Logo del sito i2viu

SPEGNIMENTO GRADUALE DI UNA LAMPADA
© by Vittorio Crapella - i2viu

Circuito sottoposto a tensione di rete potenzialmente pericolo se non si osservano le norme di sicurezza

luxnotte.gif-6k

ATTENZIONE CIRCUITO SOTTOPOSTO A TENSIONE DI RETE

FUNZIONAMENTO:

Controllando l'innesco del TRIAC é possibile variare la luminosità della lampada. Il controllo consiste nel generare degli impulsi d'innesco mediante unigiunzione caricando il condensatore C1 da 100 nF a corrente costante mediante Q1 che conduce di più o di meno in funzione della tensione (a rampa crescente) proveniente dalla rete R-2R pilotata dal CD4040 (contatore binario). Quando questa tensione é bassa (0V) Q1, essendo PNP, conduce al massimo e di conseguenza C1 si carica rapidamente così da raggiungere circa il 63% di 12V (7,2V) condizione necessaria affinché Q2 entri in conduzione tra E e B1 generando ai capi della R da 150 Ohm un impulso di tensione, pari alla carica di C1 che scaricandosi su 150 Ohm dura un tempo di pochi micro secondi ma sufficiente a mandare Q3 in saturazione. Questo breve impulso é sufficiente ad accendere il diodo led del MOC e di conseguenza il triac MOC innesca e a sua volta pure il TIC236 accendendo così la lampada.

Siccome C1 inizia la sua carica ogni inizio di semi periodo dell'alternata, l' innesco avverrà dopo un tempo dipendente dalla conduzione di Q1 e cioè dal valore raggiunto della tensione proveniente dal convertitore DAC formato dalla rete R-2R e dal CD4040.

Se l'innesco avviene all'inizio del semi periodo si avrà conduzione del TIC per più tempo e cioè più luce, viceversa se avviene verso la fine del semi periodo la conduzione del TIC durerà per poco tempo e cioè poca luce.       Vedi il grafico di questa pagina

RETE R - 2R CONVERTITORE DAC

Realizzando la rete di resistenze R 2R pilotate dal contatore binario CD4040 si realizza un convertitore digitale analogico ottenendo così una tensione a rampa (gradinata) necessaria per il nostro scopo. Quando il 4040 ha le sue uscite tutte a livello 0, perché non ha ancora ricevuto nemmeno un clock dal 4060, tutte le resistenze si chiudono verso massa fornendo sul punto TP zero volt viceversa quando tutte le uscite del 4040 sono a livello alto, perché sono arrivati 255 clock (con otto linee binarie si possono avere 255 combinazioni dallo 00000000 fino a 11111111), le resistenze sono collegate tutte a +Vcc e di conseguenza il punto TP si avrà la massima tensione.

Dunque la tensione TP va da 0 a + 9V pertanto ogni clock fa aumentare la tensione Tp di 9/255=35,29 mV. Come già accennato con TP = 0V il transistore Q1 conduce al massimo e cioè più luce mentre ad ogni gradino di TP avrò minor conduzione di Q1 e cioè minor luce. In pratica la lampada si spegne piano piano in 255 passi e ogni passo dura un tempo dipendente dal divisore CD4060 che può moltiplicare il tempo dovuto a T1 C2, a seconda del pin usato 1, 2, 3 nel seguente modo: pin 1 x 4096, pin 2 x 8196, pin 3 x 16384; se T1 C2 al massimo possono dare circa 5 mS ne consegue che il massimo ritardo sará 5 x 16384 =81920 milli secondi, circa 80 secondi per ogni clock. Se il ciclo di spegnimento dura 255 clock si avrà 80 x 255 = 20400 secondi che tradotti in ore diventano 20400/3600= 5,6 ore. Rifacendo i calcoli usando il pin 1 al posto del 3 si otterrà circa 20 secondi al clock pari a 255 x 20 = 5100 sec che tradotti in ore saranno 1,4.

Se poi si considera che pure il trimmer T1 si può mettere al minimo con R=33K si otterrà 0,33 mS al posto di 5 mS si avrà un tempo di spegnimento minimo di 6 minuti. Si avranno circa i tempi della tabella:

PIN

X

T1

TEMPO

1

4096

MIN

6 m

1

4096

MAX

1h 25m

2

8196

MIN

12 m

2

8196

MAX

2h 50m

3

16384

MIN

24m

3

16384

MAX

5h 40m

Altro modo con TCA785         Oppure con questo        Alba e tramonto  versione 2010
Disclaimer     [Return]       [Le mie pagine]   INDEX