Logo del sito i2viu

ESEMPIO DI REALIZZAZIONE SPERIMENTALE
© by Vittorio Crapella - i2viu

Dopo aver ideato e disegnato su carta in brutta a matita lo schema,

bisogna studiare la disposizione rispettando un certo ordine anche di estetica oltre che di facilitazione dei collegamenti con il minor filo possibile.   Disegno sempre a matita, per poter cancellare senza problemi la vista componenti della realizzazione sperimentale quasi come un PCB

si passa alla realizzazione sperimentale su basetta mille fori e dopo il collaudo si passa ai disegni definitivi dello schema

e poi del PCB seguendo principalmente alcune regole:

1 - vedere di distribuire i componenti in modo da occupare bene
     lo spazio senza lasciare vuoti sulla basetta

2- nello stesso tempo vedere dove meglio sistemare ogni componente in modo
    che almeno un terminale sia vicino a qualche altro punto dove si deve collegare

3- se devo tirare piste lunghe valutare se spostando il componente si accorciano

4- valutare se ruotando il componente di 90 o 180 gradi le piste migliorano

5- in genere la pista del positivo si tira lunga al bordo di un l’alto e quella
   del negativo dall'altro lato e in mezzo due o tre file di componenti

Un circuito stampato gradevole da vedere
ECCO UN ALTRO ESEMPIO:

REALIZZAZIONE: VISTA COMPONENTI


 

VISTA COLLEGAMENTI E SALDATURE


Utilizzare sempre prima i terminali stessi dei componenti poi pezzi di filo di rame stagnato del diametro di 0,5-0,6 mm e isolato.

IL MIO .... DISORDINE (LABORATORIO)

Un montaggio volante... un po' troppo si vede
a pagina 54 del PDF della rivista CD Elettronica nr. 7 del 1968 http://www.introni.it/pdf/CQ%20elettronica%201968_07.pdf

Return