Logo del sito i2viu

CIRCUITI PER TRENINI
© by Vittorio Crapella - i2viu

Da una richiesta via E-Mail:

.Sono un appassionato di trenini elettrici ed in particolare Marklin. Questa ditta, tuttavia, utilizza corrente alternata per alimentare le locomotive e l'inversione di marcia è ottenuta con un particolare relè che viene eccitato da un impulso a 24 volt emesso dal trasformatore. Ora, nel catalogo Marklin sono presenti pochissime locomotive  italiane. Vorrei poter utilizzare locomotori di altre marche ma, purtroppo, le altre marche utilizzano un sistema in corrente continua.

Vorrei pertanto un circuito che riceva in ingresso una tensione alternata o continua che può variare con continuità da zero a sedici volt, oppure un impulso in alternata di 24 volt.  Il circuito dovrebbe fornire normalmente la tensione  da zero a sedici volt al motore, mentre in  presenza  d 24 volt,  dovrebbe fermare il motore e invertire le polarità del motore che riprenderà a girare al contrario appena cessa il 24Vac.

POSSIBILE SOLUZIONE

Fino a quando sui binari ci sono tensioni inferiori alla tensione di zener il Q3 non può condurre e il relè RL1 è diseccitato e manda verso il motore la tensione dei binari che giungerà al motore della locomotiva con le polarità imposte dai contatti di RL2.

Quando sui binari arriva l'impulso a 24Vac (premendo l'apposito pulsante predisposto nell'alimentatore), D1 va in conduzione e polarizza il Q3 che saturando eccita RL1 che toglie tensione al motore e chiude a massa gli emettitori di Q1 - Q2 mandando in conduzione quello che avrà la C (C3 o C4) carica da poter polarizzare la relativa base e dare così un impulso alla bobina collegata al transistore che satura.

Anche se l'impulso a 24Vac permane a lungo non potrà succedere niente più oltre quello di aver invertito i collegamenti del motore, infatti fino a che RL1 resterà eccitato il motore sarà inibito.

Appena viene a mancare i 24Vac il motore riceve la tensione proveniente dai binari del valore compreso tra il minimo e il massimo previsto con le regolazioni dell'alimentatore.  Relè OMRON MY2K

                                                                           ____________________

Da una richiesta via E-Mail:

"..Mi servirebbe un circuito che mi riconosca la corrente delle rotaie per trenini e mi ecciti un relè.."

POSSIBILE SOLUZIONE

servo.gif

Il circuito qui sopra proposto funziona solo se l'alimentazione é in alternata.
A turno i due BC237 sentono la caduta di tensione sui diodi 1N4007 quando sulle rotaie viene assorbito corrente e vanno in conduzione abbassando la tensione di collettore sotto il valore di zener polarizzando così il BC327 che andando in conduzione eccita il relè.
La capacità da 100 uF serve a mantenere la tensione di polarizzazione del BC327 livellata cosi da mantenere sempre in saturazione il transistore per non fare vibrare i contatti del relè. A tal proposito anche tra il positivo e negativo del ponte va messo una C da 100uF.

 

Il circuito sopra raffigurato fa uso di una alimentazione supplementare con un trasformatore da 5VA così la tensione di alimentazione delle rotaie può essere indipendentemente o alternata o continua. Il funzionamento é sempre uguale al precedente.  Anche tra il positivo e negativo del ponte va messo una C da 100uF.


Da una richiesta via E-Mail:

"..Mi servirebbe un circuito che fornisca tensione alle rotaie di un trenino in un ciclo di ANDATA per un tempo T1 con una pausa intermedia, poi, dopo una pausa di fermata, riparte con un ciclo di RITORNO per lo stesso tempo T1 sempre con pausa intermedia..."

POSSIBILE SOLUZIONE

Il circuito rappresentato é composto da due relè, uno RL1 per l'inversione di polarità per creare il ciclo avanti/indietro, l'altro RL2 per interrompere l'alimentazione alle rotaie durante le fermate.
RL1 é comandato da una memoria Set-Reset formata da due porte NAND; sarà ON (eccitato) all'accensione cioè ogni volta che il pin 3 del CD4017 andrà alto (+Vcc). Andrà OFF (diseccitato) ogni volta che il pin 1 del CD4017, unito ai pin 6-5 del NAND B, andrà alto (i pin 6-5 del NAND B potranno prelevare il comando anche da un altro pin come il 5, 6 o 9 modificando il tempo di fine andata). In corrispondenza del segnale alto sia sui pin 1-2 del NAND D che sui pin 5-6 NAND B, avrò, attraverso i diodi 1N4148, polarizzato il BC237 che comanda RL2 il quale si eccita e interrompe la tensione alle rotaie per un tempo pari alla durata di un clock proveniente dal NE555. Questo avviene anche con l'impulso prelevato con il collegamento [pausa intermedia] che potrà essere collegato o sul 4 o sul 7 del CD4017. Con il trimmer da 1M Ohm posso dosare la durata del clock e di conseguenza dei cicli avanti/indietro e fermata. Ad ogni clock (impulso) di entrata sul pin 13 del CD4017 va alto un pin di uscita del 4017 a partire dal pin 3 fino ad arrivare al pin 11 per poi ricominciare dal 3 e così via.

Altre versione per due tracciati con scambio e tempi regolabili

Alimentatore PWM       Partenza e fermata soft su binario isoalto