Logo del sito i2viu

TRANSCEIVER  TS850S - DISPLAY  SPENTO
© by Vittorio Crapella - i2viu

 Dopo un po' di anni che usavo il TS850 ho avuto problemi con il display che ogni tanto non si accendeva fino a che proprio non si accendeva più, a questo punto ho fatto un quesito nel forum di Telegrafia.it Kenwood TS850S display morto dove ho avuto una preziosa notizia da parte di Raffaele IK8ISG.

Ho cercato in rete il Manual Service del TS850S          [Altri manuali Kenwood]

Click for Complete TS-850s Service Manual - PDF. 25.9Mb

da cui ho estrapolato schema e vista PCB secondo quanto indicato nel msg di cui sopra che si può riassumere come segue:

 

A pagina 174 del Manual Service si ha la vista della piastra PCB del display lato saldature dove si può individuare il percorso degli 8V che alimentano il survoltore per il display.

Precisamente parte dal pin 9 del connettore CN1 e va al positivo ci C7 e alla bobina L3 dopo della quale si arriva al positivo del C18 che è il componente incriminato assieme alle piste dove si salda.  

Dal positivo di C18 con una pista non ben identificabile arriva diretto al pin 1 del connettore CN2 prima di entrare nel survoltore (inverter).

Sullo schema ho aggiunto in colore rosso la L3 e C18 mancanti.

OPERAZIONE ESEGUITA

Tolto i coperchi del ricetrans ho smollato le quattro viti che tengono fissato tutto il frontale e l'ho reclinato in modo da poter accedere alla piastra del display, ho smollato le cinque viti per poter girare il PCB dal lato componenti e fare le operazioni che seguono.

Ho dissaldato C18, pulito basetta, grattato piste prime e dopo i reofori, saldato nuovo condensatore (470uF - 25VL) che ho messo sdraiato appoggiando e saldando  i fili sulle piste grattate e stagnate facendo attenzione ad unire la pista positiva prima del reoforo con quella dopo, ho verificato la continuità tra pin 9 CN1 e pin 1 CN1 (che prima non c'era),  ho rifissato la piastra e ho chiuso l'apparato e tutto è tornato come prima.

ALTRO  TIPO  DI  GUASTO - settembre 2009

Antefatto:
Durante la trasmissione ho cominciato a sentire il classico odore di componenti "fritti", a naso mi faceva già pensare a qualche elettrolitico.  Ho perfino dubitato dell'alimentatore che aperto e ispezionato è risultato tutto regolare.

Il guasto:
Nel bel mezzo di un QSO il trasmettitore smette di trasmettere....
Spengo riaccendo e sento andare di continuo l'accordatore automatico (essendo selezionato il pulsante accordo automatico) ma non trova accordi e non va nemmeno in TX, non si accende nemmeno il led rosso ON-AIR.
Comincio a pensare male e ho perfino pensato ai finali che ho ispezionato e alla prova delle giunzioni con il tester mi risultavano efficienti come pure i pilota.

Dal Manuale di servizio PDF a pag. 130 (pag 128 originale cartaceo) individuai le tensioni fondamentali da verificare e scoprii che la tensione di polarizzazione del pilota e BIAS dei finali chiamata TXB non arrivava quando si andava in trasmissione.

Segui il percorso partendo dal modulo finali per arrivare alla piastra X48-3080 disposta nel lato inferiore dell'apparato sulla sinistra guardando il pannello frontale.

Più precisamente arrivai alla piastrina ceramica di circa 3 x 1 cm siglata RTX  X59-3680

A pag. 159 del PDF ho individuato lo schema:

E ho compreso che la tensione TXB (di 8V) proveniva dal transistore PNP Q152, spiando sulla basetta ho visto subito Q152  bruciacchiato e mezzo dissaldato.

Sostituirlo sarebbe stato quasi impossibile senza dissaldare la basetta dalla scheda X48-3080 e pensai ad una soluzione alternativa aggiungendo un transistore esterno.

Pensai ad un BDX54 ma poi come scritto più avanti risultò poco idoneo e lo sostituii con un BC327 saldato direttamente sui pin della schedina abbastanza accessibili.  Precisamente, come si vede dalla figura qui sotto rappresentata, ho saldato l'emettitore sul pin 7 e il collettore sul pin 5 mentre la base lo unita con un pezzetto di filo al punto di unione delle R 151 e 152 (SMD) dal lato componenti.

Ad operazione ultimata la tensione TXB sul collettore del nuovo transistore (in un primo momento BDX54) cominciava a dare segni di vita ma il suo valore invece che circa 8V era instabile attorno a 5 / 6 V come se un carico eccessivo mandasse in protezione il regolatore 7808 sulla scheda DIGITAL X46-D/4 della linea 8A.    Capii che il transistore Q152 bruciacchiato non era il guasto ma una conseguenza del vero guasto che si doveva trovare altrove.

Misurando con tester in portata Ohm tra TXB e massa avevo quasi un corto circuito e allora seguendo il percorso della linea TXB sui vari connettori ho trovato che il quasi corto spariva se scollegavo la piattina dal connettore CN3 della piastra X48-3080 che va al CN2 della X46-3080 poi da quest'ultima arrivai alla X50-3130 per ritrovarmi in fine nella scheda CAR X50-3140 fissata a sinistra guardando il frontale sotto il coperchio che porta la schedina con l'attacco dell'altoparlante posta  sul coperchio dell'apparato.

Appena liberata dal coperchio che la proteggeva ho notato un condensatore elettrolitico (saldato SMD) che aveva rilasciato dell'elettrolita lasciando un alone tutto attorno al condensatore.   Finalmente ho capito di aver scoperto il vero guasto.

Si trattava dei C1 da 47uF 16VL collegato fra l'ingresso e massa del regolatore 78N05 - IC8 a cavallo della pista di un collegamento al famoso TXB.

Dissaldato C1 apparve le piste corrose e la vetronite scavata divenuta conduttrice così da mettere a massa quasi come un corto il TXB.

Dopo una bella pulizia risaldai un altro condensatore al tantalio da 47uF 25VL e la tensione TXB tornò  e l'RTX si rimise a funzionare anche se la tensione TXB risultava un po' bassa rispetto agli 8V previsti.  Mi venne il dubbio che il BDX54 avesse una VCE di saturazione leggermente alta rispetto al 2SC1204, infatti consultando le caratteristiche compresi che l BDX non era proprio il meglio e allora optai per un BC327 molto più simile all'originale.

Se avete problemi di riparazioni qui trovate assistenza

[ return ]       [Le mie pagine]      [Link hamradio]