Logo del sito i2viu

DUPLICATORE DI FREQUENZA
© by Vittorio Crapella - i2viu

duplicaf.gif-4k

DESCRIZIONE:

Con quattro NAND si può ottenere un duplicatore di frequenza sfruttando dure reti RC per avere dei ritardi durante la salita o la discesa del segnale d'INPUT.

I NAND U1A e U1B formano un rivelatore di gradinata sul fronte di salita (rise edge) ed in A si otterrà un impulso che da livello alto passa a 0 e di durata legata ad R1C1.

I NAND U1A e U1C formano un rivelatore di gradinata sul fronte di discesa (fall edge) ed in B si otterrà un impulso che da livello alto passa a 0 e di durata legata ad R2C2.

Facendo il prodotto negato di A e di B attraverso il NAND U1D si otterrà una forma d'onda con frequenza doppia di quella d'ingresso. Per comprendere meglio il funzionamento é bene osservare il grafico che raffigura l'andamento dei segnali nei vari punti del circuito.

Se si usano NAND del tipo TTL (SN7400) R1 e R2 possono avere valori compresi tra centinaia di Ohm fino ad 1KOhm mentre per NAND della serie CMOS si può spaziare dai KOhm fino a qualche MOhm. Le capacità C1 e C2 con i TTL possono andare dal nF fino a centinaia di micro Farad mentre per i CMOS possono avere valori compresi tra le centinaia di pF fino a decine di uF.   Pagina correlata

graf-3kb

Si puó ottenere un duplicatore di frequenza anche con una sola porta XOR

dup77.gif

PER QUADRUPLICARE

xnor4F.gif

Meglio fissare C e poi calcoare R; empiricamente CnF = 1 / Fin dove Fin in Khz.   Ad esempio se Fin = 1KHz scelgo C = 1 nF pertanto
dup77.gif
R1 valore commerciale =120 K e R2= R1/1,2 = 100 K

Si possono utilizzare indifferentemente porte XOR (CD4030) o XNOR (CD4077), cambia soltanto la fase.

[Return]       [Le mie pagine]    Pagina correlata