Il MMPI-2 Panda di Paolo Pancheri e Dario De Fidio
distribuzione in concessione d'uso gratuito
Nel 2004 è stata realizzata la versione 2.0: è compatibile con Windows Xp, ha la scala Mf-f corretta e dispone
dell' "Archivio mobile" per lo scambio dei dati tra utenti. N.B. le versioni precedenti (la 1.0 e 1.1 sono considerate obsolete).
 
il pannello comandi di MMPI-2 Panda
l'anagrafico del MMPI-2 Panda
il menu di inserimento dei punteggi grezzi del MMPI-2 Panda
Il MMPI-2 Panda è un programma che prevede lo scoring dei punteggi e l’output a video e su carta di 5 stampe (scoring scale, interpretazione in base ai code-type, profilo scale fondamentali, profilo scale contenuto, rapporto narrativo) in seguito all’immissione dei punteggi grezzi (raw) delle Scale Fondamentali e delle Scale di Contenuto, rilevati con l’ausilio delle griglie di correzione fornite dalla Casa Editrice O.S. di Firenze. Ciò per il rispetto delle competenze (e delle proprietà) della Editrice di Firenze che detiene il copyright. Il programma è articolato su una routine interna di lettura di una serie di variabili (363 regole decisionali) che determinano la stesura di un report narrativo articolato su 11 dimensioni cliniche.
La principale caratteristica del programma MMPI-2 Panda è rappresentata dalla possibilità di personalizzare gli archivi, anche accedendo alla statement library che consiste di 363 statements, ognuno corrispondente ad una regola decisionale. E' possibile personalizzare il rapporto narrativo relativo alle Scale Fondamentali e di Contenuto, lo statement descrittivo dei code-type e i valori statistici (Medie e Deviazioni Standard). L’utente, dopo la somministrazione classica del test a mezzo dei questionari, sovrapponendo le griglie di correzione, deve calcolare i punteggi grezzi relativamente a ciascuna delle 13 Scale Cliniche e delle 15 Scale di Contenuto e inserire i punteggi ottenuti nella griglia proposta da una window-test.
 
Il programma MMPI-2 Panda offre anche la stampa di uno statement interpretativo in base alla lettura automatica del valori della prima o delle prime due/tre scale del profilo codificato (lettura del Code-Type secondo Welsh). Individuando i correlati comportamentali dei punteggi alti di tali scale, è possibile infatti attribuire una dimensione clinica al Code-Type rilevato. Una tale codifica è meritevole di attenzione (oltre che di continuo miglioramento) in quanto, oltre ad essere personalizzabile nel contenuto, conferisce immediata leggibilità al profilo, in base alle “punte alte” e permette, in rapida sintesi, l’individuazione dei tratti caratteristici della personalità del soggetto esaminato.
La stampa dell'anagrafico e dello scoring scale
la stampa del Profilo Scale di Contenuto
la stampa del Code-type e degli Indici derivati
la stampa del Rapporto Narrativo
la stampa del Profilo Scale Fondamentali
il CD con il software MMPI-2 Panda