Logo del sito i2viu

SOLUZIONI ELETTRONICHE - DESIGNE IDEAS
© by Vittorio Crapella - i2viu

Google cerca in queste pagine:                 

IL CONTENUTO DI QUESTE PAGINE É STATO RILASCIATO A PURO TITOLO HOBBISTICO O DI STUDIO E L'AUTORE NON SI ASSUME NESSUNA RESPONSABILITÀ ESPLICITA O IMPLICITA RIGUARDANTE INCIDENTI O CONSEGUENTI POSSIBILI DANNI DERIVANTI DALL'USO DI QUANTO ESPOSTO. CHI REALIZZA E UTILIZZA SCHEMI O CIRCUITI DESCRITTI IN QUESTE PAGINE LO FA COME SUA LIBERA SCELTA ASSUMENDOSI TUTTE LE RESPONSABILITÀ CHE POSSONO DERIVARE.       LEGGI DISCALIMER

[ Soluz.1 ] [ Soluz. 2 ] [ Soluz. 3 ] [Soluz. 4] [Soluz. 5] [Soluz. 6] [Soluz. 7] [Soluz. 8]  [Soluz. 9] [Soluz. 10] [Soluz. 12] [Soluz. 13] [Soluz.14]

Prima di far richieste LEGGERE                         Approfondimenti sulla SICUREZZA


 COMANDO PER LOCALIZZATORE AUTO CON GPS

Da un E-Mail:".. un circuito alimentato direttamente dalla batteria dell' auto per attivare un localizzatore satellitare (da usare come antifurto) quando viene a mancare la tensione sul blocchetto di accensione dell' auto. Se fosse possibile temporizzare l' uscita del circuito sarebbe meglio. Mi spiego: Spengo l' auto e dopo, ad esempio 5 min, si attiva il circuito che alimenterebbe il localizzatore satellitare, riaccendendo il quadro, verrebbe meno la tensione di alimentazione al GPS.  Se possibile vorrei poterlo attivare anche come antirapina, nel senso che, se qualcuno malauguratamente mi imponesse di scendere per rubarmi l' auto, potrei, con un pulsante nascosto, attivare comunque il localizzatore..."
POSSIBILE SOLUZIONE

SPIEGAZIONE
T1 serve per regolare il tempo a metà dovrebbe essere circa 5 minuti
Il relè RL2 a riposo non eccitato alimenta sempre il GPS, mentre questo relè sarà sempre eccitato e cioè GPS non alimentato per tutto il tempo che sarà acceso il quadro dell'auto,  si diseccita, attivando il GPS, dopo T1 da quando viene a mancare il +12V del quadro.

Per l'allarme antirapina pigiando P1 allarme eccito RL1 che rimarrà sempre
eccitato fino a che non pigio P2 di reset, in questo modo tramite D3 tolgo la polarizzazione a Q1 e dopo il tempo X il pin 3 del 555 va a 0V e Q2 si interdice e diseccita RL2 attivando il GPS.
Il contatto comandato da RL1 messo in parallelo al T1 serve solo se si vuole un tempo minore di attivazione del GPS infatti cortocircuitando T1 con questo contatto il condensatore C2 si
caricherà prima mandando basso il pin 3 e diseccitando RL2.


 RELE ON-OFF COMANDATO DA UN CELLULARE

Da un E-Mail:".. vorrei poter comandare un relè a distanza con il segnale proveniente dalla vibrazione di un cellulare. Dispongo di 12Vcc e vorrei con una chiamata eccitare il relè e con una successiva diseccitarlo.."
POSSIBILE SOLUZIONE


 RITARDARE L'ACCENSIONE DI UN CREPUSCIOLARE

Da un E-Mail:"..Ho un crepuscolare che attiva l'illuminazione di una lampada in giardino ancora quando non è proprio buio pesto. Avrei bisogno un circuito che abbia le seguenti caratteristiche:
- quando arriva tensione 12v dal crepuscolare che è entrato in funzione dovrebbe partire un timer che fornisca corrente alla lampada con ritardo di circa 1 ora (meglio se regolabile da mezz'ora a 1,5 ora).  Se fosse possibile che faccia anche il contrario e cioè la mattina si spengano un po' prima dell'alba .."
POSSIBILE SOLUZIONE



SPIEGAZIONE
Quando arriva +12V dal crepuscolare i due 4060 partono azzerati dall'impulso positivo sui relativi pin 12 dati da C3 e C7. In queste condizioni i pin 3 di IC1 e IC2 sono a livello 0 e ne consegue che il pin 3 di IC1 porta a livello basso tramite D3 il punto di unione di C4-T2-R5 tenendo bloccato il clock di IC2 mentre il pin 3 di IC2 è ininfluente ne attraverso D1 ne D4.
Quando dopo 8192 clock dati dalla costante di tempo C1 T1+R1 il pin 3 di IC1 va a livello alto polarizzando il gate del mosfet che satura e accende la lampada.
Il pin 3 di IC1 fa condurre D2 che blocca il clock e IC1 resta in quelle condizioni senza poter fare altro ma nel frattempo D3 si interdice e libera il clock di IC2 che dopo 8192 clock dati dalla costante di tempo C5/C6 T2+R4 manda alto il pin 3 di IC2 che con D5 interdice il suo clock bloccando in quelle condizioni IC2 e con D1 blocca il clock di IC1 mentre con D4 porta alto il pin 12 di IC1 che si azzera e manda basso il pin 3 di IC1 che toglie la polarizzazione al mosfet e spegne la lampada. Con T1 si hanno tempi di ritardo da circa 30 minuti a circa 90 minuti mentre con T2 si possono regolare tempi da circa minimo 2 ore a massimo oltre le 20 ore con un FR in parallelo a T2 e trimmer da 2,2M a metà si ha circa 10/11 ore di ritardo.
All'aumentare della luminosità dell'alba e cioè alla diminuzione della resistenza di FR il clock accelera e il tempo si accorcia sempre più spegnendo comunque la lampada indipendentemente dal tempo impostato.  Versione solo timer


 RELÈ COMANDATO DA SPIE LUMINOSE

Da un E-Mail: "..un circuito ( alimentaziOne 9/12 volt ) comandato da una fotoresistenza o fotocellula posta a intimo contatto con una comune lampadina spia (di quelle piccole a luce rossa presenti su lavatrice, forno, caldaia a gas, tostiera, scaldabagno ecc.. tipo in foto allegata)
Quando la spia si accende, la fotoresistenza o fotocellula rileva lo stato e permette di eccitare un piccolo relè (con contatto normalmente chiuso ) per un tempo regolabile da 5 a 15 secondi per poi diseccitarlo nuovamente.
Se la spia si riaccende, la fotoresistenza rivela lo stato e il circuito ripete il ciclo suddetto .
Questo per un massimo di 4/5 volte dopo di ché viene inibita la funzione del circuito e il relè resta sempre diseccitato ( contatto normalmente chiuso ) ... "
POSSIBILE SOLUZIONE


 RELÈ SCATTA SE VIN ARRIVA DUE  VOLTE ENTRO 2 SECONDI

Da un E-Mail: "...se arriva solo un impulso di 12V non succede niente, se ne arriva un'altro entro 2/5secondi dopo il primo, il circuito faccia scattare il relè, se non arriva niente dopo il primo segnale non succeda niente, nel senso che dopo quei due secondi non arriva nulla anche se per caso arriva un'altro il circuito non fa scattare il relè... "

POSSIBILI SOLUZIONI


 AVVIAMENTO A CALDO MOTORI  DISEL

Da un E-Mail:."... Vorrei “ingannare” la centralina di una VW Golf 5, in particolare avrei bisogno di by-passare, all’atto dell’accensione, il sensore dell’acqua per facilitarne la messa in moto da caldo, un problema noto per le Golf e le A3 che montavano il 1.9 tdi e che hanno accumulato un 100.000 km di usura.."
POSSIBILE SOLUZIONE


Dando tensione al quadro i relè si eccitano e se il bulbo è freddo sotto la temperatura impostata con T1 i relè si diseccitano e il bulbo ripassa sotto il controllo della centralina.
Se invece è superiore alla temperatura impostata con T1 la centralina vede una R fittizia per un tempo regolabile con T2 (regolato a circa 330K per circa 8 secondi)  trascorso il quale il bulbo ripassa alla centralina.
Più bassa è la tensione sul pin 3 che imposto con T1 corrisponde a temperatura alta, il tempo minimo di 7/8 secondi è dato dal condensatore C4 se aumenta aumenta anche il tempo e viceversa regolabile finemente con T2.


 UN PULSANTE PER DUE RELÈ UNO MONOSTABILE E UNO BISTABILE
Da un E-Mail:."... un pulsante che assolva a 2 funzioni: premendolo per meno di un secondo al rilascio mi ecciti un relè per circa 1/2 secondo, mentre se lo premo per 2 (o più) secondi mi ecciti un secondo relè e lo rimanga eccitato fino alla prossima pigiata di 2 secondi. Cosa importante è che il primo relè non si deve assolutamente eccitarsi durante la pigiata di 2 secondi,  il tutto deve funzionare a 12 Volt e quando si alimenta il circuito i due relè devono rimanere diseccitati. ... "
POSSIBILE SOLUZIONE

Vedi più sotto
Variando R2 si varia il tempo dei 2 secondi.
Il tempo di eccitazione di RL1 è pari ai 2 secondi (C2 R2) meno il tempo di durata di pigiata del pulsante.


 CONTROLLO  TENSIONE  PER  LAMPADINE  AUTO
Da un E-Mail:."... un circuito per ovviare alle frequenti fulminazioni della lampadine sull'auto ... "
POSSIBILE SOLUZIONE

PREMESSA:  Accertarsi se il modificare l'impianto elettrico possa far decadere la garanzia o non far rispondere l'assicurazione in caso di incidenti.


Ammesso che la causa sia l'eccesso si tensione oltre i 12V la causa delle frequenti fulminazioni delle lampade, non resta che cercare di togliere i volt in eccesso.  Anche l'accensione immediata a filamento freddo può portare ad una morte prematura delle lampade pertanto si è ovviato anche a questo inconveniente.
Il funzionamento va visto in questo modo: accendo il quadro e subito Q2 va in saturazione eccitando  RL1 che aprendo il suo contatto lascia inserito in serie all'alimentazione dei fari L1 così da limitare la corrente a filamento freddo quando accendo le luci dei fari.  Questo può avvenire perché Q1 è ancora interdetto.
Quando accendo i fari (+ LUCI) come appena detto i fari hanno in serie L1  per qualche secondo e si accendono gradualmente. Infatti attraverso R1 il condensatore C1 inizia a caricarsi ma fino a che non raggiunge e supera la tensione di zener Q1 non può condurre e prevale la conduzione di Q2.   Appena Q1 conduce e satura interdice Q2 e il relè RL1 si interdice e richiude il contatto diretto scollegando così L1 e i fari ricevono tensione diretta per la massima luce.
Da questo momento in poi abbiamo un controllo e comparazione del valore di tensione che arrivano alle lampade e se questa tensione arriva e supera i 13V il pin 7 di U1 va alto e manda in conduzione Q4 che fa eccitare RL2 che aprendo il suo contatto inserisce in serie due diodi (metà ponte di diodi) sottraendo circa 0,8/1V e così le lampade tornano ad avere circa 12V di alimentazione.  Se la tensione sale oltre i 13,7V va alto anche il pin 1 di U1 così conduce anche Q3 e si eccita pure RL3 che introduce in serie anche gli altri due diodi sottraendo altro 0,8/1V mantenendo la tensione finale sulle lampade attorno ai 12V o poco più.  Anche quando l'alternatore porterà la batteria attorno ai 14,2/14,5V avremo comunque sottratto circa 2V e alle lampade arriverà al massimo 12,5V circa.  


 CONTROLLO LIVELLO BATTERIA CON RELÈ PASSO PASSO
Da un E-Mail:."... vorrei realizzare un controllo del livello di tensione della batteria in grado di togliere tensione agli utilizzatori con relè passo passo quando scende a livello basso e la ripristina quando la batteria torna sopra i 12,5V ... "
POSSIBILE SOLUZIONE


 PARTICOLARE TEMPORIZZATORE PER DUE RELÈ
Da un E-Mail:."... vorrei un circuito a ciclo continuo che  dopo un ritardo T1 di alcuni minuti ecciti un primo relè per T2 decine di secondi  poi faccia un a breve pausa T3 di secondi e ecciti in fine un secondo relè per alcuni secondi T4.  I tempi devono essere regolabili con trimmer... "
POSSIBILE SOLUZIONE


Altro schema semplificato


 SPEGNIMENTO AUTORADIO DOPO 30 MINUTI
Da un E-Mail:."... vorrei che l'autoradio si spegnesse dopo 30 minuti dallo spegnimento del quadro dell'auto ... "
POSSIBILE SOLUZIONE

In presenza di +12V del quadro Q1 attraverso R3 risulta polarizzato e RL1 eccitato così da fornire tensione alla radio. Attraverso D3 il pin 12 del CD4060 e mantenuto alto così il 4060 è tenuto resettato e non avanza il suo conteggio e il pin 3 permane a livello 0. Quando il +12V del quadro viene a mancare Q1 è mantenuto polarizzato da R2 attraverso il diodo zener da 5V1 e il pin 12 del 4060 va basso attraverso R5 e può iniziare la temporizzazione determinata dal clock che dipende da C3 e T1, dopo 8192 clock il pin 3 va a livello alto e Q2, polarizzato da R4, satura abbassando il potenziale del catodo del diodo zener sotto i 5V1 interdicendo così Q1 e aprendo il relè che spegnendo l'autoradio.

Seconda soluzione

Con la presenza del +12V proveniente dal quadro, attraverso D1 e R3 polarizzo la base di Q3 che satura eccitando RL1 che chiude il contatto fornendo tensione all'autoradio.
D7 mantiene carico C1 da 100uF che rimane carico anche dopo che il +12V del quadro viene a mancare mantenendo polarizzato Q1 che saturando manda, attraverso R2, in conduzione Q4 che tiene alto il potenziale sul catodo del diodo zener DZ1 da 5V1 che conducendo mantiene sempre polarizzato Q3 e il relè RL1 permane eccitato e l'autoradio continua a funzionare.
Infatti Q2 rimane interdetto, avendo R9 collegato al collettore di Q3 saturo e dunque con Vce quasi nulla, e lascia immutato il potenziale sul catodo del DZ1. Quando C1 scaricandosi scende sotto i 2 V, dopo un tempo di circa 30 minuti regolabile con T1, Q1 comincia da saturo a passare verso la poca conduzione e così pure Q4 conduce meno fornendo meno corrente a Q3 che tende ad alzare la sua Vce. Quando questa Vce sale attorno a 2 V, Q2 tende a condurre abbassando attraverso R7 il potenziale sul DZ1.
Si innesca una reazione che in un attimo porta Q2 in conduzione quanto basta per interdire DZ1 scendendo la tensione sotto i 5V1 così da interdire Q3 e diseccitando RL1 che spegnerà l'autoradio.
Al ritorno del +12V del quadro anche se Q2 è saturo, D1 R3 portano la base di Q3 ad un potenziale sufficiente per mandare in conduzione Q3 da interdire Q2 ed eccitare RL1 e il ciclo si ripete.

Terza soluzione

Con la presenza del +12V proveniente dal quadro, attraverso R4 Q2 è polarizzato e conduce tenendo il pin 2-6 a livello basso garantendo pin 3 di U1 a livello alto. Attraverso D4 e R1 Q1 satura ed eccita RL1 fornendo tensione alla radio. Quando viene a mancare il +12V del quadro Q1 continua a rimanere saturo ricevendo corrente attraverso D3 e R1. Q2 ora senza + del quadro si interdice e i due condensatori sui pin 2-6 di U1 possono cominciare a caricarsi e dopo un ritardo di 30 minuti regolabile con T1 raggiunge il livello di commutazione di U1 che manderà basso il pin 3 così che Q1 non potrà più ricevere polarizzazione e dunque si interdice diseccitando RL1 spegnendo l'autoradio.


 ALZAVETRI PER AUTO
Da un E-Mail:.".... Facendo una pressione lunga, cioè di qualche secondo, il vetro deve alzarsi o abbassarsi tutto e se possibile ad una nuova pressione mentre è in movimento bloccarsi.
Se fosse possibile  si dovrebbe bloccare quando va sotto sforzo, il motore  funziona ad inversione di polarità..."

POSSIBILE SOLUZIONE

Con pigiata corta va tanto quanto tengo pigiato e a colpetti porto il vetro dove voglio,
se pigio lungo dopo un paio di secondi anche se mollo fa tutta la corsa fino a sotto sforzo.
Normalmente pin 3 e pin 4 di U2 sono a livello 0V e vanno a livello alto uno alla volta solo se pigiando il pulsante a lungo faccio caricare C1 o C2 a livello alto (tempo regolabile da T1 o T2) e pertanto pin 11 di IC1D o pin 3 di IC1A da livello alto passa a 0.
Quando pigio il pulsante o SU o GIÙ IC1C o IC1B mandano alto i relativi pin 10 o pin 4 che attraverso R9 o R10 polarizzano o Q1 per far salire o Q2 per far scendere, questo avviene immediatamente, se mollo prima del tempo lungo il livello sui pin 10 o 4 tornano a 0 e Q1 o Q2 si interdicono e i relè tornano a riposo e il motore si ferma ..
Superato il tempo lungo anche se mollo IC2A-D formano una memoria che mantengono alto il pin3 e Q1 eccita il relè per la salita così farà pure IC2B-C .. quando arriva sotto sforzo la corrente aumenta e sulla 0,1 Ohm (2 da 0,22 in parallelo) nasce una caduta superiore ad 1V che tramite il trimmer T3 polarizza Q3 che tramite D4 e D6 azzera C1 e C2 e tramite D5 manda basso i pin 8 e 12 di IC2 azzerando la memoria impostata e ferma il motore.    Se il motore si sta muovendo per arrivare a fine corsa se pigio un istante o UP o DW tramite o D1 o D2 e C3 faccio arrivare un impulso di azzeramento sui pin 8 e 12 di IC2 azzerando la memoria attiva in quel momento e il motore si ferma.

Per evitare che, mantenendo premuto il pulsante UP o DW, ci sia un assorbimento anche a motore arrivato a fine corsa si può aggiungere la seguente variante 

appena Q3 satura perché il motore va sotto sforzo Q1 della variante va in conduzione ed eccita il relè che toglie alimentazione ai BDX così da interdire sial il relè Up che quello DW fermando il motore anche se permane ancora il pulsante premuto


 TIMER PER ELETTROVALVOLA BISTABILE
Da un E-Mail:."..... con un pulsante start parte il timer e da l'impulso positivo alla valvola che si apre, a fine temporizzazione regolabile con un trimmer deve avvenire un impulso di segno opposto che la fa chiudere,  l'impulso deve essere di almeno 25 ms, il tutto alimentato a 9Vcc tramite alimentatore esterno.."
POSSIBILE SOLUZIONE

PDF elettrovalvola


 AUTOMATISMO LUCI AUTO
Da un E-Mail:.".. ... se era possibile costruire un circuito che alla chiusura e all'apertura delle porte dell'auto mi si accendono le luci di posizioni e gli anabbaglianti per un tempo di 20-25 secondi subito dopo lo spegnimento delle frecce.
Esempio: esco dall'auto la chiudo, dopo che le frecce lampeggiano si accendono i fari per 20-25 secondi; Apro l'auto, dopo il lampeggio delle frecce si accendono i fari per 20-25 secondi, se io entro in auto prima di questo tempo, all'accensione del quadro mi deve far spegnere i fari.

P.S. È possibile aggiungere una fotoresistenza facendo così far funzionare il circuito solo di sera.. .."

POSSIBILE SOLUZIONE

Il contatto NA di RL2 va messo in parallelo al contatto già presente in auto per l'accensione dei fari. La foto resistenza va sistemata in zona già in ombra anche di giorno in maniera che offra qualche KOhm di resistenza che diventano poi almeno 10 o 20 KOhm di notte, con T2 si può regolare la sensibilità della fotoresistenza.


 INVERTE  MARCIA DEL MOTORE  SE AUMENTA LA CORRENTE
Da un E-Mail:.".. ho un moto riduttore a 12v che assorbe circa 0,5 A, quando lo sforzo  assorbe circa 0,7 ..0,8 A . Vorrei riconoscere questo aumento per invertire il senso di marcia .."
POSSIBILE SOLUZIONE

C2 va aumentato di valore se allo spunto di partenza dovesse riconoscere già l'aumento di corrente invertendo il senso di marcia.
Il primo relè interrompe l'alimentazione prima di ripartire dopo l'inversione di marcia per evitare repentini cambi di rotazione, per un tempo che dipende dal valore di C3.


 ACCENSIONE E SPEGNIMENTO GRADUALE A RAMPA DI UN LED 12V - 5A
Da un E-Mail:."..   Mediante un pulsante vorrei accendere e spegnere gradualmente un led da 12V 5A. All'accensione si deve eccitare anche un relè che si dovrà diseccitare allo spegnimento e un secondo relè si eccita a led completamente acceso e si spegne a led completamente spento.."
POSSIBILE SOLUZIONE

Due gruppi di led in accensione e spegnimento in successione  con salita e discesa automatica.


 ON OFF CON UN SOLO PULSANTE + TAIMER PER SPEGNERE DOPO 5/8 ORE
Da un E-Mail:."..  Vorrei accendere una lampada in giardino quando si presenta una tensione a 24V ac che permane per circa 1 minuto e vorrei che si spegnesse dopo un tempo regolabile tra 5 e 8 ore ma desidero anche poter accendere e spegnere con un pulsante. Indipendentemente da chi accende, se non spenta manualmente con il pulsante, si deve spegnere al termine del tempo impostato con il timer..."
POSSIBILE SOLUZIONE


 UN ALTERNATORE A 12V RICARICA DUE BATTERIE IN SERIE
Da un E-Mail:.".. su una macchina operatrice ho due batterie d'auto a 12V ma sul motore dispongo di un alternatore per la ricarica di una sola batteria. Vorrei uno schema in grado di caricarle entrambe ..."
POSSIBILE SOLUZIONE

L'alternatore viene scambiato una volta su una batteria e una sull'altra ogni circa 7 minuti


 RUOTA DELLA FORTUNA
Da un E-Mail:.".. premere un pulsante e accendere casualmente un led su dieci possibili..."
POSSIBILE SOLUZIONE


 ELETTRO VALVOLA COMANDATA IN CORRENTE 4-20 mA
Da un E-Mail:.".. ho una elettro valvola non proporzionale solo ON-OFF vorrei renderla proporzionale regolabile con un segnale 4 - 20 mA ..."
POSSIBILE SOLUZIONE


 INDICATORE PER GALLEGGIANE AUTO
Da un E-Mail:.".. ho un vecchio contagiri che in realtà è un voltmetro che ha un'escursione di 300 gradi che segna da 0 volt a 2,5 volt fondo scala e assorbe circa 20 milliampere, vorrei comandarlo con un galleggiante della benzina che è un trimmer che a serbatoio pieno segna 330 Ohm e vuoto 0 ohm, la vettura ha un impianto da 6 volt ..."
POSSIBILE SOLUZIONE


 MOTORE AVANTI INDIETRO CON FINE CORSA
Da un E-Mail:.".. con un pulsante faccio girare un motore in un senso fino al suo fine corsa  e con un altro pulsante gira nell'altro senso fino all'altro fine corsa ..."
POSSIBILE SOLUZIONE


 RICONOSCE QUANDO UN MOTORE GIRA A 900 GIRI AL MINUTO
Da un E-Mail:.".. quando un motore gira a 900 giri al minuto deve scattare un relè, ho a disposizione un impulso al giro ..."
POSSIBILE SOLUZIONE


Usare T2 un multigiri e pretararlo a metà corsa (50 KOhm) poi regolare T1 circa a 2,8 MOhm, posizionare JMP sulla posizione 1 e ritoccare T2 affinché si contino 31 lampeggi del led L1 in un minuto.  Spostare JMP sulla posizione 2 e verificare che con il motore a 900 giri/m,  L2 si accende ogni circa 30 secondi per un breve tempo assieme a L1.  In queste condizioni il relè rimarrà eccitato fino a quando i giri caleranno rispetto ai 900 g/m.    Ai fini del riconoscimento sarebbe sufficiente regolare T2 (T1) affinché ogni 30 secondi circa si accendesse L2 e si eccitasse il relè ma è bene trovare la regolazione di T2 che accenda pure L1 subito dopo L2 per un breve istante.  Questa è la condizione sicura che riconoscerà quando il motore starà girando a circa 900 giri al minuto anche se dovessero calare o aumentare entro +/- 2 % circa


 UN SOLO PULSANTE PER DUE FUNZIONI
Da un E-Mail:.".. con un solo pulsante di comando vorrei ottenere due funzioni:
se premo brevemente eccita ogni volta un relè per circa 1 secondo, se invece premo per un tempo più lungo di qualche secondo ogni volta fa commutare il livello di una uscita che vorrei usare per accendere o spegnere una lampadina con mosfet..."

POSSIBILE SOLUZIONE


Vedi qui sopra                   Correlato


 CHIUDE RELÈ 5 MINUTI OGNI 30 GIORNI
Da un E-Mail:.".. ho bisogno di un contatto che si chiude 5 minuti una volta al mese..."
POSSIBILE SOLUZIONE


Regolare il trimmer T1 circa a metà strada per avere 79 lampeggi  del Led L1   in un minuto
Si avrà così che ogni 30 giorni il relè resta chiuso per 5 minuti abbondanti.      Altri esempi

Se  T1 = 1 MOhm e se si usa il pin 4 sul secondo 4060 il relè resterà ON 15 minuti ogni 8 ore;  collegare il led sul pin 15  e regolare T1 per avere il led 28 sec acceso e 28 spento


 ADATTAMENTO  SEGNALE  GALVANOMETRO PER  SISMOGRAFO
Da un E-Mail:.".. ho un galvanometro a pennino scrivente che si sposta tutto a sinistra fino a fondo scala applicando circa +7 volt viceversa si muove a destra fino a fondo scala dando circa -7v.
Vorrei adattare questo strumento all'uscita del sismografo di Nuova Elettronica (Riv. 195) dove ho normalmente 6 volt a riposo che può salire a +7V o scendere a +5V cioè +/- 2V per forte scosse sismiche...."

POSSIBILE SOLUZIONE


Con il circuito di Nuova Elettronica attaccato a Vin +6V regolare T1 per avere 0 in uscita cioè pennino al centro
 Poi si stacca dal circuito di NE e si manda all'ingresso, con alimentatore variabile, +5V o +7V verificando che compi l'escursione prevista.   Per eventualmente dosare i guadagno sostituire R6 con un trimmer da 22 K e una R in serie da 10K


 USCITE CHE CICLANO PER LUCI DIMMERABILI
Da un E-Mail:.".. un circuito che partendo da una tensione di 24V c.a. mi fornisca 10V c.c. su 8 uscite che dovrebbero eccitarsi in sequenza 1,2,3,4,5,6,7,8 ( possibilmente con un tempo di sequenza regolabile) seguita da un eccitazione simultanea di tutte e 8 le uscite con effetto lampeggio regolabile anche quello per poi ritornare alla sequenza iniziale.  Il circuito dovrebbe andare a pilotare un vecchio dimmer luci al quale sono collegate 8 lampadine da 24V c.c..."
POSSIBILE SOLUZIONE


Le 8 uscite una alla volta vanno a circa 10V dopo l'ottava si spengono per un clock (tempo che dipende dal T1)
poi inizia un tempo regolabile con T2 entro il quale tutte le uscite vanno da 0V a 10V con frequenza di lampeggio regolabile con T3
finito T2 ricomincia la prima uscita a salire fino all'ottava e poi si ripete tutto.


 RELÈ SEMPRE ECCITATO SE PERMANE VIN
Da un E-Mail:.".. ho un segnale Vin che può salire a 5V o scendere a zero, se scende a 0V per un tempo superiore a quello impostato (0,2 - 2 secondi) il relè si diseccita e resta fino a che non resetto con P1 .."
POSSIBILE SOLUZIONE


Fino a che Vin non resta a 0V per un tempo superiore a T1 il transistore Q1 tiene C2 scarico pertanto il pin 3 del 555 resta alto e Q2 saturo e il relè sempre eccitato.  Se C2 attraverso R1 e T1 riesce a raggiungere la soglia di 2/3 Vcc l'uscita pin 3 va bassa, interdice Q2 e il relè si diseccita.  Il pin 3 tiene basso pure il pin 4 e il 555 rimane in quelle condizioni anche se si ripristina Vin, per ritornare con relè eccitato bisogna resettare con P1.


 CICALINI CON RITMO E TEMPI DIVERSI
Da un E-Mail:.".. quando chiudo il primo interruttore I1  suona un cicalino per 3 secondi regolabile con T1 a  ritmo lento e poi smette; appena chiudo il secondo interruttore  suona un secondo cicalino con ritmo  più veloce  per 5 secondi regolabile con T2..."
POSSIBILE SOLUZIONE
Quando si chiude l'interruttore il 555 subito inizia a generare un'onda quadra che da e toglie tensione al cicalino con cadenza che dipende dalla costante di tempo R5 C4  per il primo e R10 C6 per il secondo. Intanto attraverso R1 T1 il condensatore C1 si carica e al superamento di circa 6,2V (Vz+Vbe) il transistore satura portando il pin 4 a massa bloccando le oscillazioni del 555.


 COMANDO RELÈ PASSO PASSO CON GSM
Da un E-Mail:.".. come comandare un passo passo quando un GSM riceve una chiamata.."
POSSIBILE SOLUZIONE

Quando il GSM riceve una chiamata si illumina il display e la FR polarizza Q1 che trascina  a massa, attraverso C1,  la base di Q2 che conducendo polarizza pure Q3 che eccita RL1.  Q3 polarizza pure il BDX54 mentre i  contatti di RL1 chiudono a massa la bobina di RL2 che riceve un impulso pari a Vcc + Vc  (Vc = tensione sul condensatore da 2200uF).

Esaurito la carica di C1 anche se il display resta illuminato, Q2, Q3 e il BDX si interdicono e tutto torna nella norma e il 2200 uF si ricarica attraverso 1N4007, R7 e la R6, pronto per il prossimo impulso. Altri circuiti telefonici


 ACCENSIONE  SPEGNIMENTO  MODEM  E  H.D.
Da un E-Mail:.".. Vorrei che azionando un interruttore sulla linea 230Vac mi accendesse un modem e un H.D. ma allo spegnimento lo spegnimento dell'H.D. avvenisse con un certo ritardo.."
POSSIBILE SOLUZIONE


 TIMER CON PULSANTE START E LED DI SEGNALAZIONE
Da un E-Mail:."..  un temporizzatore che si attivi se il pulsante di start resta premuto per un tempo impostabile da 1 a 10 secondi, dopo questo si attivi un relè e accenda un led per un tempo impostabile da 1 a 180 secondi e finito questo tempo si metta in uno stato di inattività (segnalato da un altro led) per un tempo impostabile da 1 a 30 minuti. Finito questo ciclo si metta in
attesa di un successivo segnale del pulsante .."

POSSIBILE SOLUZIONE                 Altri timer


 PSICHE LED
Da un E-Mail:.".. uno schema per fare funzionare dei led ad alta luminosità a ritmo musica .."

POSSIBILE SOLUZIONE


Si sono creati due canali uno che funzionerà per segnali medio-bassi e uno medio-alti    Altri circuiti luci


 ACQUARIO - COMANDO POMPE PER ONDE MARINE
Da un E-Mail:.".. avere la possibilità di variare i 4 intervalli di solo pochi secondi (max 4-5sec.).
I tempi T4 e T3, sono le variazioni graduali in aumento e diminuzione della tensione per la  pompa che  creerà una vera e propria onda in acquario.
In assenza di luce, questi controller tramite una piccola fotocellula alimentano la pompa alla minima tensione senza nessuna oscillazione .."

POSSIBILE SOLUZIONE


T1 = tempo alto 12V
T2 = tempo basso 6V
T3 = tempo della discesa
T4 = tempo della salita
T5 = livello dei 6 V
T6 = sensibilità luce /notte      Altri circuiti


 UN PULSANTE DUE RELÈ
Da un E-Mail:.".. con un solo pulsante vorrei comandare due relè.  La prima pigiata si eccita  solo il primo relè che resta eccitato solo fino a che tengo premuto il pulsante.  La seconda pigiata, viceversa, eccita il secondo relè che resta eccitato solo fino a che tengo premuto il pulsante. .."

POSSIBILE SOLUZIONE

Altri circuiti a relè


 MISURA DI TEMPERATURA CON ADC DI UN MICRO
Da un E-Mail:.".. come misurare la temperatura da -40 a +100 °C con un microprocessore utilizzando la sonda LM335 .."

POSSIBILE SOLUZIONE


 TIMER PER AZIONAMENTO ELETTROVALVOLA AUTO
Da un E-Mail:.".. quando si spegne il motore di una certa auto si dovrebbe azionare l'elettrovalvola + ventola che fanno fluire aria fresca all' interno del carburatore in modo da non far evaporare la benzina , fino a quando un sensore non registra la temperatura di 55 gradi.
( secondo il costruttore il sistema  dovrebbe funzionare solo a motore spento , ma ha sempre funzionato anche a motore acceso).  Il problema è che quando si accende il sistema elettrovalvola a motore acceso, mi fa perdere aria compressa proveniente dalla turbina o meglio dall' intercooler che va nel carburatore causando perdita di potenza.
Vorrei un circuito che fa funzionare questo solo quando spengo il quadro per un tempo di circa 30 minuti.."
POSSIBILE SOLUZIONE


Altri timer


 SIMULA TROMBA AIR HORN DA STADIO
Da un E-Mail:" .. genera un segnale con  suono simile ad un AIR-HORN da stadio.. "
POSSIBILE SOLUZIONE

Altri circuiti sonori


 ACCENDE A Vbat= 13,2 E SPEGNE A Vbat= 12,3V
Da un E-Mail:" ..  dispongo di un trasmettitore APRS funzionante a 12V da installare in macchina. Il dispositivo lo vorrei installare nel baule in quanto mi arriva una linea da 12V che mi alimenta RTX, la linea ha costantemente alimentazione e mi troverei il trasmettitore APRS a trasmettere inutilmente anche quando la macchina è in garage; è possibile realizzare un circuito che in base alla tensione rilevabile sulla linea agisca da interruttore? .."

POSSIBILE SOLUZIONE          Vedi anche qui

Al posto del MOS se preferisci puoi mettere un relè tra +12V e pin 7 del 555
(il mos però è meglio e puoi usare uno qualsiasi di tipo P con bassa Rds)     Altri circuiti per batt.

Per la taratura a motore fermo da almeno 10 minuti (eventualmente accendere i fari per 10 secondi) regolare Tmin per avere sul pin 2 una tensione di circa 2,7V.   Accendere il motore e regolare Tmax per una tensione sul pin 6 di 5,4V o fino ad avere +12V in uscita spegnere il motore e aspettare e vedere se si spegne l'uscita eventualmente diminuire con Tmin la tensione sul pin 2 fino a spegnere l'uscita.


 CARICA BATTERIA TAMPONE CON LIMITAZIONE DI CORRENTE
Da un E-Mail:" .. un regolatore di carica batterie  dove regolo la tensione  poi lo posso dimenticare attaccato alla batteria senza che superi il valore impostato e con limitazione della corrente..."
POSSIBILE SOLUZIONE

 Per correnti fino a 5A

SPIEGAZIONE
dobbiamo partire dal fatto che per limitare la corrente dobbiamo abbassare il potenziale sul pin Aj del 317 e questo lo può fare il transistore se va in conduzione abbassando la sua Vce.
Un transistore comincia a condurre quando la sua Vbe (base emettitore) raggiunge circa 0,6V e più questa aumenta massimo 0,8/0,9V va in saturazione tirando a 0V il pin del 317.

La Vbe del transistore  proviene dalla caduta di tensione sulla R da 6,8 ohm .
Questa caduta di tensione sarà 0,68V se passa una corrente di 0,1A se il trimmer è girato tutto verso il - cioè preleva tutta questa tensione la Vbe sarà pure circa 0,68V sufficiente a far condurre il transistore che abbassando il pin del 317 fa diminuire la tensione di uscita tanto quanto basta per non lasciare aumentare oltre la corrente.

Se ora il trimmer è girato tutto verso il + (R da 330 Ohm) prelevo meno tensione e avrò ancora una Vbe che supera 0,6V quando anche sulla 330 Ohm ho appunto circa 0,68V quando nella R da 6,8 Ohm passeranno circa 0,7A infatti ora la caduta di tensione sulla 6,8 sarà circa 4,76V che ripartita tra la 2K2 e la 330 Ohm avrò sulla 330 circa 0,6 V che farà cominciare la conduzione del transistore, per avere una Vbe di 0,68 in realtà la corrente sarà un po' più di 0,7A.

TARATURA
Regolare la tensione in uscita di fine carica con il potenziometro P1 mettendo in uscita un multimetro e la corrente con P2 mettendo in uscita in serie alla batteria un multimetro in portata corrente continua.

La tensione in entrata al 317 è bene non sia troppo elevata rispetto a quella di fine carica bastano 4 o 5V in più anche in funzione della corrente e della caduta sulla 6,8 Ohm.
Il 317 comunque va alettato.

Un classico utilizzo è quello di una batteria tipo per impianto d'allarme mantenuta in carica-tampone a tensione costante di 13,8V.  Se dovesse scaricarsi per mancanza di rete al ripristino del 230Vac si ricarica ma con limitazione di corrente impostata con P2.
Realizzazione pratica


[ Soluz.1 ] [ Soluz. 2 ] [ Soluz. 3 ] [Soluz. 4] [Soluz. 5] [Soluz. 6] [Soluz. 7] [Soluz. 8]  [Soluz. 9] [Soluz. 10] [Soluz. 12] [Soluz. 13] [Soluz.14]

[ Return ]     [ Le mie pagine ]     [ Avvertenze ]