Logo del sito i2viu

SOLUZIONI ELETTRONICHE - DESIGNE IDEAS
© by Vittorio Crapella - i2viu

Google cerca in queste pagine:                 

IL CONTENUTO DI QUESTE PAGINE É STATO RILASCIATO A PURO TITOLO HOBBISTICO O DI STUDIO E L'AUTORE NON SI ASSUME NESSUNA RESPONSABILITÀ ESPLICITA O IMPLICITA RIGUARDANTE INCIDENTI O CONSEGUENTI POSSIBILI DANNI DERIVANTI DALL'USO DI QUANTO ESPOSTO. CHI REALIZZA E UTILIZZA SCHEMI O CIRCUITI DESCRITTI IN QUESTE PAGINE LO FA COME SUA LIBERA SCELTA ASSUMENDOSI TUTTE LE RESPONSABILITÀ CHE POSSONO DERIVARE.       LEGGI DISCALIMER

[Soluz. 1] [Soluz. 2] [ Soluz. 3 ] [Soluz. 4] [Soluz. 5] [Soluz. 6] [ Soluz.7 ] [Soluz. 9] [Soluz. 9] [Soluz. 11] [ Soluz.12 ] [Soluz. 13] [Soluz. 14] [Soluz. 15] [Soluz. 16] [Soluz. 17]

Prima di far richieste LEGGERE                             Approfondimenti sulla SICUREZZA


 SEGNALAZIONE ALLARME INSERITO O DISINSERITO
Da un E-Mail:" .. ho una centralina d'allarme, che quando viene inserita manda 12V a due morsetti per tutto il tempo che rimane armata, la tensione torna a 0 quando si disinserisce il tutto.
Vorrei comandare un LED con lampeggio diversificato che mi indicasse lo stato dell'allarme, nei pressi del cancello d'ingresso, sia quando armo l'allarme sia quando viene azionato il cancello prima di entrare nel raggio d'azione dei sensori esterni.
POSSIBILE SOLUZIONE


 SEGNALAZIONE LAMPEGGIANTE SWIPPATO
Da un E-Mail:" .. un circuito che quando viene alimentato da e toglie tensione a 12Vcc tipo lampeggiante ma che più passa il tempo più lampeggia veloce con una durata regolabile attorno ai 25 secondi.."
POSSIBILE SOLUZIONE


Quando il circuito riceve tensione C1 è scarico e il pin 9, del 4046 usato come oscillatore controllato in tensione (VCO), è a potenziale basso e pertanto sul suo pin 4 nasce un'onda quadra con la frequenza più bassa.  Agendo sul valore di C3 posso scegliere la frequenza minima desiderata.  C1 riceve una carica rapida ad un valore di circa 2V dal partitore R1 e R2 attraverso D3, questo per evitare un periodo morto dove il 4046 non riconoscendo la Vmin sul pin 9 non oscilla.  Ora C1 prosegue la sua carica facendo salire contemporaneamente la tensione sul pin 9 linearmente essendo caricato a corrente costante generata da Q1.  Ne consegue che man mano passa il tempo il 4046 aumenta la frequenza dell'onda quadra generata sul pin 4.   Quando C1 raggiunge una tensione di carica pari a quella fissata con T1 sul pin 5 del 555 quest'ultimo fa scattare il suo Flip-Flop interno e manda basso il pin 7 che inibisce all'onda quadra del pin 4 di raggiungere la base del Q2 e pertanto si blocca il lampeggio e l'eventuale bip se viene collegato anche un buzzer tra il collettore del Q2 e Vcc.   Quando si toglie tensione C1 viene scaricato rapidamente da D4 sul resto del circuito così da essere pronto per un prossimo ciclo.


 COMANDO DUE MOTORI ORIENTAMENTO PARABOLA
Da un E-Mail:".. vorrei comandare l'orientamento di una parabola per camper con due motori comandati da relè a 12V e relativi fine corsa ma il tutto va sistemato vicino alla parabola e con il minor numero di fili possibile avere nell'abitacolo due deviatori con zero centrale, uno per motore e due led per sapere quando arrivo in fine corsa.."
POSSIBILE SOLUZIONE

 

SPIEGAZIONE
Premettiamo che i deviatori di comando MOT1 e MOT2 debbano essere azionati uno per volta per avere indicazioni corrette dei led.

Inoltre quando si accende un LED di fine corsa andrà fatto girare il motore nel senso opposto per non lasciarlo in fine corsa per non compromettere l'indicazione di fine corse dell'altro motore.

 

Supponiamo di muovere il motore M1 con MOT1 sulla posizione A (avanti):

in queste condizioni D1 e D2 conducono e vanno ad alimentare RL1i (inverte) e RLm (marcia) e il motore gira in avanti cioè verso il fine corsa FC1.  Quando arriva a far commutare FC1 il +12V del FC1 non va più al motore che si fermerà ma va ad R5 che attraverso la resistenza di RL2m che si chiude a massa crea sul punto C una tensione di circa 2V (per fare che ciò avvenga la R della bobina di RL2m dovrà essere circa un quinto di R5), il punto C va a finire sullo Zener Dz2 e R3 pertanto Q1 viene polarizzato e va in conduzione accendendo il led M1 di fine corsa motore 1 perché sul punto B ho 12V e pertanto Dz1 può condurre e lasciar passare corrente attraverso R1 da accendere il led M1.

In queste condizioni Dz2 alimentato con 2V non può condurre e  il led M2 non potrà accendersi anche se Q2 potrebbe condurre essendo polarizzato da R4 proveniente dal punto B che si trova a 12V.

 

Stessa cosa avviene anche se il deviatore MOT1 dovesse essere girato sulla posizione I (indietro) ma questa volta il motore girerebbe verso FC2 perché il relè RL1i  non è eccitato.    Pure FC2 commutando a fine corsa tutto indietro, manda il +12V alla R5 che come nell'altro caso alimenta il punto C a circa 2V e causando l'accensione del led M1 ad indicare l'avvenuto fine corsa.

In entrambi i casi come già detto girerò MOT1 un attimo sulla opposta posizione fino a spegnere il led d  fine corsa.

 

Ora si può ripetere lo stesso ragionamento riferendoci al MOT2 che farà girare il motore Su e Giù causando a fine corsa l'accensione del led  M2 infatti questa volta è la R6 a far nascere 2V sul punto B interdicendo il diodo Dz1 mentre Dz2 può condurre e accendere il led M2 essendo Q2 in conduzione perché polarizzato da R4 collegata ai 2V del punto B. 

Enrico l'ha realizzato e mette a disposizione i PCB COMANDI -LP   COMANDI foto    RELÈ -LP    RELÈ foto


COMANDO TEMPORIZZATO PER ELETTOVALVOLA GAS ARGON
Da un E-Mail:" ..una saldatrice Tig che per saldare ha bisogno del gas inerte ARGON questa saldatrice però non ha la regolazione del postgas praticamente dopo il punto di saldatura il gas continua a uscire per 7/8 secondi quando ne bastano 2 al massimo 3 secondi di postgas, mettere le mani nella saldatrice lo escludo (anche perché è in garanzia) allora ho pensato di agire dall'esterno con una elettrovalvola .."
POSSIBILE SOLUZIONE


 COMANDO RELÈ FINDER A 230V CON LINEA A 24V
Da un E-Mail:" .. Mi servirebbe interporre tra pulsanti di comando e un relè Finder 13.71.xx un qualcosa che mi possa far azionare tale dispositivo con comando a 24V isolato dalla rete. Se e possibile rendere luminosi i pulsanti utilizzando la stessa linea bifilare di comando a 24V.
POSSIBILE SOLUZIONE


Una soluzione si ottiene usando un relè piccolo in continua a 24V supplementare oppure utilizzando un triac comandato da un MOC.


 RELÈ MONOSTABILE O BISTABILE A PULSANTE
Da un E-Mail:" .. dovrebbe funzionare così il circuito è alimentato a 24V in continua ogni pulsante dovrebbe comandare il proprio relè la funzione monostabile o la funzione bistabile dovrebbe essere selezionabile tramite dei microinterruttori, il monostabile dovrebbe durare solo il tempo che si tiene premuto il pulsante, mi servirebbe anche la segnalazione led acceso quando il relè è eccitato ci devo comandare sei elettrovalvole ..
POSSIBILE SOLUZIONE  semplice di tipo elettromeccanica

POSSIBILE SOLUZIONE  di tipo elettronica


Si devono utilizzare un CD4069 ogni due elettrovalvole


 COMANDO MOTORI TEPORIZZATI  PER ACQUARIO
Da un E-Mail:" .. Con due switch di DS1 abilito in ON o OFF Motor 1 o Motor 2 (switch chiuso=OFF aperto=ON).  Quando do tensione al circuito se i due switch di DS1 sono aperti,  parte il Motore 1 per un tempo regolabile con trimmer T1 tra 1 minuto e 5 minuti, poi passa al Motore 2 che partirà in ritardo (T2) di 1 minuto e andrà minimo 15 secondi regolabili con T3 o massimo 135 sec.  in funzione degli 8 switch di DS2 (15 sec. ogni switch chiuso).    Se lo switch 1 di DS1 è chiuso e lo switch 2 di DS1 è aperto il Motore 1 rimane OFF e Motore 2 parte subito senza ritardo e va in base agli switch di DS2, al termine del ciclo rimane tutto OFF fino alla prossima attivazione dell'alimentazione.     Per assurdo se DS1 ha i due switch chiusi i motori rimarranno sempre OFF.
POSSIBILE SOLUZIONE


SPIEGAZIONE
Quando viene fornito tensione +12Vdi alimentazione con il contatto del timer esterno, se lo switch 1 di DS1 e aperto i diodi D1, D2 e D4 sono interdetti e pertanto C1 è libero di caricarsi attraverso R1 e T1 mentre l'uscita pin 3 di U1 rimane alta tale da polarizzare Q1 ed eccitare RL1 per avviare il motore 1.  Pure Q2 è polarizzato da R5 e conduce tenendo C2 scarico così che pure pin 3 di U2 è a livello alto e polarizza Q3 che conducendo tiene scarico C3 e interdetto Q4 attraverso D6 cioè motore 2 ancora fermo.
Quando C1 raggiunge la soglia sufficiente dopo un tempo regolabile con T1 tra 1 e 5  minuti, pin 3 diu U1 va basso accendendo il led L2 per indicare che il motore 1 si è fermato infatti Q1 si interdice diseccitando  RL1 che ferma il motore1.    Pure Q2 a questo punto si interdice liberando C2 che può iniziare la carica per il ritardo di 1 minuto regolabile con il trimmer T2.    Trascorso questo tempo il pin 3 di U2 va basso accendendo L3 per indicare la fine del ritardo.   Il transistore Q3 si interdice liberando C3 e gli altri eventuali C4-C11 selezionati da DS2 che potranno caricarsi attraverso R11 e T3.   Pure D6 si interdice e Q4 va in saturazione polarizzato dal livello alto di pin 3 di U3 attraverso R13 e Dz3 così da eccitare RL2 e avviare il motore 2 che girerà per un tempo minimo di 15 secondi se gli switch di DS2 sono tutti aperti e pertanto il tempo è dato solo da C3 regolando T3.
Ogni condensatore C4-11 inserito a massa fa  incrementare il tempo di funzionamento del motore 2 di 15 secondi , se gli switch di DS2 sono tutti inseriti  il motore 2 si fermerà dopo 135 secondi (15 x 9).   Quando il pin 6 di U3 arriva alla soglia di commutazione il pin 3 di U3 va basso e Q4 si interdice, il relè RL2 si diseccita e il motore 2 si ferma.   Con pin 3 basso si accende anche il led L5 per indicare che il motore 2 si è fermato.     Se lo switch 1 di DS1 è chiuso si accenderà il led L1 per indicare che il motore 1 non dovrà girare rimanendo in OFF e in queste condizioni  D1 tiene bloccato la carica di C1 come pure D2 tiene interdetto Q1 e RL1 diseccitato per cui motore 1 OFF.   Pure D4 tiene interdetto Q3 pertanto questa volta se lo switch 2 di DS1 è aperto C3 può iniziare subito la sua carica come pure Q4 va subito in saturazione eccitando RL2 e il motore 2 parte immediatamente per il suo tempo in base ai C selezionati da DS2.   A fine ciclo in questo caso sarà acceso L1 che indica motore 1 OFF e L5 per indicare che il motore 2 ha fatto il suo ciclo e si è fermato.
Se fosse stato chiuso switch 2 e aperto switch 1 di DS1 avremmo subito L4 acceso per indicare motore 2 OFF e alla fine del ciclo avremmo acceso L2 per indicare che il motore 1 ha finito il suo ciclo.

CIRCUITO  SUPPLEMENTARE  CON  BUZZER PER SEGNALARE  GLI  EVENTI  CON  DEI  BIP

SPIEGAZIONE
Alimentando il circuito, R1 e R2 mandano a 0V gli ingressi di U1D e U1A pertanto il pin 11 di U1D e pin 3 di U1A restano a livello alto pertanto pin 4 di U1B va basso e pin 10 di U1C va alto, ne consegue che il BIP resta OFF. C1 e C3 attraverso i contatti NC di RL1 e RL2 si predispongono carichi a 12V mentre C2 e C4 restano scarichi.  Se scatta RL1 il deviatore A fornisce tensione al MOT 1 che si metterà in moto mentre il deviatore B collega C1 a R1 e pin12-13 di U1D che si portano a livello alto e restano fino a che C1 si scarica su R1, per tutto questo tempo il pin 11 di U1D va basso e il BIP si attiva per poco meno di 1 secondo. Quando RL1 torna a riposo spegnendo il MOT 1 il deviatore B unisce C2, che nel frattempo si era caricato a 12V, a R1 e pin 12-13 di U1D che andranno a livello alto fino a che C2 si scarica su R1.
Per tutto questo tempo pin 11 di U1D va basso e il BIP si attiva per poco meno di 2 secondi.
Dunque un BIP breve alla partenza di MOT 1 e un BIP più lungo quando MOT 1 si ferma.
Se scatta RL2 il deviatore A fornisce tensione al MOT 2 che si metterà in moto mentre il deviatore B collega C3 a R2 e pin1-2 di U1A che si portano a livello alto e restano fino a che C3 si scarica su R2, per tutto questo tempo l'oscillatore formato dai NAND U1A e U1B è abilitato ad oscillare pertanto sul pin 10 di U1C ho dei livelli bassi e alti che durano poco meno di mezzo secondo pertanto il BIP riuscirà ad emettere due BIP poi C3 scarico fa tornare pin 1-2 bassi e pin 3 alto pin4 basso e pin 10 alto cioè BIP in OFF. Quando RL2 torna a riposo spegnendo il MOT 2 il deviatore B unisce C4, che nel frattempo si era caricato a 12V, a R2 e pin 1-2 di U1A che andranno a livello alto fino a che C4 si scarica su R2. Per tutto questo l'oscillatore formato dai NAND U1A e U1B è abilitato ad oscillare pertanto sul pin 10 di U1C ho dei livelli bassi e alti che durano poco meno di mezzo secondo pertanto il BIP riuscirà ad emettere questa volta tre o quattro BIP fino a che C4 si scarica su R2 e fa tornare pin 1-2 bassi e pin 3 alto pin 4 basso e pin 10 alto cioè BIP in OFF. Dunque un 2 BIP alla partenza di MOT 2 e 4 BIP quando MOT 1 si ferma.  Per aver un numero desiderato ei BIP sarebbe opportuno mettere un trimmer da 2M2 al posto di R7.


 MOTORE GIRA 1 MINUTO  SI E UNO NO - OGNI VOLTA  INVERTE IL SENSO DI MARCIA
Da un E-Mail:" .. l'applicazione deve far girare il motore prima in un senso per un minuto, poi fa una pausa di un minuto poi parte nell'altro senso sempre per un minuto a ciclo continuo finché non tolgo l'abilitazione alla scheda. L'importante è che se il motore ha cominciato il minuto di funzionamento lo deve portare a termine in quel senso di marcia .. "
POSSIBILE SOLUZIONE


Dando tensione di rete si eccita il relè RL1 e parte il motore che gira per un minuto
(se non gira nel senso giusto la prima volta si può cambiare manualmente) poi fa una pausa di 1 minuto
(regolare il trimmer da 220K a circa metà corsa poi controllare il tempo e ritoccare se necessario)
poi eccita il Passo Passo Finder per cambiare senso di marcia e riparte per un ciclo ripetitivo.

Se  tolgo tensione di rete il temporizzatore si ferma e il relè RL1 se eccitato si diseccita fermando il motore,
ma quando ritorna la rete il relè riparte nella condizione come era prima di togliere tensione e il tempo ricomincia da dove era arrivato. Questo merito alla pila da 9V (alcalina o NiCd) che mantiene in tensione il CD4060.

MODIFICA:  Stesso funzionamento come quello sopra ma comandabile con un ingresso che abilita o no il ciclo.
Se IN va a +12V scatta RL1 e il motore parte e fa il suo ciclo con la pausa e termina il ciclo anche se viene a mancare l'abilitazione IN a +12V, termina predisponendo  il passo passo in maniera che al prossimo ciclo il motore girerà nel verso opposto al precedente ciclo.

FUNZIONAMENTO:
Dando tensione di rete il motore resta OFF perché U1A e U1D connesso a Flip Flop viene settato da C8, che porta pin 13 di U1D alto per un istante,  mandando a  livello basso i pin 11-8-9 e alto il  pin 3 di U1A.   Ne consegue che il pin 12 del 4060 attraverso R5 vede un livello alto pertanto U2 resta bloccato con le uscite pin 2 - 3  e 4 a livello 0V.    U1B, avendo il pin 5 a livello alto proveniente dal pin 3 di U1A, mantiene basso il pin 4 interdicendo Q1 e RL1 diseccitato cioè motore fermo.   Essendo pin 3 di U2 basso anche Q2 è interdetto e il PP non commuta.   D4-5 attraverso R9 tengono basso il livello pin 13 di U1D ininfluente sulla condizione del Flip Flop che permane nelle condizioni sopra dette.    Appena l'ingresso IN va alto a +12V il Flip Flop commuta portando basso il pin 3 di U1A e alto il pin 11 U1D e cosi resta anche se IN dovesse tornare basso fino a quando attraverso R10 arriverà un livello alto sul pin 13 di U1D; questo può avvenire solo finito un ciclo quando sia pin 3 e pin 4 del 4060 vanno alti rendendo ininfluente R9.
 Il pin 3 va alto dopo due minuti dall'abilitazione di IN e nel frattempo U1B, avendo pin 5 basso proveniente dal pin 3 di U1A e pure pin 6 proveniente dal 2 di U2 , manda alto il suo pin 4 superando la soglia del diodo zener Dz1  così da polarizzare Q1 che eccita RL1 e avvia il motore.   RL1 permane eccitato per 1 minuto (regolabile con P1)  fino a quando il pin 2 di U2 va alto e forza U1B a mandare basso il suo pin 4.   Comincia 1 minuto di pausa fino a quando il pin 3 di U2 va alto polarizzando attraverso R8 Q2 che eccita il finder PP per una frazione di secondo fino a che anche il pin 4 di U2 va alto, (predisponendo una rotazione del motore opposta alla precedente),  mandano alto il pin 13 dei U1D che fa commutare il FF mandano bassi i  pin 11-8-9 di U1 e di conseguenza alto il pin 10 di U1C che, attraverso C7, da un impulso +12V al pin 12 di U2 azzerando le sue uscite pin 2-3-4, parte così un nuovo ciclo.  Se però IN a questo punto fosse già tornato basso il sistema resterebbe resettato e RL1 disabilitato con motore fermo.


 DOPO 9 MINUTI  DI LINEA TELEFONICA OCCUPATA SI ACCENDE UN LED
Da un E-Mail:" .. collegare in parallelo ad una linea telefonica un avvertitore luminoso,(tipo Led) che si attivi dopo 9 minuti di conversazione e si spenga a conversazione ultimata .."

POSSIBILE SOLUZIONE

Con la linea libera a 48V il DIAC alimenta il diodo del 4N27 ad impulsi alla frequenza di circa 1 Hz e pertanto il condensatore da 470uF rimane sempre scarico e pertanto il pin 3 del 555 sempre alto e led spento.  Quando la linea viene impegnata da una telefonata la tensione scende sotto la soglia del DIAC e il 4N27 non riesce a tenere scarico il condensatore che dopo circa 9 minuti regolabile con il trimmer da 1M arriva alla soglia di commutazione e manda il pin 3 a massa accendendo il LED.  Appena la telefonata cessa il DIAC riprende a dare gli impulsi e la C resta scarica, il pin 3 alto e led spento.


 RITARDO RICONOSCIEMENTO NUMERO SQUILLI  - COMBINATORE TELEFONICO
Da un E-Mail:" .. la mia centralina antifurto, possiede un combinatore telefonico interno per poter essere gestita da remoto che risponde automaticamente a tutte le chiamate entranti dopo appena 7 squilli. Putroppo questo valore non è modificafile pertanto a volte capita che risponda prima l'antifurto di noi.
Cosa servirebbe ? Un circuito che rilevando la tensione dello "squillo" della telefonata entrante sulla linea, chiuda con un certo ritardo una specie di interruttore elettronico  in modo da ingannare la centralina ed il combinatore. In pratica vorrei fargli "sentire" i 7 squilli di cui ha bisogno per attivarsi, solo dopo che ne ha ignorati alcuni altri prima.. "

POSSIBILE SOLUZIONE

Il contatto del relè, a relè diseccitato, è normalmente chiuso e il combinatore è connesso alla linea telefonica.   Quando arriva uno squillo il fotoaccoppiatore fa scattare un flip flop NAND-D e C che porta a livello alto i pin 11- 8 polarizzando il BC547 eccitando il relè che apre il contatto e toglie la linea al combinatore.
Nel frattempo il pin 10 del NAN-C è a livello 0V e abilita il pin 12 del 4060 che può contare con il clock determinato dal trimmer T e C6 e dopo circa 8 secondi (con trimmer a metà corsa) il pin 4 del 4060 va a livello alto forzando il pin 4 NAND-B a 0V così da abbassare la tensione sul catodo del Dz1 interdicendo Q1 e diseccitando il relè che rimette la linea al combinatore che può iniziare a contare gli squilli.  Il sistema rimane in queste condizioni per un totale di 32 secondi dopo di che il pin 14 va alto e di conseguenza basso il pin 3 del NAND-B che resetta il fip-flop mandando i pin 11-8 a 0V e pin 12 del 4060 a 12V cosi da resettare pure il 4060 e il tutto è pronto per un prossimo evento.


 LED  DI  SEGNALAZIONE  INSERIMENTO ANTIFURTO AUTO
Da un E-Mail:" .. Vorrei segnalare l'inserimento dell'antifurto  sull'auto attraverso tre rapide accensioni di un gruppo di Led ad alta luminosità e con un rapido suono di un buzzer; quindi, in seguito, dovrebbe verificarsi soltanto una rapida accensione dei led ogni 30 secondi. Al disinserimento dell'antifurto una accensione ed un suono prolungato e poi più niente .."
POSSIBILE SOLUZIONE


Se aumento il valore di C6 aumenta il tempo di accensione led allo spegnimento dell'antifurto. 
Se aumento C5 o R4 aumenta il numero dei lampeggi all'inserimento dell'antifurto.  
Se invece di un buzzer si vuole comandare una sirena al posto dell'attuale buzzer si può inserire un relè
e con i suoi contatti dare e togliere tensione alla sirena      Circuito correlato

SPIEGAZIONE:
All'inserimento dell'allarme, chiudendo il contatto che porta a massa alimentando gli IC 4093 e 4060 con relativi componenti annessi, attraverso U1A genero sul pin 12 del 4060 un impulso positivo di reset che dura R3 C.   Ora il 4060 comincia ad oscillare e sul pin 7 ho un'onda quadra che passa attraverso U1C per tutto il tempo che U1B tiene alto il suo pin 4 essendo C5 ancora scarico pertanto sul pin 10 di U1C passano 3 impulsi poi basta perché C5 attraverso R4 si è caricato a livello alto mandando pertanto il pin 4 di U1B basso da bloccare la porta U1C.

Il pin 1 del 4060 ogni 30 secondi circa va a livello alto così che U1D manda basso per un istante il suo pin 11 che trascina basso, attraverso D3 e R8, la base del BDX54 che alimenterà i led.

All'apertura del contatto (allarme disinserito) il circuito degli IC diventa ininfluente mentre C6, con la sua tensione, attraverso R5, R6 e 7 polarizza Q1 che saturando porta basso ancora la base di Q4 attraverso D8, R8 accendendo fisso i led e inoltre pure la base di Q3, attraverso R12, va bassa  e Q3 satura alimentando il buzzer.


 TRENO  DI  IMPULSI  LED  PER  BARRIERA  INFRAROSSO
Da un E-Mail:" .. dovrei sostituire la parte TX di una barriera all'infrarosso che monta un LED infra e che genera un treno continuo di impulsi brevissimi distanti circa 1 mS il tutto alimentato a 24Vac.."
POSSIBILE SOLUZIONE


 TENSIONE DI RIFERIMENTO 100 mV
Da un E-Mail:" .. come posso avere una tensione di riferimento  di soli 100 mV piuttosto stabile .."
POSSIBILE SOLUZIONE


Con trimmer a metà corsa ritoccare per avere 100 mV desiderati  in uscita.
Per variazioni della tensione di alimentazione di circa il ±7 % la variazione in uscita resta entro l'±1 %.  L'utilizzatore che usufruirà della tensione di riferimento dovrà avere una impedenza non inferiore a 1KOhm.


 ALLARME TAGLIO CAVI
Da un E-Mail: ".. in alcune  sirene di allarme  è presente una "linea bilanciata" con una resistenza da collegarsi all'estremità di un doppino, se il doppino viene interrotto oppure cortocircuitato il sistema va in allarme. Esiste un circuito o un progetto che abbia simili caratteristiche? ... "
POSSIBILE SOLUZIONE


R1 e R2 devono essere di precisione all'1% o superiore.  R2 sarà quella posta alla fine del doppino.  Il doppino soprattutto se lungo, meglio twinstato (fili intrecciati tra loro) per raccogliere meno rumore possibile.  Ho provato resistenze dal  1KOhm fino a 100K.  con Due R da 1540 Ohm è bastato invece di una di precisione metterne una di valore commerciale 1,5K (misurata 1482) per avere il riconoscimento del non corretto valore e cioè l'uscita OUT va a livello alto di circa 11V.  La taratura di T1 (multigiri) va fatta portando la tensione sul pin 3 del TL431 circa allo stesso valore del + di C4 mandando in contemporanea Vout a 11V poi con reset pigiato ritoccare T1 affinché   la Vout da 11V passi a 0V, osservare la posizione della vite del T1 e proseguire a girare piano piano nello stesso  senso fino a che la Vout  torna a 11V  e ricontrollare la posizione della vite.  Ritoccare la regolazione mettendo la vite a metà strada tra il primo e il secondo riferimento precedentemente osservato.  (i due riferimenti sono entro mezzo giro di vite).  Se si vuole rendere meno sensibile il sistema diminuire R6.

POSSIBILE APPLICAZIONE:
Sistema antifurto per pannelli solari fotovoltaici inserendo nel supporto del pannello stesso una Rx da mettere in serie al filo che farà tutto il percorso dentro tutti i pannelli ritornando alla base dove è situato il sistema di controllo chiudendo così l'anello-filo che offrirà complessivamente un quantitativo di Ohm pari a R2.  Rx può variare in modo random (entro valori di centinaia di Ohm e decine di Kohm) per ogni pannello.   R1 verrà sostituita con una parte fissa di circa tre quarti del valore della somma delle Rx e da un trimmer multigiri di valore circa metà della
somma delle Rx così da poter tarare in modo che R1 complessiva sia pari alla somma delle Rx ed avere il riconoscimento OK del sistema.


 SCAMBIA BATTERIE
Da un E-Mail :"... un circuito che riconosce quando la prima batteria è scarica e commuta sulla seconda batteria e ritorna sulla prima solo quando la seconda è pure scarica, se entrambe sono scariche al carico non arriva nulla ..."
POSSIBILE SOLUZIONE

Per un sistema a 12V bisogna cambiare alcune R:
R1=R9=120K  R2=R10=47K   R3=2K2
Poi si regola con T1 la V sul pin 2 di U1 non a 3 ma a 3,06V, anche la R8 meglio aumentarla a 330 Ohm.  Ovviamente anche il relè sarà a 12V.
Con Q2=BD138 il carico massimo è circa 600 mA con batterie a 6V mentre con batterie da 12V può arrivare anche oltre 1A.    Schema per 12V alta corrente dove sarà opportuno usare un relè d'auto tipo questo
con contatti a deviatore.  Schema per 24V alta corrente  Se un mosfet non basta si possono mettere altri in parallelo.


 DUE IMPULSI SEPARATI CON UN SOLO PULSANTE
Da un E-Mail :"... Con un pulsante vorrei poter generare due impulsi separati della durata di 4 o 5 secondi, un impulso su uscita A se premo una sola volta il pulsante o impulso su uscita B se premo due volte in successione rapida ..."
POSSIBILE SOLUZIONE

All'accensione C1 è scarico e porta a massa il pin 13 impostando pin 11 alto e pin 4 basso e i due punti A e B sono a livello alto.  Se ora pigio un solo colpo C2 da un brevissimo impulso al pin 2 che però torna subito basso tramite la R15 mentre pin 1 è ancora basso essendo C1 in fase di carica e pin 3 permane alto e gli stati sui pin 11 e 4 restano inalterati.  A breve C1 però avrà ricevuto una carica tramite D1 e R1 dalla pigiata del pulsante e pin 8 sarà alto assieme al pin 9 e pertanto va basso pin 10 cioè il punto A.
Poi se il pulsante è rilasciato C1 si scarica attraverso R2 R5 e il tutto torna a regime e il pin 10 punto A torna alto.

Se le pigiate sono due di opportuna durata e velocità sul pin 2 avrò un secondo impulso positivo tramite C2 quando il pin 1 è già arrivato alto tramite R2 dato dalla carica di C1 e pertanto sul pin 3 nascerà un impulso basso che fa commutare gli stati del pin 4 a livello alto e pin 11 e 9 basso cioè pin 10 alto e questa volta basso pure il punto B.

Per evitare incertezze di commutazione tra pin 8 e R2 è stato inserito una rete R6= 100K serie e C3=470 nF verso massa.


 ACCENDE E SPEGNE IN RITARDO
Da un E-Mail :
"... Ho la necessità di far partire un compressore frigorifero dopo qualche minuto (semmai regolabile) dall'avvio di una pompa, però allo spegnimento della pompa il compressore  deve restare in funzione per lo stesso tempo che era stato dato come ritardo alla partenza ..."
POSSIBILE SOLUZIONE


 ACCENDE  IN  RITARDO M2  E SPEGNE  IN RITARDO M1
Da un E-Mail :"... M2 parte in ritardo rispetto a M1 ma quando M2 si spegne in automatico ritarda lo spegnimento di M1 ..."  (Variante della precedente soluzione)
POSSIBILE SOLUZIONE

Quando parte M1 C5 e C6 sono scarichi e le uscite pin 3 dei 555 sono a livello alto pertanto Q2 saturo e subito si eccita RL2 che mantiene ON M1, Q1 interdetto e RL1 diseccitato e M2 fermo, pure Q3 è saturo e tiene scarico C6 mentre C5 è libero di caricarsi attraverso Ton e R4, dopo un tempo Ton U1 manda basso il pin 3 che fa saturare Q1 e interdire Q3 ma in queste condizioni essendo Q1 e Q2 saturi il relè RL1 si eccita e avvia pure M2 che chiuse SW1 e mantiene ancora C6 scarico e pin 3 di U2 a livello alto.
Quando M2, con il suo automatismo va in OFF, apre SW1 e C6 può iniziare a caricarsi e dopo Toff il pin 3 di U2 va basso e interdice Q2 e i relè RL1 e RL2 si aprono e si ferma pure M1

 6 LED UN LAMPO OGNI 4 SECONDI
Da un E-Mail :"... vorrei un circuito che funzioni con pila al litio da 3,7V nominali  con ON-OFF attraverso un contatto reed attivato con magnetino e che nello stato ON accenda 6 led da 2V - 20mA circa 1 secondo ogni 3 o 4 di pausa ..."
POSSIBILE SOLUZIONE


Nello stato OFF consuma qualche micro ampere e funziona anche con tensione fino a 2,7V   Foto


 
ESPANSIONE INGRESSI D'ALLARME E CONTROLLO SENSORI
Da un E-Mail: ".. servirebbero N ingressi con ognuno un  Led di segnalazione di avvenuto allarme per distinguere da quale sensore proviene l’allarme.  Per attivare l'allarme  diciamo che sono necessari 3 impulsi nell'arco di tempo di circa 10 secondi.   In questo caso se l’allarme è inserito e avviene un’effrazione deve  fare aprire i contatti di una uscita che va ad una linea della centrale.   Il circuito  riceve dalla centrale  un +12V  quando l'allarme è inserito che serve a resettarlo ed i led dovranno rimanere tutti spenti.  Se nel frattempo avviene un’ intrusione che fa attivare un sensore, quest’ultimo dovrà  trovare  riscontro sul Led della linea interessata... "
POSSIBILE SOLUZIONE


Vedi anche qui


 PULSANTI CON INTERBLOCCO
Da un E-Mail: "..ho potuto realizzare il circuito  che mi ha permesso di creare un commutatore ad 8 vie, visto il buon esito, ora si presenta la necessità  di effettuare  lo stesso circuito a 18 vie,

Secondo Lei ho modo  mi mettere in cascata  questo circuito ? "

POSSIBILE SOLUZIONE


  CONTROLLO CABLAGGIO CONNETTORI DB9
Da un E-Mail: "..cablo dei cavi con ai lati due connettori DSub a 9 poli. Volevo verificare soltanto la corretta continuità tra pin e pin e verificare l'assenza di inversioni. L'esito positivo dovrebbe accendere un led ..."
POSSIBILE SOLUZIONE

Con START i 9 led di IC3 continuano a ruotare senza fermarsi e questa è appunto la certezza che c'è continuità tra i pin del DB9 e che i collegamenti sono collegati in modo corretto.   Se ci fossero errori si ferma indicando, con un LED acceso dei 9 di IC3, quale pin è incriminato e con L1 o L2 indica che tipo di errore.    Spiegazione


  APERTURA -CHIUSURA PORTE CAMPER
Da un E-Mail :  ".. vorrei sfruttare gli impulsi di comando della chiusura centralizzata del mio camper per comandare altri  motori per la chiusura apertura di altri ingressi non motorizzati.  Ma questi motori lavorano con vite senza fine in modo differente ai primi e mi servirebbe comandarli ma in modo temporizzato .."
POSSIBILE SOLUZIONE


SPIEGAZIONE

Tramite i foto accoppiatori 4N27 riconosco le polarità  di comando e attivo in un caso il relè 1 e nell’altro il relè 2. Quando chiude il relè 1 da tensione anche al relè auto 1 che fornirà al motore nuovo il positivo  per farlo girare nel modo voluto.   Il positivo che fornisce RL1 tramite R1 polarizza la base del fotoaccoppiatore pin6 e tiene polarizzato Q1 e cioè RL1 eccitato pertanto il motore gira ma nel frattempo attraverso R2 e trimmer T1 il condensatore da 470uF può caricarsi e quando raggiunge e supera il valore di DZ1 il transistore Q2 va in conduzione e abbassa il potenziale del pin 6 fino ad interdire Q1 e diseccitare il relè 1 come pure il relè auto1 fermando il motore.  Con le polarità di comando opposte quando entra in funzione il foto accoppiatore 2 si polarizza Q3 eccitando RL2 e relè auto2 e questa volta il positivo al motore nuovo arriva dall'altra parte e lo farà girare nel modo opposto a prima.. Anche qui dopo un tempo regolabile con T2 Q4 andrà in conduzione abbassando il pin 6 e interdicendo Q3 e diseccitando RL2 come pure relè auto 2 fermando ancora il motore. Per i relè  RL1 e RL2 possono essere piccoli da circuito stampato con contatti da 1A mentre per il motore usare relè auto del tipo indicato con contatti a deviatore da 30A Ho indicato un solo motore nuovo ma si potranno metterne in parallelo 2 o tre se il tempo di chiusura e apertura è il medesimo, altrimenti purtroppo andrà duplicato il circuito.


COMANDO LAMPADE ALOGENE
Da un E-Mail :  "... dovrei comandare due lampade con 3 pulsanti di cui due in modo ON-OFF immediato, ognuno per la propria lampada, solo se è stato prima abilitato in ON il pulsante numero 1 che accende e spegne in modo ritardato circa 5 secondi per ON e 3 per OFF.."

POSSIBILE SOLUZIONE


  APRICANCELLO  DA DUE PULSANTI AD UNO SOLO
Da un E-Mail :  "..... Ho un telecomando quarzato bicanale che funziona a 12 V e che apre un cancello a due sponde controllato da due motori separati. Ho voluto attaccarlo direttamente alla batteria dell'auto. Quando premo un tasto si apre la sponda di destra, quando premo l'altro si apre quella di sinistra. Quindi vorrei un circuito che premendo un solo contatto invii 2 impulsi sequenziali ai 2 tasti sul telecomando..."
POSSIBILE SOLUZIONE


  RELE MONOSTABILI  COMANDATI SUI FRONTI DI SALITA E DISCESA
Da un E-Mail : 
"..... come ingresso ho un contatto stabile, o chiuso o aperto mi servono 2 uscite temporizzate a relè, possibilmente variabili da 1 sec. a 30 sec il funzionamento è che quando chiudo il contatto in ingresso deve chiudersi un'uscita temporizzata, quando apro il contatto d'ingresso deve chiudersi l'altra uscita temporizzata. Le due uscite non si devono sovrapporre pertanto devono avere un breve ritardo tra la chiusura e apertura....."

POSSIBILE SOLUZIONE


Vedi realizzazione di Raffaele Mezzela


  LED SPIA SI ACCENDE SOLO AL BUIO
Da un E-Mail : "..... vorrei un led spia da mettere vicino agli interruttori della luce di casa  che si accenda solo se buio .. "
POSSIBILE SOLUZIONE
Da una IDEAS vista su EDN  20 MARZO 2008

Regolando il trimmer spengo i led (funziona anche con uno solo) alla luce del giorno o a lampada accesa o viceversa regolo accendendo il led al buio desiderato. In pratica un led illuminato da una fonte luminosa da ai suoi capi decine fino ad alcune centinaia di mV (ho trovato alcuni led verdi che arrivano anche a circa 0,7V) questo significa che rispetto al punto di connessione trimmer e R2, il pin 2 si alza di potenziale di tanto quanto il led illuminato genera e tiene il 555 monostabile bloccato sullo stato stabile di pin 3 allo stato basso. Appena il buio aumenta e Vled cala il pin 2 scende sotto la soglia minima per la quale scatta lo stato instabile e il pin 3 va alto alimentando i led quando però C1 raggiunge il livello alto sul pin 6, l'uscita torna bassa e il led si spegne e se il buio permane il pin 2 scende sotto la soglia minima e riparte un altro ciclo e pertanto i led rimangono sempre accese salvo un brevissimo tempo, fino a quando il livello di luminosità sale sopra la soglia voluta.


 

  TOGLIE TENSIONE AL MOTORE DOPO 3 SECONDI

Da un E-Mail :  ".... ho un invertitore, che ha 3 posizioni, il centrale (circuito aperto)  e  una posizione  "su" e una "giù"  che alimentano un motorino invertendo la  polarità,  Dopo 3 secondi che il motore gira in un senso o nell'altro anche se permane l'invertitore girato in una delle due posizioni, vorrei un circuito che togliesse alimentazione al motore. .."

POSSIBILE SOLUZIONE

IL ponte di diodi serve a dare al circuito le polarità sempre corrette indipendentemente da come giro il deviatore  per il motore.
Ogni volta che giro il deviatore il relè si eccita subito e chiudendo il contatto da tensione al motore che girerà nel senso voluto poi però il condensatore da 22uF attraverso la 100K inizia la sua carica e quando raggiunge circa 7,3V (in circa 3 secondi) il primo transistore può condurre e interdire Q2 che diseccita il relè e spegne il motore anche se il deviatore è ancora girato.
Appena torna sullo stato OFF al ponte di diodi non arriva nulla e il C da 22uF attraverso il diodo in parallelo alla 100K e la R da 1K2 si scarica in frazione di secondo così sarà pronto per la prossima volta.


  TRE RELÈ CICLICI 2 SEC. ON OGNI 2 MINUTI
Da un E-Mail :  "... vorrei un circuito che dando tensione ecciti per 2 secondi circa tre relè uno per volta ogni due minuti; il ciclo termina solo se si spegne il circuito ..."

POSSIBILE SOLUZIONE

Il Sign. Igor ha realizzato anche il PCB       Vista piste       Vista componenti                  Circuiti correlati


 BIP BIP CON FLASCH A LED ALIMENTATO A 230V
Da un E-Mail :  "... vorrei un circuito che alimentato direttamente con la rete a 230V emetta un bip e un flasch di luce con led ogni secondo o due magari regolabili .."

POSSIBILE SOLUZIONE

T1 regola l'intervallo di tempo tra un bip e l'altro mentre T2 permette di regolare il livello di suono


 SUONA IN RITARDO DA QUANDO PREMO IL PULSANTE
Da un E-Mail :  "... con un pulsante vorrei comandare un buzzer che si attivi in ritardo dopo aver pigiato e che possa  spegnerlo premendo nuovamente il pulsante .."

POSSIBILE SOLUZIONE

Il buzzer è del tipo non autooscillante ma viene comandato dal secondo 555 con frequenza che dipende da C6 e R7


[Soluz. 1] [Soluz. 2] [ Soluz. 3 ] [Soluz. 4] [Soluz. 5] [Soluz. 6] [ Soluz.7 ] [Soluz. 9] [Soluz. 9] [Soluz. 11] [ Soluz.12 ] [Soluz. 13] [Soluz. 14] [Soluz. 15] [Soluz. 16] [Soluz. 17]

[ Return ]     [ Le mie pagine ]     [ Avvertenze ]