Logo del sito i2viu

LA SVEGLIA CON CLACSON
© by Vittorio Crapella - i2viu

Anno 1965                   [ Altri racconti ]

Svegliarsi al mattino per me, in gioventù, è sempre stato un problema e dormivo in qualsiasi situazione di rumore, ricordo di aver dormito tutta la notte con la cuffia intanto che la famosa radio ad un transistore, realizzata con il mio primo circuito stampato, riproduceva musica e parlato proveniente da stazioni ad onde medie.  Un gran "bailame" dato dalla poca selettività di un così semplice ricevitore.

Ricordo, anche se esula dal racconto della sveglia, che in alpeggio quando custodivo le mucche al pascolo e dovevo mantenerle in un confino ben delineato, riuscivo a dormire per due o tre minuti anche col frastuono dei campanacci poi svegliarmi e girare le mucche che avevano oltrepassato il confino e di nuovo addormentarmi sdraiato sull'erba per altri minuti, poi nuovo risveglio e così di seguito.

Tornando alla sveglia va immaginata come quelle con carica  manuale a molla con le chiavette a farfalla da girare sul retro del quadrante delle ore.

Siccome la suoneria allo scadere dell'ora x impostata per il risveglio spesso la ignoravo, anche se dal suono sufficientemente lungo e forte, pensai di dotarla di una suoneria supplementare.

Disponevo di un clacson, recuperato da una vecchia lambretta, che avevo già provato con il trasformatore a 12V e che dava davvero un suono sufficiente a svegliare anche un ghiro in letargo.  Adottai la stessa tecnica dello stop della bici con contatto ottenuto da un filo spellato.

Lo fissai sul retro della sveglia in modo che la chiavetta per la carica della suoneria  mentre  girava, durante lo srotolarsi della molla che muoveva il batacchio della suoneria, sfregava contro il filo spellato chiudendo così il circuito tra clacson e trasformatore.

La farfalla al temine della sua corsa si fermava mantenendo il contatto chiuso e il clacson emetteva un suono frastornante continuo. 
Ero obbligato a svegliarmi, alzarsi e spegnere il sistema mediante interruttore disposto in serie al primario del trasformatore.

[ Elettronica ]      [ Le mie pagine ]      [ Altri racconti ]