simbolo-def

Elezioni Comunali 2004

Lista

GRIGNASCO COMUNITÁ APERTA

documento PDF

 

Cari Grignaschesi,

con questa lettera Vi presentiamo la nostra lista per le prossime elezioni comunali: GRIGNASCO COMUNITA’ APERTA.

Ci uniscono la convinzione che per amministrare occorre guardare alle radici di una Comunità senza dimenticare i cambiamenti e il nuovo; che anche nella gestione di un paese i valori di democrazia, giustizia sociale, tolleranza e pace sono una guida importante; che la qualità della vita e dei rapporti fra le persone sono obiettivi primari.

Abbiamo sviluppato queste idee in un documento, sottoscritto da tutti i candidati, che raccoglie la nostra PROPOSTA AMMINISTRATIVA  e con il quale ci mettiamo a Vostra disposizione per dare una svolta alla vita civica del nostro Paese.

A partire da questi principi Vi chiediamo di sostenerci dandoci il vostro voto alle prossime elezioni comunali del 12 e 13 giugno 2004.

 

Il candidato Sindaco :   Ruggero Bacchetta

I candidati consiglieri:   Alberto Lovatto

                                    Lisa Astolfi                     Corrado Baglioni                  Salvatore Barrini

                                    Fabrizio Borsoi               Maria Teresa Clivati              Davide Carlone

                                    Anna Ciocca Vasino        Davide Donà                       Gabriella Grossi

                                    Emanuele Mancin            Mariella Melchisedecco        Giovanni Pozzi  

                                    Gianni Rappa                  Elvio Sagliaschi                   Agostino Veronese

                                                                                              

LA  NOSTRA PROPOSTA.

 

Le nostre radici :  tradizione e trasformazione

 

Grignasco ha visto, nel corso del secolo appena trascorso, la propria economia trasformarsi gradualmente da agricola ad industriale, prima caratterizzata dalla monoindustria e dall’artigianato del legno, poi da più articolate attività e specializzazioni, ma cadute ultimamente in una preoccupante stagnazione.

Pure la popolazione del nostro Paese ha visto una enorme mutazione. Al primo afflusso di operaie alla Filatura nella prima metà del ‘900, sono seguite forti immigrazioni, specialmente dal Veneto e dall’Emilia, e poi dalle regioni del Sud. Le immigrazioni riguardavano spesso famiglie povere in cerca di casa e di lavoro. Tutti sono stati accolti e si sono inseriti nella nostra Comunità, modificandone significativamente i connotati.

Ma anche da Grignasco partivano, fin dall’800, gli emigranti a cercare identica “fortuna” in Francia e Svizzera, come falegnami e muratori, e successivamente fino alle “lontane Americhe”. Tutte le famiglie di Grignasco hanno dunque nella loro storia qualche radice che raggiunge paesi, regioni, nazioni, continenti diversi. Ed hanno il ricordo di fame e difficoltà da superare; di lotte e di caduti per la libertà e la democrazia; di progressi nella propria istruzione, nella specializzazione professionale, nella posizione culturale e sociale

Noi viviamo oggi in una comunità che ha questa fisionomia, cambiata rispetto ad un secolo fa e che è ancora in evoluzione per l’apporto anche degli extracomunitari.

A questa comunità, attenta alle sue radici ma aperta e proiettata verso il futuro, noi rivolgiamo la nostra attenzione e mettiamo a disposizione il nostro impegno ad amministrare il Paese.

 

I nostri principi :  democrazia, giustizia sociale, solidarietà, tolleranza e pace

 

Questa iniziativa “amministrativa” ha trovato ispirazione nei valori di democrazia, di giustizia sociale, di solidarietà, di tolleranza e di pace propri del Centrosinistra e delle forze riformiste, ma è aperta all’apporto e alla collaborazione di altre sensibilità ed altre esperienze locali che si pongano in questo solco.

L’oggetto della nostra attenzione prioritaria è la persona umana nel suo intero ciclo, dalla nascita alla vecchiaia, in un rapporto di solidarietà con gli altri esseri viventi e la natura. In questo ambito si deve tenere viva una costante tensione morale alla quale si associa il rigetto della gestione clientelare della cosa pubblica.

Noi pensiamo che le esigenze primarie e pressanti dello sviluppo economico, ricercato nel campo produttivo, nel settore terziario, nell’ambito turistico e culturale si sostengano con l’apertura alla innovazione e debbano essere coniugate con la difesa del lavoro, la tutela ambientale, la solidarietà sociale, l’accoglienza, la crescita culturale, la promozione giovanile: il tutto sempre nel rispetto della legalità.

La natura ed i suoi beni che sono attorno a noi non hanno alternative. Il Sesia, le zone piane coltivabili, le nostre colline devono essere considerati un bene insostituibile per lo sviluppo del Paese.

In questo quadro ci proponiamo di lavorare per fare di Grignasco una Comunità viva che opera in un Paese nel quale si viva bene.

 

Il nostro metodo :  lealtà, trasparenza e partecipazione

 

Chi si è impegnato in questo percorso condivide il metodo della democrazia e amministrerà nell’interesse di tutta la Comunità, senza discriminazioni clientelari o partitiche.

Ciò significa che verrà riservata corretta attenzione alle proposte della minoranza del Consiglio Comunale e che verrà attivato un continuo dialogo e confronto con la popolazione, promovendone la partecipazione nelle scelte da compiere, secondo le forme previste dallo Statuto Comunale o con nuove modalità da cercare assieme.

La premessa a tutto questo è che l’Amministrazione operi con trasparenza, garantendo ai cittadini l’accesso ad una puntuale informazione, e che la qualità della Amministrazione sia garantita da competenza e linearità, tanto a livello dirigenziale che operativo.

Nei confronti di Associazioni ed Enti i rapporti saranno di rispetto e di sostegno, poiché tutte queste forme di aggregazione sociale sono momenti fondanti sia della espressione della gente che della formazione di una comunità locale. Esse, nelle vecchie e nuove forme del volontariato assistenziale, e nelle altre varie categorie formative, culturali, ambientalistiche, ricreative, sociali in genere consentono e stimolano l’impegno individuale, meritevole quanto l’impegno di servizio politico e sindacale.

I nostri programmi saranno segnati da correttezza e concretezza: non è realistico promettere tutto e subito ma crediamo che questo progetto per il Paese, anche a tempi lunghi, permetta di migliorare la qualità della vita della nostra Comunità.

 

 

 

Grignasco, maggio 2004