Logo del sito i2viu

RECINTO ELETTRICO PER LA CUSTODIA DEGLI ANIMALI
© by Vittorio Crapella - i2viu

Per la custodia di animali come cavalli, mucche ecc... si realizzano dei recinti con uno o più fili elettrici supportati da isolatori (esempio) fissati in appositi paletti (di legno secco  o plastica) conficcati nel terreno.
I fili vengono alimentati con alta tensione impulsiva (un polo su paletto di ferro conficcato nella terra e uno sul/i fili del recinto). Gli animali le prime volte toccano i fili e prendono la "scossa", dopo pochi tentativi imparano ed evitano di toccare restando entro il perimetro circoscritto dal recinto. 
Per elevare la tensione si fa uso di T1 con un primario di poche spire e un secondario con un numero di spire molto elevato, nel nostro caso il T1 consiste in una bobina per l'accensione delle automobili che ha proprio le caratteristiche accennate.
Per ottenere l'HAT impulsiva si fa uso, a monte, di un oscillatore realizzato da un trasformatore T2 con doppio avvolgimento di 12+12V o anche 9+9V e uno a 220V usato come elevatore alimentato da un transistore che diventa oscillatore.  Sul secondario, facente capo all'avvolgimento del 220V, si avrà una tensione di circa 110 / 170Vac che raddrizzati caricano C3 a 150 / 180Vcc. 
L'unigiunzione (che può essere sostituito da due transitori) genera impulsi d'innesco per l'SCR ogni qualche secondo regolabile con R5. Quando l'SCR innesca scarica l'energia immagazzinata da C3 sul primario di T1 ottenendo così un impulso di HAT sul secondario.   C3 si scarica, l'SCR si riapre e ricomincia una nuova carica. C4 si ricarica pure e dopo altri 2 o 3 secondi avverrà una nuova scarica con un nuovo impulso di HAT.
Con R8 si regola la polarizzazione di Q3 per avere buone oscillazioni con il minor consumo. Essendo gli impulsi di breve durata anche se di elevata tensione non sono pericolosi sicuramente per gli animali e nemmeno per l'uomo anche se precauzionalmente é meglio evitare il contatto diretto.

I recinti elettrici di questo tipo debbono essere segnalati da opportuni cartelli
ed é buona norma non toccare i fili del recinto.

recinto.gif-6Kb

Vedi variante realizzata 06-05-2010

eat.gif-7Kb

impulsi.gif-3Kb

Il nuovo circuito permette di ottenere gli stessi risultati utilizzando un normale trasformatore al posto della bobina d'auto.
Con la regolazione del trimmer T1 posso ottenere 20 impulsi di EAT al minuto.
Il consumo medio è di circa 3 mA.       Vedi anche qui

Un circuito molto simile di Nuova Elettronica KIT LX1398 Riv. 200 giugno/luglio 99

Sonda per alta tensione di Gianni Durante

[Return]       [Le mie pagine]