Logo del sito i2viu

PC + PADDLE = KEYER PER LA TELEGRAFIA
© by Vittorio Crapella - i2viu

L'AUTORE NON SI ASSUME NESSUNA RESPONSABILITA` ESPLICITA O IMPLICITA RIGUARDANTE INCIDENTI O CONSEGUENTI POSSIBILI DANNI DERIVANTI DALL'USO DI QUESTO PROGRAMMA.

Per recuperare subito il file CWVIU.EXE zippato (11KB) CWVIU.ZIP       Tutto completo BUGSOFT.ZIP

[Curioisitá telegrafiche]                                    LISTATO in assembler formato TXT zippato

Il programma  CWVIU, sviluppato interamente in linguaggio assembler e poi compilato in EXE, gira da prove fatte su macchine MS-DOS che montano almeno un microprocessore 286/386/486 con clock differenti dai 6/7 Mhz ai 50/166 Mhz.
Con Windows 95 a salire si potrebbe avere problemi di gestione di LPT.
Digitando un numero da 1 a 3 dopo il nome CWVIU al lancio del programma, si configura con LPT1 o LPT2 o LPT3. (Esempio di lancio per configurare la LPT2 c:\cwviu 2 Se non specifico la parallela da utilizzare automaticamente la cerca e prende la prima che trova partendo da LPT1 poi depone l'indirizzo trovato in una variabile del programma per poterla gestire correttamente.

STACCARE EVENTUALMENTE LA STAMPANTE DALLA PARALLELA PERCHÉ PUÒ FAR RICONOSCERE DEI LIVELLI NON GIUSTI AL PROGRAMMA.

Testa poi la velocità del computer attraverso una routine dell'orologio in particolare quella dei secondi e si auto- adegua per avere tempo e velocità telegrafica giusta entro limiti accettabili secondo quanto visualizza sul monitor. Per una rapida verifica se si imposta velocità 200 car/min , ratio standard con F5 e spazio doppio con ALT-F3 un CQ completo con F9 deve essere eseguito in 20 secondi circa; se cosi è la velocità indicata è corretta. Sempre a proposito di velocità, quella indicata, è veritiera per la manipolazione esterna mentre per F8, F9 e ALT-F1/2 può essere +/- 5/10% fuori dal range indicato. Per poter lanciare il programma deve essere scollegato il cavo della parallela usuale e lasciato libero il DB25 o meglio aver già collegato l'interfaccia prevista. Se a programma avviato dovesse apparire i numeri della velocità o altro in movimento, o continua ad emettere punti o linee anche a parallela libera ciò significa che bisogna preparare o l'interfaccia completa o almeno collegare tutte le 5 resistenze previste nello schema dell'interfaccia. A tal proposito si legga INTERFAC.DOC con Word settato per carattere tipo Terminal, leggibile pure nel prog. con il comando F2.
INTERFACCIA.DOC é contenuto nel file BUGSOFT.ZIP

contiene i seguenti file:

In tale modo gira e possono essere già usati certi comandi anche se non fosse attaccato il manipolatore esterno. Ad esempio si possono leggere i comandi con F1, le istruzioni per l'interfaccia, vedere a titolo di curiosità il valore in Mhz del clock e della durata di un ciclo macchina con ALT-F10 o vedere scorrere un CQ con F9, fare esercizio di ricezione attivando il monitor con ALT-S e mandando il prog. in generazione casuale a gruppi di 5 caratteri con ALT-F1 o ALT-F2. La frequenza della nota-monitor si può variare con ALT-F6 a passi di 50Hz da circa 300 Hz sino a un max di 1500 Hz. (Parte default con circa 800 Hz) Con F7 si può digitare qualunque msg. da trasmettere o riascoltare con F8 dopo aver terminato con un ENTER. Le accentate si scrivono: a`, e`, o`, u`. F7/F8 è utile per un esercizio di ricezione di quei caratteri ostici come la punteggiatura; scrivo tali caratteri quanti ne desidero e poi batto due volte F8 di seguito e li trasmetto a ciclo continuo a piacere interrompendo solo con un ESC oppure con il manipolatore. Posso regolare la velocità e le durate (ratio) con le frecce su giù qua e la, a gradini di 10 con CTRL-F1/F10 o gradini di 100 con F6. Con F5 si passa da ratio regolato manuale a quello standard mentre con ALT-F5 si torna a quello preregolato, già leggermente fuori standard. In pratica si ha tre diversi ratio, due fissi un terzo regolato a piacere. Il programma è nato per simulare e sostituire un tasto elettronico per CW (il cosiddetto bug) ed anche per uguagliare l'ormai di moda bug americano con microprocessore. Avendo a disposizione il monitor e la tastiera del computer si è potuto ottenere delle prestazioni credo superiori ai normali bug in commercio. Credo che la cosa più interessante è vedere decodificato sul video quanto uno stà trasmettendo con il manipolatore esterno, potendo cosi osservare gli eventuali errori di battuta e di spazio. Un pregio è quello che durante la manipolazione non accetta pigiate, dopo il termine di un punto o di una linea, se non passa un tempo di pausa almeno del 25% della durata di un punto, regolabile sino al 100% con ALT-F4. Questo previene l'aggiunta di linee ma soprattutto di punti indesiderati anche quando si leva il dito con un certo ritardo. Dalla versione 3.3 è stato introdotto la possibilità di cambiare il tipo di manipolazione; JAMBIC, SQUEEZ o SEMIAUTOMATICA mediante il comando ALT-F7. E` inoltre possibile invertire i contatti del manipolatore con ALT-I scambiando quello relativo alla pala di destra con quello di sinistra e viceversa. Comodo per chi vuole manipolare o di destra o di sinistra o per chi ha imparato a fare i punti con indice invece che con pollice. Mediante il comando ALT-V si visualizza la velocità o in WPM o in CAR/MIN. Per i più "autolesionisti" è permesso ricevere per allenamento, con l'autoascolto i messaggi o gruppi casuali, con i punti al posto delle linee e viceversa attivando il comando ALT-C. Con l'uso da ALT-1 ad ALT-9 si possono creare nove messaggi che saranno sempre attivi perchè salvati su disco pronti da usare in TX automatica. Si potranno cancellare e rimpiazzare con altro contenuto e automaticamente risalvati su disco. (Quelli attuali sono solo d'esempio). E` pure presente una rubrica o agenda dove vengono registrati a piacere i CALL con relativi nomi e indirizzi degli OM collegati in CW. Si potranno consultare digiatando semplicemente il CALL. Il comando che attiva l'agenda o rubrica è ALT-0.

Dalla versione 4.0 si ha a disposizione la parte di ricezione e decodifica con capacità di autoagganciarsi a qualsiasi velocità CW ricevibile via etere purchè il segnale di bassa frequenza sia convertito, da una piccola interfaccia, in una tensione continua che diventa nulla (livello di massa) in presenza di nota cw e a livello di circa 5V senza nota.

(Con il comando F2, a programma lanciato, si può osservare lo schema di interfaccia per la ricezione semplificato rispetto a quello qui sopra raffigurato.)

Tale livello va al piedino 12 della parallela (DB25). Con ALT-R si passa alla decodifica e con ESC si torna al keyer. In Rx con il comando F1 in ogni momento si può forzare il programma a rifare l'aggancio della velocità per una corretta decodifica anche se l'automatismo é in grado di rifare da solo il riaggancio. Con il comando ALT-S si attiva o si disattiva l'automatismo di aggiustamento della campionatura ad ogni decodifica di punto; per defaut e disattivato. Al ritorno dalla decodifica al Keyer posso rimandare in TX, digitando F8, i primi 800 caratteri ricevuti in modo RX.

Per vedere subito i comandi del programma.       Ciao de i2viu

PAGINE CORRELATE:
Tasto telegrafico con ST6210
Tasto telegrafico a CMOS
Paddle senza meccanica in movimento
Keyer link     Altri lavori

[ return ]      [ Curioisitá telegrafiche ]     [ Ham Radio ]