Logo del sito i2viu

   SET-RESET  PULSANTE  RELÈ
© by Vittorio Crapella - i2viu

SISTEMA APRI CHIUDI UP-DW PER SERRANDA MOTORIZZATA

  UN SOLO  PULSANTE  PER  DUE  RELÈ  BISTABILI  INDIPENDENTI


Pigiate brevi del pulsante agiscono ON-OFF sul relè RL1 pigiate leggermente più lunghe (1 o 2 secondi) agiscono ON-OFF sul relè RL2.


SOLUZIONE  BISTABILE CON  SCR


SOLUZIONE  BISTABILE CON MOSFET 2N7000



Nello stato di OUT a livello alto il consumo in corrente è pari a Vcc/R1
C1 predispone OUT a livello alto all'accensione, se fosse  collegato verso Vcc OUT
si predisporrebbe a livello basso.

Evoluzione del circuito per comandare un relè bistabile ad una sola bobina funzionante a 2V


La tensione Vcc di alimentazione deve essere minimo 2,4V per poter funzionare...
La corrente massima che assorbirà sarà circa 0,14 mA in un caso e 30 uA nell'altro ..
inserire la bobina per avere la giusta commutazione e il minor consumo in base alle proprie necessità...

Valutare se necessita l'inserimento di un condensatore da 2,2 nF tra gate di Q4 e massa per evitare l'arrivo di impulsi sul relè al momento dell'accensione.. è stato verificato che funziona anche con BS170.   Lo stesso con NE555 ma per tensioni superiori


VERSIONE CON SWITCH CD4016

Con C3 al positivo invece che a massa predispone relè eccitato all'accensione


VERSIONE CON DUE TRANSISTORI
Classica configurazione del FLIP_FLOP a transistori che ricalca la logica di quello riportato in questa stessa pagina con il CD4093.

  oppure

C3 serve per assicurare Q1 interdetto al momento dell'accensione

ALTRO CON 3 TRANSISTORI



C1 invece che a massa va al +12V se si desidera RL eccitato all'accensione


UN SOLO PULSANTE PER DUE FUNZIONI
Da un E-Mail:.".. con un solo pulsante di comando vorrei ottenere due funzioni:
se premo brevemente eccita ogni volta un relè per circa 1 secondo, se invece premo per un tempo più lungo di qualche secondo ogni volta fa commutare il livello di una uscita che vorrei usare per accendere o spegnere una lampadina con mosfet..."

POSSIBILE SOLUZIONE


Quasi identico per altro uso                      Correlato

UN PULSANTE DUE RELÈ

 Alla prima pressione del pulsante si eccita il RL1 alla seconda RL2 che rimane per il tempo della pressione del pulsante e alla terza pressione si diseccita anche RL1.


  RELÈ MONOSTABILE SELEZIONABILE MEDIANTE PULSANTE
Da una richiesta:  "..  poter selezionare un relè monostabile mediante pulsante, in ogni momento se si tiene pigiato un po' di più in qualsiasi momento, si resetta tutto .."

POSSIBILE SOLUZIONE 

Vedi anche qui           Commutatore per 4 relè         Commutatore a 8-16-24 o universale


PULSANTE E RELE TEMPORIZZATO 

Richiesta: ".. se premo il pulsante per meno di 3 secondi il relè si eccita tanto quanto premo, se premo più di 3 secondi scatta un temporizzatore che mantiene il relè eccitato per 2minuti.."

POSSIBILE SOLUZIONE:


A riposo i pin 5 e 6 sono a livello basso tramite D1 e R2, pertanto l'uscita pin 4 dell'OR 4071 è a livello basso.  Pure i pin 8 e 9 sono a livello basso attraverso R3 e T1 così anche l'uscita pin 10 è a livello basso tenendo interdetto Q1 e diseccitato il relè RL1.  Se premo P1 attraverso D6 porto subito Vcc sulla R4 che polarizza Q1 e l relè si eccita.   Nel frattempo se P1 permane premuto R1 fornisce corrente di carica a C1 che dopo circa 3 secondi porta i pin 5 e 6 a livello alto come pure pin 4 che attraverso D2 carica immediatamente C2  che garantirà livello alto sul pin 10 così che attraverso D3 e R4,Q1 sarà polarizzato e Q1 eccitato anche se ora rilascio il pulsante P1.  Infatti se P1 si apre C1 attraverso D1 e R2 da 1K si scarica repentinamente mandando basso pure il pin 4 che però essendoci D2 non può scaricare C2 che continua a tenere alti pin 8 e 9 e di conseguenza pin 10 mantenendo eccitato il relè.    Quando però C2 si scarica attraverso R3 T1 ad un livello basso il pin 10 torna basso e Q1 si interdice e il relè si diseccita.
Al posto di D3 e D6 si potrebbe utilizzare una delle porte OR rimanenti ad esempio pin 13 verso P1,R1,R2,D1 e pin 12 al pin 10 e l'uscita pin 11 alla R4.


 CON IMPULSO 30Vac COMANDA 2 RELE  APRI  E CHIUDI

Richiesta: "... vorrei che ad ogni impulso di 30Vac si eccitasse una volta un primo relè per 5 secondi e un'altra un secondo relè sempre per 5 secondi..."

POSSIBILE SOLUZIONE:

Il condensatore da 22uF sull'ingresso dei 20V andrebbe messo di valore minimo per garantire il livellamento ma anche una scarica veloce appena cessano i 30V


ON-OFF AD UN SOLO PULSANTE + SPEGIMENTO TEMPORIZZATO

Richiesta: "... un circuito che mi permette di eccitare e diseccitare un relè con un solo pulsante e da quando è ON  torni nello stato off dopo un tempo regolabile di alcuni minuti..."


Il relè parte nello stato OFF e ad ogni pigiata del pulsante passa da OFF a ON e viceversa
Nello stato ON permane per un tempo regolabile con T1 da decine di secondi a qualche minuto.
09-03-2013 Stesso circuito per tempi più lunghi

Se dovesse servire un comando in tensione al posto del pulsante si può utilizzare un fototriac MOC3020 come qui.     


ON-OFF CON UN SOLO PULSANTE CON OPERAZIONALE

Ho dovuto aspettare 40 anni di esperienze in elettronica per capire che con un semplice operazionale e un solo pulsante si può comandare un relè in  modo ON / OFF...
Non si ha mai finito di imparare e spesso si fanno cose complicate quando ci sono soluzioni molto semplici...

     

Nello schema non è indicato un condensatore da 10nF da mettere tra il pin5 e massa se si vuole partire con il relè nello stato OFF oppure tra il pin 5 e +12V se si vuole partire nello stato ON.

Entrambi gli ingressi dell'operazionale sono alimentati da un partitore a resistenze uguali però sull'ingresso non invertente abbiamo una isteresi dovuta alla 100K collegata all'uscita e pertanto invece di avere tra pin 5 e massa metà Vcc ne avremo un po' di più quando l'uscita è a livello alto e un po' meno quando l'uscita è a livello basso.

Il pin 6 invertente invece è circa a metà Vcc avendo un partitore formato solo dalle due 10K.     Il condensatore da 1uF attraverso la 470k assume lo stesso potenziale dll'uscita e quando pigio il pulsante per un istante porta tale potenziale sul pin invertente modificando il potenziale di metà Vcc.

Precisamente se l'uscita è a potenziale alto avremo pure il condensatore da 1uF a tensione alta che con il pulsante porta alto pure il pin 6 e se questo va a potenziale più alto del pin 5 l'uscita da alta passa bassa abbassando pure la tensione sull pin5 favorendo quanto appena accaduto.

Anche se il pulsante rimane pigiato la 470K non riesce a modificare il potenziale  sul pin 6 in modo significativo e pertanto è ininfluente quanto permane la pigiata.    Se rilascio il pulsante il condensatore si porterà a potenziale dell'uscita cioè scarico praticamente a 0V.

Alla prossima pigiata porto sul pin 6 un potenziale basso rispetto al pin 5 e di conseguenza l'uscita passa alta e anche questa volta se permane pigiato non succede altro fino alla prossima pigiata.


BISTABILE CON UN SOLO PULSANTE A NAND, NE555 E 4N28
Da un E-Mail :
" .... un bistabile con un solo pulsante ...."


Il primo all'accensione predispone l'uscita a livello basso
Il secondo viceversa a livello alto.       Con relè e led

Si può fare anche con un NE555

C2 si collega al positivo in parallelo a R1 se desidero avere il relè diseccitato all'accensione o viceversa C2 lo collego a massa in parallelo a R2 se voglio il relè eccitato.

Si può fare anche con un foto-accoppiatore

All'accensione il relè parte sempre diseccitato.
Con alcuni foto-accoppiatori duri non funziona, va bene anche FCD820 e TIL112.

Anche con CD4017 e CD4013

  
con NAND e transistore
con NOT e transistore


BISTABILE CON PULSANTE ON/OFF

Via E-Mail ".. mi servirebbe un circuito che schiacciando un pulsante mi attivi un relè , e schiacciandolo di nuovo me lo disattivi..."

POSSIBILE SOLUZIONE A DUE PULSANTI:


RELÈ SET-RESET

Da un E-Mail : "... vorrei realizzare un circuito che ad ogni "shot" del mio pulsante , faccia cambiare stato ad un relè 12 Vcc ( simulando l'effetto dei relè passo/passo utilizzati in impiantistica civile ) ..."

POSSIBILE SOLUZIONE

set-res.gif


Dando tensione al circuito il relè non può eccitarsi perché il primo BC327 ha la base a potenziale alto e non può condurre pertanto le basi dei BC547 sono a zero volt e pure loro interdetti cioè relè diseccitato. In queste condizioni pure il secondo BC327 é interdetto. Alla prima pigiata del pulsante porto a massa i due catodi dei diodi 1N4148 tenendo bloccato le basi dei BC547 e ancora relè diseccitato ma ora il BC327 ha la base a potenziale basso e può condurre e attraverso la 220 Ohm caricare la capacità da 22uF che successivamente fornirà tensione alle basi dei BC547 mandandoli in conduzione. Appena rilascio il pulsante il BC547 saturano ed eccitano il relè e mantengono pure basso il potenziale al BC327 che continua a fornire tensione sul 22uF. Ora attraverso il deviatore del relè il pulsante é deviato verso l'ultimo BC327. Quando schiaccio di nuovo il pulsante porto basso la base dell'ultimo BC327 attraverso la resistenza da 4,7K il quale va in conduzione e carica il 22uF di destra che fornirà tensione attraverso la 22 KOhm alla base del BC547 solo dopo aver rilasciato il pulsante. Infatti fino a che il pulsante rimane pigiato la base dell'ultimo BC547 e tenuta a massa dal diodo 1N4148 pertanto al rilascio del pulsante il BC547 va in conduzione cortocircuitando il condensatore da 22uF che fornisce polarizzazione ai due BC547 interdicendoli e diseccitando il relè. Come si vede ho realizzato un relè bistabile ad un solo pulsante.

Un altro modo più semplice:

schema puls_rel.gifoppure


Normalmente il condensatore in parallelo alla 6k8 e tenuto carico a 12V dalla 3k3 attraverso il contatto NC del relè. Quando premo il pulsante polarizzo il BC548 che eccita il relè che devia la 3k3 e mantiene polarizzato il BC548 e il relè rimane nello stato ON. Nel frattempo il 47uF si scarica attraverso la 6k8 e quando premo il pulsante la seconda volta mando il catodo dello zener sotto la soglia di conduzione attraverso il 47uF scarico e diseccito così il relè che passa nello stato OFF.


RELE-PULSANTE RITARDATO IN ECCITAZIONE

Da un E-Mail : "... un semplice circuito alimentato a 12 V che con un pulsante premuto per un tempo maggiore di 3 secondi, semmai variabili, ecciti un relè e quando il pulsante viene premuto nuovamente disecciti il relè immediatamente ...."

POSSIBILE SOLUZIONE

schema puls_rel.gif
 

SPIEGAZIONE:
A riposo C1 e C2 sono scarichi, Q2 attraverso R4 è polarizzato e può condurre ma non può fare nulla perché dipende dalle condizioni di Q1 e dal relè. Q1 è interdetto , non conduce e il relè è diseccitato. Quando premo il pulsante C2 porta la base di Q2 attraverso il diodo a potenziale alto, questa condizione fa interdire Q2 e servirà per la diseccitazione del relè. Se il pulsante permane chiuso per un tempo sufficiente, C1 attraverso T1 e R1, raggiungerà una carica tale da portare la base di Q1 ad un potenziale sufficiente per mandarlo in saturazione ed essendo Q2 pure in saturazione , il relè si può eccitare chiudendo l'interruttore messo in parallelo a Q1. Ora se rilascio il pulsante anche se Q1 non rimarrà a lungo in conduzione, il relè permane comunque eccitato attraverso il contatto chiuso e Q2 saturo. Nel frattempo C1 attraverso il diodo e R3 si scaricherà interdicendo Q1. C2 pure si scarica attraverso 100K e R3 essendo sottoposto ad una carica rovesciata di polarità. Se ora ripigio il pulsante capita quanto già accennato prima, cioè C2 di colpo si trova sottoposto a +12V e lo manda verso la base di Q2 che diventerà per un attimo a potenziale maggiore dell'emettitore interdicendo Q2 diseccitando il relè che riapre l'interruttore. Se la pigiata del pulsante permane C1 si ricarica e il ciclo si ripete.


PULSANTE ON-OFF CON MOSFET

Da un E-Mail : "... cercavo un circuito che tenendo premuto un pulsante per 2 secondi mi chiudesse un contatto (mosfet non relè) e ripremendo lo aprisse subito ...."

POSSIBILE SOLUZIONE


TRE  PULSANTI  3  LAMPADE


P1 funge da generale ON-OF ma comanda direttamente LL3 mentre P3 comanda solo LL1 e P3 solo  LL2
P2 e P3 lavorano in modo immediato mentre P1 è ritardato sial sul ON che sull'OFF nel senso che va tenuto premuto per alcuni secondi


RELÈ 2040
© by Vittorio Crapella - i2viu

Il circuito é in grado di discriminare la chiusura dell'ingresso per un tempo 20 secondi o 40 secondi e di abbinare ad ognuno un suo relè che chiuderà per qualche secondo. A regime con IN normalmente aperto abbiamo pin 11 U2D a livello 0 e di conseguenza C1 e C2 scarichi tendo pin 1 e pin 5 a livello basso 0. Ne consegue che le uscite pin 3 e 4 sono a livello alto per cui Q1 e Q2 interdetti e relè diseccitati. L'IN si chiude per 20 secondi, pin 12-13 a livello 0 e pin 11 a livello alto 1. In queste condizioni pin 2 e 5 a 0 uscite ancora alte con relè diseccitati e C1 - C2 possono caricarsi. A parità di R4 e R5, C1 raggiunge un livello alto sul pin 1 prima che C2 e dovrà essere questo tempo regolato con R4 di circa 20 secondi. Se IN si riapre quando C1 ha appena raggiunto livello alto e C2 ancora basso, avremo per qualche secondo un livello alto sui pin 1 e 2 che mandano pin 3 basso polarizzando Q1 e eccita RL1. Quando C1 attraverso R4 e R2 si porta basso perché pin 11 é 0, pin 1 torna basso e diseccita RL1. Se il tempo chiuso dell'IN supera i 40 secondi anche C2, attraverso R5, si porta a livello alto, si avrà così pin 8-9 a 1 e pin 10 a 0 che attraverso D1 scarica C1 tenendo pin 1 a 0, pin 3 a 1 e pertanto in ogni caso RL1 sempre diseccitato. Se trascorsi i 40 secondi l'IN si apre il pin 5 va alto, pin 6 lo é pure perché C2 é carico, pertanto pin 4 va basso e polarizza Q2 che eccita il relè RL2 fino a quando C2 scaricandosi attraverso R5 - R3 si porta a livello basso e pin 4 torna alto interdicendo Q2. R5 andrà regolato per ottenere livello alto su C2 dopo circa 40 secondi.

rel2040.gif-8k
Vedi anche qui


MONOSTABILE E MEMORIA S-R CON UNA PORTA OR
© by Vittorio Crapella - i2viu

Un altro modo per realizzare un monostabile é quello raffigurato facente uso di una porta OR. Sapendo che in un OR basta un ingresso a livello 1 per ottenere 1 in uscita mentre ci vogliono due 0 per avere 0 all'uscita, si osserva che a regime pin 1 e pin 2 sono entrambi a 0, di conseguenza pin 3 = 0 V. La capacità da 10uF é tenuta scarica dal diodo 1N4148. Pigiando START si porta pin 1 a livello alto 1 e questo basta per avere l'uscita alta che tramite la capacità da 10uF porta pin 2 a livello 1 e mantiene le condizioni anche se START si é riaperto. Quando però il 10uF si sarà caricato e il pin 2 rivede un livello basso 0 attraverso la resistenza da 3M3, l'uscita pin 3 ritorna a 0 cioè nel modo stabile. L'impulso positivo ottenuto nello stato instabile dipende dalla 10uF e dalla 3M3. Se al posto della capacità da 10uF si fa uso di una resistenza da 10k e di un altro pulsante fra pin 2 e massa, si ottiene, con un solo OR, una memoria SET-RESET. Infatti con out pin 3 = 0 e pin 1 pure 0 tenuto basso dalla R da 10k, si ha uno stato stabile di RESET. Se si pigia SET si porta per un istante pin 1 a livello alto che da solo basta a portare alta l'uscita la quale attraverso la resistenza da 10k riporta il pin 2 pure alto che da solo, anche se pin 1 torna basso, basta per garantire il secondo stato stabile di SET. Con RESET porto basso pin 2 ed essendo già pin 1 basso ottengo il reset dell'uscita cioè livello 0.

mono2.gif-5k

 

MEMORIA SET/RESET A DISCRIMINAZIONE DI DURATA

Come si può vedere dal grafico all'accensione del circuito la memoria si imposta con uscita A a livello alto e uscita B bassa. Infatti il pin viene tenuto per un attimo basso dalla capacità da 1 uF scarica mentre il pin 5 é subito portato a +Vcc dalla 15K e dalla carica del condensatore da 0,1uF. In queste condizioni i due NAND si impostano appunto con A=Vcc e B=0V.

Premendo il pulsante (o contatto) NA per un tempo piccolo "t" si porta a 0 il pin 5 mentre il pin 1 rimane a livello alto per la carica del condensatore. Il livello 0 di pin 5 basta a forzare il pin 4 e di conseguenza il pin 2 a livello alto ma due livelli alti sui pin 1 e 2 mandano il pin 3 basso che da solo sul pin 6 basta a mantenere le condizioni di commutazione (SET) e cioè uscita B=Vcc e uscita A=0.

Se il pulsante viene mantenuto premuto per un tempo maggiore "T" la capacita da 1 uF sul pin 1 riesce, attraverso la R da 470K, a scaricarsi così da portare questa volta un livello basso sul pin 1 tale da far commutare (RESET) la condizione delle porte NAND in modo da avere uscita A=Vcc e uscita B=0V.


 UN RELE MONO O BISTABILE A PULSANTE
Da un E-Mail : "...Vorrei un relè che chiude se pigio il pulsante e spegne se la pigiata dura meno di 10 secondi, se dura di più permane eccitato e si diseccita subito se ripigio...
POSSIBILE SOLUZIONE:


RELÈ UP-DW PER TAPPARELLE
© by Vittorio Crapella - i2viu

Da una richiesta E-Mail che diceva: " .... ho montato delle tapparelle motorizzate ma mi risulta scomodo tenere premuto il pulsante, per aprire o chiudere, per tutto il tempo della corsa del motore. Ho pensato allora di adottare il meccanismo presente su alcune macchine relativo agli alzacristalli. In pratica funziona in questo modo, se spingo per un attimo il pulsante il motore effettua tutta la corsa, mentre se tengo premuto il pulsante, la corsa del motore la fermo quando voglio io. " é nato il seguente progetto.

 

tappupdw.gif-8k

rele.jpg

FUNZIONAMENTO:

A circuito alimentato e pulsante UP/DW sullo zero centrale si ha C1 scarico perché non riceve corrente di carica né dal ramo di D2 né da D4 pertanto il BC237 non può condurre e nemmeno il BC327 e così il relè RL rimane diseccitato mantenendo il suo contatto deviato verso il + 12V.

L'emettitore del BC237 é collegato al partitore R1 R2 con un potenziale di circa 4V

[ (12/R1+R2)xR2 ]

nelle condizioni con relè RL diseccitato mentre a relè eccitato tenderà a scendere verso massa. Queste due soglie creano una isteresi per avere delle commutazioni del relè RL ritardate sia all'eccitazione che alla diseccitazione.

Supponiamo ora che si chiuda il pulsante UP/DW per una breve istante verso SU; il relè RL1 riceve corrente attraverso il diodo D3 chiudendo i due contatti N.A. (normalmente aperti) e aprendo il N.C. Anche se il pulsante UP/DW torna sullo 0, il relè RL1 si mantiene eccitato ricevendo energia attraverso +12V, deviatore RL, D1, N.C. di RL2 e attraverso il suo N.A. che si é appena chiuso. In queste condizioni C1 non ha fatto in tempo a ricevere una carica tale da superare la tensione di emettitore del BC237 per poterlo mandare in conduzione in modo da eccitare RL e RL1 tiene chiuso il contatto per comandare la salita continua della tapparella.

La stessa cosa sarebbe avvenuta per il comando di discesa della tapparella se il pulsante UP/DW si fosse chiuso per un breve tempo verso GIÙ .

Comandando UP/DW con "pigiate" brevi verso SU, GIÙ e viceversa si passa dall'eccitazione di un relè all'altro immediatamente perché il pulsante UP/DW eccita sempre il suo relè selezionato con SU o GIÙ ma il relè che si eccita toglie tensione al relè precedentemente eccitato così da evitare di comandare la tapparella in entrambi i modi nello stesso momento.

Se la chiusura del pulsante UP/DW permane per un tempo sufficiente il condensatore C1, o attraverso D2 o D1 può caricarsi attraverso R6 e R4 fino a raggiungere e superare la tensione di emettitore del BC237 tanto quanto basta per portarlo in conduzione. La tensione di base del BC327 scenderà portandolo in saturazione ed eccitando RL. IL suo contatto devia R1 verso massa abbassando il potenziale dell'emettitore del BC237 così da garantire ulteriormente la conduzione del BC237. Ma in queste condizioni D1 non può fornire alimentazione né a RL1 né a RL2 pertanto non funzionerà l'autoritenuta ma rimarrà eccitato il relè che riceve tensione attraverso o D3 o D5 perché il pulsante UP/DW é ancora chiuso, appena questo torna in condizione di riposo il relè eccitato si diseccita e inizia la scarica di C1 che non viene più mantenuto in carica né da D2 né da D4. Il relè RL permane ancora eccitato fino a che C1, attraverso R4, D6 e R7 non scende sotto la tensione di circa 1 V. A questo punto il BC237 si interdice come pure il BC327 e il relè RL si diseccita predisponendo il suo contatto deviatore verso il +12V e il sistema e nuovamente pronto per un altro ciclo di SU o di GIU.

Da quanto spiegato si deduce che con comandi di UP/DW brevi si ha tutta la salita o tutta la discesa senza altri interventi mentre con comandi piú lunghi la salita o la discesa si ferma o riparte appena apro o chiudo il pulsante UP/DW di comando.
Per evitare che RL1 o RL2 possa rimanere eccitato, nel caso di breve pigiata del DEV UP/DW,
vedere le possibili: MODIFICA-1       MODIFICA-2


RELÈ UP/ DW (ON/OF)

Lo schema qui sotto raffigurato é nato per risolvere il seguente problema:

Il relè RL BIS é del tipo miniatura BISTABILE con due bobine B1 e B2 ed un contatto a deviatore che alternativamente porta tensione al relè RL1 (UP) o al relè RL2 (DW).

Nella condizione di deviatore verso RL1 il condensatore C2 potrà caricarsi a + 12V attraverso la resistenza R1 mentre C1 non potendo ricevere potenziale da nessuna parte rimarrà scarico.

Quando il timer chiude il suo contatto porta potenziale + 12V su R2 e C3, quest'ultimo, essendo a riposo normalmente scarico, si comporta inizialmente come un corto circuito polarizzando attraverso R4 la base del Q1 mandandolo in saturazione.

C2, carico a 12V, si scarica su B2 attraverso il diodo D3 chiuso a massa da Q1. Il deviatore commuta ed alimenta RL2 che si eccita chiudendo il contatto DW.

Quando C3 si sarà caricato non lascerà passare corrente e Q1 si interdice diseccitando RL1. Comincia nel frattempo la carica di C1 attraverso R5 cosi alla prossima chiusura del timer le cose si rovesciano e cioè sarà B1 a richiamare il deviatore su RL1 così da avere chiuso il contatto UP.

 

updw.gif

Se il circuito dovesse servire per accendere o spegnere (eccitare o diseccitare un relè) il circuito può essere modificato come qui di seguito:


INVERTITORE DI POLARITA CON PASSO PASSO
Da un E-Mail :
" .....vorrei che ogni volta che premo un pulsante venga invertita la polarità sull'OUT e permanga per la durata della premuta pulsante...."

  
Altra soluzione con due relè normali


PULSANTE ON OFF

Da un E-Mail : "...ho un pulsante che una volta premuto mi fornisce il + 12V della batteria; vorrei un circuito che ecciti un relè se si tiene premuto per un tempo di 4 / 8 secondi e disecciti il relè tenendo premuto per lo stesso tempo ...."

POSSIBILE SOLUZIONE

onof_ritard.gif

A pulsante rilasciato le due capacità da 100uF sono scariche e i BC547 interdetti come pure il BDX54 e di conseguenza il relè diseccitato. Premendo il pulsante scorre corrente solo attraverso la 10K, 1N4007, 47K e così il 100uF inizia a caricarsi, mentre l'altro 100uF non può ricevere corrente di carica essendo 1N4007 interdetto e attraverso la 56K e la bobina del relè è tenuto a massa. Quando il condensatore che si sta caricando arriva a superare la tensione di 5V1 (più la soglia dovuta al partitore 10K,100K), il BC547 va in conduzione polarizzando il BDX54 che alimenta ed eccita il relè. Questo evento è mantenuto dalla 100K che questa volta non è a massa ma al +12V ed anche se rilascio il pulsante il relè permane eccitato. Se ripigio il pulsante avviene la stessa cosa di prima ma ai fini del 100uF di prima non fa altro che continuare a mantenere il BC547 e BDX in conduzione, mentre attraverso la 56K in questo caso anche l'altro 100uF inizia a caricarsi, essendo interdetto 1N4007 e pertanto non a massa con 1K. Quando raggiunge e supera 5V1 polarizza il BC547 che attraverso la 47K inizia a scaricare il primo 100uF già carico e quando la sua tensione scenderà sotto la soglia dei 5V1 (e partitore) interdice il BC547 e il BDX54 diseccitando il relè. Se il pulsante viene rilasciato il circuito si riporta nello stato di tutto interdetto con capacità scariche pronto per un prossimo ciclo.
OPPURE:
 

onof_rit_not.gif
Tutto come sopra ma al posto degli zener e BC547 viene utilizzato una porta NOT.


RELÈ (BISTABILE) ON/OFF CON PULSANTE
© by Vittorio Crapella - i2viu

Via E-Mail ".. mi servirebbe un circuito che schiacciando un pulsante mi attivi un relè , e schiacciandolo di nuovo me lo disattivi..."
POSSIBILE SOLUZIONE:

VERSIONE 1

VERSIONE 2

FUNZIONAMENTO:

I due circuiti soprastanti sono praticamente identici, cambia unicamente la posizione dei due diodi 1N4148 utilizzati per la commutazione da una posizione all'altra dello stato di conduzione dei due transistori.

All'accensione il transistore di destra va in conduzione prima di quello di sinistra perché quest'ultimo ha in parallelo una capacità che non lascia salire subito la tensione sulla base.

Ma appena quello di destra entra in conduzione, a maggior ragione, non potrà salire la tensione sulla base sl primo e pertanto rimarrà interdetto e cioè relè diseccitato. Siamo nello stato OFF del relè.

Essendo il pulsante normalmente aperto, la capacità da 22 µF (deve essere al Tantalio) rimarrà scarica essendo chiuso con entrambi i terminali verso il +Vcc dalle resistenze da 820 Ohm e da 1KOhm. Appena premo il pulsante, essendo la capacità da 22 µF scarica, porta a massa i due catodi degli 1N4148 e quello che avrà l'anodo positivo entra in conduzione trascinando la relativa base a massa interdicendo il transistore che in quel momento si trova in conduzione. La prima volta toccherà al transistore di destra che manderà alto il suo collettore e tramite la 10k polarizza la base del transistore di sinistra eccitando così il relè. Nel frattempo il condensatore da 22 µF ha finito la sua funzione e cioè si é caricato a Vcc interdicendo entrambi i diodi e liberando così le basi che possono seguire ognuna le tensioni a cui sono sottoposte; quella di destra vede una tensione bassa dovuta al transitorie appena entrato in conduzione e quella di sinistra vede un tensione verso +Vcc e mantiene in saturazione il suo transistore e il relè eccitato. Quando rilascio il pulsante la capacità da 22 µF può scaricarsi attraverso la resistenza da 1k e il diodo in parallelo alla 820 Ohm preparandosi per la prossima "pigiata". La prossima volta che si preme il pulsante si ripetono le stesse cose ma rovesciando gli stati dei due transistori; quello in conduzione passa in interdizione e viceversa. Si hanno pertanto due stati stabili uno ON e uno OFF da cui deriva il nome di bistabile.

Il secondo circuito può essere spiegato allo stesso modo osservando che questa volta il diodo che entra in conduzione é quello che ha l'anodo collegato al collettore a potenziale altro di +Vcc. Andando a massa trascina pure il suo collettore portando anche la base ad esso collegato ad un livello di tensione basso di massa interdicendo il suo transistore.
La calamitá C da 2,2 nF (funziona anche con 1 nF) può essere collegata al punto A o al punto B in base a come si vuole che si imposti il relè all'accensione del circuito. Sul punto A il relè rimarrà in stato diseccitato mentre in B parte eccitato.            


Via E-Mail "..una volta premuto il pulsante per posizionare il relè' in posizione ON, se dovesse trascorrere  un tempo superiore a 1 minuto e mezzo, meglio sarebbe se questo tempo fosse regolabile, il relè' ritornasse in posizione di partenza ovvero OFF, e quindi si ristabilisse la posizione iniziale, ma eventualmente tale periodo non dovesse trascorrere, il circuito deve funzionare come bistabile...."

POSSIBILE SOLUZIONE:

FUNZIONAMENTO:

Il circuito é sostanzialmente quello di prima ai fini degli stati ON/OFF; é stato aggiunto un NE555 che funge da taimer quando siamo nello stato di relè ON (eccitato). Se lo stato ON permane per un tempo regolabile dal trimmer da 1M il pin 3 del 555 va basso interdicendo il transistore che comanda il relè il quale torna nello stato OFF. A causa di ciò il transistore di destra va in saturazione e mantiene quello di sinistra interdetto tramite la 10k. In queste condizioni il transistore di destra, avendo il collettore a massa (saturazione), scarica attraverso il diodo 1N4148 e la resistenza da 1K il C1 da 100 µF predisponendo il 555 per una prossima temporizzazione di uno stato ON. Quando infatti, premendo il pulsante, si manda in saturazione il transitorie di sinistra eccitando il relè, il collettore di destra sale a +Vcc così C1 può iniziare la sua carica attraverso 1K e il trimmer, quando raggiunge circa 2/3 di Vcc l'uscita pin 3 del 555 passa da normalmente alta a bassa portando, come già detto, a massa pure la base del transistore di sinistra interdicendolo e mandando in OFF il relè.


COMANDO ON/OFF LAMPADA A 6V CON MOSFET
Da un E-Mail :
" .... vorrei realizzare una torcia alimentata con batteria a 6V comandata da una calamita e ampolla reed ...."


Per polarizzare bene e far saturare un mosfet la Vg è bene sia almeno 7/8V per fare questo con batteria a 6 V bisogna alzarla ad esempio duplicando con oscillatore ad onda quadra formato da U1B e U1C. All'accensione U1A manda il pin 3 alto in quanto i pin 1-2 hanno uno stato 0 dato dalla C da 4,7nF ne consegue che pure i pin 12-13 vanno alti mandando basso il pin 11 così da confermare lo stato 0V su pin 1-2 attraverso la 15k. Il pin 5 di U1B essendo a 0V tiene pin 4 a livello alto cioè oscillatore bloccato. La base del BC327 attraverso la 33k si trova a potenziale più alto dell'emettitore e pertanto il transistore è interdetto e i gates dei mosfet non possono essere polarizzati e pertanto lampada spenta. In queste condizioni la C da 220nF attraverso la 220K si carica a Vcc e quando il contatto reed chiude manda pr un istante alto i pin 1-2 che forzano basso il pin 3 e 12-13 così da avere pin 11 alto che con la 15 K confermano un 1 sui pin 1-2 anche se il reed si riapre. Ora il pin 5 di U1B essendo alto libera l'oscillatore e sul pin 10 ho una onda quadra che attraverso i diodi e le capacità da 10uF genera sull'ultimo C una tensione di circa 12V. Questa volta la 33K porta la base a potenziale di massa e polarizza il BC327 che porta i gate ad un potenziale di poco meno di 12 V che garantiscono una saturazione ai mosfet accendendola lampada.


SELEZIONE DI UN RELÈ

Da un E-Mail : "... come fare in modo che ad ogni pressione di un tasto resetti il relè precedentemente settato, e settare il relè corrispondente al tasto premuto. ..."

POSSIBILE SOLUZIONE

rele_on.gif

Altro tipo di selettore    Vedi anche questi   Monostabili    Altri circuiti a relè   Pulsanti con interblocco


Disclaimer     INDEX             Torna indietro