese linee direttrici per quanto riguarda la sicurezza e l'efficacia di questo tipo di strumento.

   

Tavole illustrative dei Punti Riflessi

 


 

Naturalmente quanto scritto a riguardo di questo strumento, non sostituisce il Medico, 
declino per questo ogni responsabilità derivante dall'uso improprio dell'Acuspark. 

Per ordinare l'Acuspark e/o ulteriori informazioni potete telefonare o scrivere  a: Domenico Antonio Veneziano

Tel.030.41.90.977 – Cell.328.180.5682 –
per inviare una e-mail

Torna all'inizio pagina

Torna a Agopuntura


Torna al
Sommario
del sito