Logo del sito i2viu

CONTROLLO DI VELOCITÁ PER MOTORI A SPAZZOLE
© by Vittorio Crapella - i2viu

É stato applicato su un trapano a colonna con motore a spazzole per avere la possibilità di far ruotare il mandrino a bassissima velocità pur mantenendo la potenza massima del motore. La dinamo in questo caso consisteva in un motorino in CC di recupero da un vecchio gira-dischi. Se il TRIAC innesca all'inizio dei semiperiodi la tensione sul motore sarà la massima cioè massima velocità. Viceversa se l'innesco avviene verso la fine dei semiperiodi, la tensione efficace diminuisce e il motore gira piano. L'innesco del TRIAC dipende dalla costante di tempo legata alla capacita da 150nF e dalla conduzione del BC304. Supponiamo che il trapano stia girando a metà della sua velocità . La dinamo fornirà una certa tensione che tramite il potenziometro da 47K fa condurre il BC113 e di conseguenza il BC177. La base del BC304 sarà polarizzata né troppo né poco in modo che la C da 150nF raggiunge la carica per l'innesco dell'unigiunzione e cioè del triac a circa metà del semiperiodo dell'alternata 220Vac di conseguenza metà tensione al motore che girerà a metà velocità come supposto. Supponiamo che ora sotto sforzo il trapano tenda a diminuire i suoi giri che si ripercuoteranno sulla dinamo che diminuirà la tensione . Il BC113 condurrà di meno, come pure il BC177 mentre il BC304, diventando la sua base meno positiva, condurrà di più e la capacità da 150nF si caricherà più velocemente innescando prima l'unigiunzione e TRIAC che fornirà al motore più tensione, tanto quanto basta per farlo girare a velocità pressoché costante. Lo stesso controllo avviene anche se la velocità dovesse tendere ad aumentare, infatti più tensione alla dinamo, più conduzione del BC113 e BC177 e meno il BC304 cioè inneschi rallentati e meno tensione al motore tanto quanto basta per tenere la velocità costante. Il circuito é alimentato con tensione raddrizzata a due semionde non livellata per avere la carica del 150nF sempre sincronizzata con la rete in modo che per una certa velocità si abbia sempre l'innesco in quel dato istante del semiperiodo. Con il deviatore é possibile avere due tipi di controllo, uno per velocità lente ed uno per quelle veloci.  Vedi anche qui

Vista piste 5Kb        Vista componenti 18Kb

CONVEL.gif-9k

CIRCUITO SOTTOPOSTO A TENSIONE DI RETE 220V
ATTENERSI ALLE NORME DI SICUREZZA

[Return]       [Le mie pagine]       Altri esempi - documento PDF [224 KB]