STRUMENTAZIONE

APOGEE Instruments Inc

STAR 2000

C

M

Y

click sull'immagine per ingrandire

click sull'immagine per ingrandire

TELESCOPIO PRINCIPALE

Lo strumento principale è costituito da una realizzazione MARCON.  L'ottica è un Ritchey-Chretien da 0,4m quindi con specchi a profilo iperbolico in vetroceramica.

La montatura, a forcella, ha configurazione equatoriale. La movimentazione è assistita da motori passo-passo gestiti da elettronica Mel Bartels, realizzata e personalizzata da Luigi Matarazzi. Il controllo elettronico è gestito tramite un pc portatile TOSHIBA 486 Dx2 a 40Mhz.

Le corone in AR e Dec sono realizzate in ertalon; hanno rispettivamente 144 e 72 denti con riduzioni di 1:15 (AR) e 1:30 (Dec).

VAI ALL'INSTALLAZIONE DEL TELESCOPIO >>>>

(A lato un'immagine dello strumento in fase di costruzione presso le Officine MARCON).

TELESCOPI AUSILIARI

Riflettore Schmidt-Casségrain CELESTRON 9,25" 235mm di diametro @ f 10.  E' utilizzato principalmente per autoguidare il sistema abbinato ad una camera CCD Starlight HX516 con risoluzione massima di 0,47 arcsec per pixel.  Normalmente viene utilizzata in binning 2x2 a 0,94 arcsec per pixel.

Rifrattore VIXEN 102M 100mm di diametro @ f 10. E' utilizzato principalmente per osservazioni solari e per immagini a largo campo,  ma all'occorrenza costituisce una buona alternativa di autoguida quando il sistema principale ha difficoltà ad inquadrare una stella sufficientemente luminosa nel campo con tempi compresi tra 0,8 e 2 secondi. Una camera CCD Starlight MX916 in bin 2x2 è posizionata al fuoco primario, inquadrando un campo di 23 x 30 arcominuti con risoluzione di 4,6 arcsec per pixel.

(A lato un'immagine degli strumenti ausiliari presso l'AAO Armenzano Astronomical Observatory).

PERSONAL COMPUTERS

L'intera gestione dell'osservatorio è attuata tramite cinque personal computers utilizzati in ambiente DOS e Windows.  Oltre il 90% delle funzioni sono automatizzate ed il passo successivo sarà la robotizzazione a controllo remoto.

486 Dx2 40Mhz e 20M RAM (portatile TOSHIBA 1850): gestione puntamento con l'utilizzo del programma freeware Alt-Az di Mel Bartels che gira sotto DOS; elettronica ed interfaccia autoguida della "Matarazzi electronics".

PENTIUM MMX 100Mhz e 80M RAM:  consultazione delle  mappe virtuali ed altri piccoli programmi di servizio.

PENTIUM MMX 166Mhz e 50M RAM:  autoguida e riprese tramite Celestron C 9,25" e camera CCD Starlight HX516.

PENTIUM II 300Mhz e 256M RAM:  autoguida e riprese tramite Vixen 102M e camera CCD Starlight MX916.  Collegamento INTERNET.

PENTIUM III 600Mhz e 132M RAM:   gestione riprese dall'ottica principale con Apogee AP47p e successive elaborazione immagini. Varie.

(A lato una vista parziale della "sala dei bottoni" presso l'AAO Armenzano Astronomical Observatory).

CAMERE CCD

Apogee AP47p

La camera CCD principale di acquisizione immagini è la Apogee AP47p con sensore retroilluminato di grado 0. E' montata al fuoco del telescopio principale, dopo fuocheggiatore e ruota portafiltri, ed inquadra un campo si 13x13 arcmin.

CCD Specifications - Back Illuminated High QE Camera

CCD (PDF Files)            Marconi 47-10 Grade 0

Array (pixels)             1024x1024

Pixel size (u)             13

Area (mm) (Illustration)     13.3x13.3

Well Depth (e-) Binned 1:1     200,000

Anti-blooming             none

CTE                    0.99999

Read Noise (e-) (Typical)     7-9

Dark Count (pA/cm2)        10 @ 25°C

Dynamic Range*          >80dB

Digital Resolution          16-bit 50kHz

Shutter              Vincent 25mm blade

Defects in darkness       Bright columns 0 - Point defects 0

Photo response defects     Total columns 0 - Dark point def. 11 - Traps 0

Quantum efficiency       @350nm 18.0 - @400nm 48.1

                       @500nm 85.4 - @650nm 87.3 - @900nm 35.6

Starlight Xpress MX916

La camera CCD Starlight Xpress MX916 è utilizzata sia per le riprese di immagini che come funzione autoguida con STAR 2000.

CCD Specifications - MX916 Camera

SONY ICX083AL
Dimensione chip 10.25x8.50 mm
Area attiva 8.72x6.72
Matrice pixels 752x582
Dim. pixel 11.6x11.2 micron
Efficenza quantica 65% a 520 nm
Full Well Capacity 80,000e
Readout <6 e-RMS
Dinamica >94 dB
Gain 5 e/ADU
Dark e-/sec/pixel <0.1 TA 10°
Antiblooming >800 sat
Campionamento CDC- 16 bit
Intefaccia Parallela SPP
Download time 6 sec
Raffreddamento 30°>TA,autonomo
Dimensioni diam. 50.8-64 x 160 mm.
Peso 300 gr.

Starlight Xpress HX516

La camera CCD Starlight Xpress HX516 è utilizzata solo  con  funzione di autoguida tramite AUTOGUIDER e relativa interfaccia all'elettronica.

CCD Specifications - HX516 Camera

SONY ICX084AL
Dimensione chip 5.8x4.94 mm
Area attiva 4.9x3.65
Matrice pixels 660x497
Dim. pixel 7,4x7,4 micron
Efficenza quantica 60% a 520 nm
Full Well Capacity 40,000e
Readout <15 e-RMS
Dinamica >80 dB
Gain 1 e/ADU
Dark e-/sec/pixel <0.1 TA 10°
Antiblooming >800 sat
Campionamento CDC- 16 bit
Intefaccia Parallela SPP
Download time 10 sec
Raffreddamento 30°>TA,autonomo
Alimentazione 220vac/12v/0.7 amp (a corredo)
Dimensioni diam. 50.8 x 100 mm.
Peso 200 gr.

FILTRI

Filtri Fotometrici Standard BVRI Schuler

L'osservatorio è dotato di filtri fotometrici standard BVRI della ditta Schuler da 2". Detti filtri sono montati in una ruota portafiltri elettronica della True Tecnology a cinque posizioni e gestita in remoto tramite MaxIm DDL.

Se vuoi vedere il grafico delle specifiche di trasmissione della luce, clicca qui.

Filtri per Imaging CMY + IR cut

L'osservatorio è inoltre dotato di filtri per Imaging della ditta Optec da 2". Detti filtri, anch'essi montati nella ruota portafiltri di cui sopra, hanno la particolarità di essere già accoppiati ad un filtro taglia infrarossi (IR-cut).   Il vantaggio di questi filtri rispetto ai tradizionali RGB sta nel fatto che i tempi di esposizione sono praticamente dimezzati. (Vedi foto Gallery)

Inoltre si ha a disposizione un filtro, sempre da 2", IR-cut della Ditta Optec da utilizzare per il file Luminance della quadricromia LCMY o LBVR.

Spettrometro ROS

Lo spettrometro in dotazione è in realtà un semplice reticolo di diffrazione da 1,25" utilizzabile sia in visuale che con camera CCD. E' costantemente montato nella ruota portafiltri e viene utilizzato per la ripresa di spettri di quasar e comete. La sezione specifica del sito illustra gli spettri ottenuti più significativi e le modalità di ripresa. Il nome commerciale è RAINBOW OPTICS STAR SPECTROSCOPE. Il reticolo ha 200 linee per millimetro e viene fornito montato in cella da 1,25" come un normale filtro. Così montato nella ruota portafiltri fornisce una dispersione di circa 26 Angstrom per pixel in binning 2x2 e 13 in alta risoluzione.

FUOCHEGGIATORI

 Micro Focuser digital pc

Fuocheggiatore digitale di tipo Crayford azionato tramite micro motoriduttore passo-passo gestito da microprocessore. Controllo del movimento dal PC tramite porta RS232. Spostamento massimo 10 mm con indicazione digitale a 4 cifre con risoluzione del micron. Autoazzeramento ad ogni accensione.  Movimento supportato da 4 cuscinetti a sfere e 2 cuscinetti a rulli. Il controllore ha una CPU tipo RISC,PIC Microchip serie 16F8XX con tecnologia FLASH/EEPROM. Il controllo remoto avviene tramite MaxIm DL. Montato sullo strumento principale. 

 JMI

Fuocheggiatore elettrico della JMI azionato tramite micro motoriduttore passo-passo. Controllo del movimento via cavo tramite tastierino con trimmer di regolazione. Spostamento massimo 10 mm senza visualizzazione. Montato sul Celestron C 9,25" ed è quindi adibito principalmente al fuoco delle immagini di autoguida.