Logo del sito i2viu

RELÈ SCATTA PER UN ISTANTE SE VIN ARRIVA DUE   VOLTE ENTRO 2 SECONDI
                                                       © by Vittorio Crapella - i2viu

da una richiesta via E-mail: "...se arriva solo un impulso di 12V non succede niente, se ne arriva un'altro entro 2/5secondi dopo il primo, il circuito faccia scattare il relè, se non arriva niente dopo il primo segnale non succeda niente, nel senso che dopo quei due secondi non arriva nulla anche se per caso arriva un'altro il circuito non fa scattare il relè... "

POSSIBILI SOLUZIONI:

CON PORTE NAND CD4093

Al primo impulso di Vin a 12V C4 si carica a tale tensione, C1 è scarico e il pin 11 del NAND D sarà alto pertanto il pin 10 del NAND-C sarà basso e Q1 interdetto anche se Q2 nel frattempo è saturo ricevendo polarizzazione tramite D4, R6 e D6.
Il NAND-A avendo i suoi ingressi a livello alto tramite R1 manda basso il pin 3 mantenendo scarico C1 e il sistema rimane in queste condizioni se permane Vin a +12V.
Se permane Vin per un tempo lungo C2 tramite R5 si carica e porta i pin 5 e 6 alti così che il NAND-B manda basso il pin 4 e appena manca Vin il carico di R7 scarica rapidamente C4 e il circuito si predispone come se nulla fosse avvenuto. Se l'impulso Vin è breve meno o circa 1 secondo, avremo che C2 non si può caricare e questa volta R1 con R2 portano basso i pin 1-2 del NAND-A così che il pin 3 Va alto e libera la carica di C1 che avverrà tramite R3, T1 prendendo energia da C4.
Appena i pin 12-13 raggiungono un livello alto il pin 11 va basso e tiene bloccato i pin 1-2 mantenendo il pin 3 alto e ininfluente su C1.
Andando basso pin 11 il NAND C manda alto pin 10 che polarizza e predispone Q1 saturo.
Se ora arriva un impulso Vin essendo Q1 già saturo e Q2 ci va tramite D4, R6 e D6 si ecciterà il relè che permarrà eccitato per tutta la durata di Vin se manca D7, altrimenti dopo un tempo che dipende da R5 e C2 il pin 4 del NAND-B va basso e D7 scarica C3 mandando in interdizione Q2 diseccitando il relè.
Appena viene a mancare Vin il carico di R7 scarica rapidamente C4 e il circuito si predispone pronto per un altro ciclo.

VARIANTE

Si può introdurre una variante migliorativa qual'ora si intenda utilizzare la funzione di D7 cioè D4 si elimina con collegamento diretto e R5 si collega al + di C4 e si mette da 270K garantendo un T2 di circa 2 secondi.


CON SOLO TRANSITORI
 

Al primo impulso di Vin Tramite R1 e D2 polarizzo Q1 che eccita RL1 e si mantiene polarizzato tramite R4.    C1 è scarico e mantenuto tale fino a quando, tramite R2, Dz1 il Q3 rimane polarizzato e saturo.
In queste condizioni essendo Q3 saturo e C1 scarico Q2 e Q4 non sono polarizzati e pertanto il sistema resta stabile in queste condizioni anche se Q5 sarebbe saturo tramite R7 e Dz2.
Appena viene a mancare Vin Q3 si interdice e C1 può iniziare a caricarsi tramite D3 e T1 e superata la soglia di circa 6V Q2 e Q4 saturano. Se dopo il tempo di T1 con Q2 e Q4 saturi arriva il secondo impulso di Vin, pure Q5 satura polarizzato da R7 e Dz2 eccitando il relè RL2 che toglie tensione a RL1 che si diseccita e mette a massa R4 e D4 che fa iniziare la scarica di C1 attraverso T2 e sceso sotto la soglia dei 6V Q4 si interdice e diseccita RL2, Q2 pure si interdice e se permane ancora Vin Q3 può saturare e scaricare velocemente C1 predisponendosi per un nuovo ciclo mentre Q1 anche se permane ancora Vin non può ricevere polarizzazione da R1 perché Q5 è ancora in conduzione fino a che permane Vin. Se Vin cessa il sistema si predispone pronto per un prossimo ciclo.
Se si ritiene che la durata di T2 debba essere certa anche se il secondo impulso di Vin è breve si può interporre una R da 10 K tra OUT e il catodo di Dz3 cosi da mantenere Q5 saturo anche se viene mancare Vin, sarà poi Q4 a diseccitare il relè dopo il tempo di scarica di C1 attraverso T2.


CON PORTE NOR E CD4017

Accendendo il circuito il CD4017 si predispone resettato ricevendo un impulso positivo sul pin 15 attraverso C4.
U1A si predispone con pin 3 alto che riportato sul pin 5 di U1B basta per mantenere basso pin 4-2 ed essendo pure pin 1 di U1A basso con R1 conferma pin 3 alto che attraverso R3 mantiene pure il 4017 azzerato.
Il livello alto del pin 3 di U1A attraverso R2 tiene pure alto il pin 8 di U1C e cioè pin 10 fisso a livello basso cioè oscillatore di ck, formato da U1D e U1C, bloccato.
Al primo impulso di Vin il pin 3 U1A commuta e va a basso che abilita il 4017 a poter contare i prossimi clock
sul pin 14 ma se permane Vin l'oscillatore di ck resta bloccato perché il pin 8 di U1C permane a livello alto tramite D1 e R4 e Q2 pur avendo R9 a Vin non può condurre perché bloccato da D3 collegato a un livello basso del pin 4 del 4017.
Se viene a mancare Vin il pin 8 di U1C va basso attraverso R2 e dopo due clock provenienti dal pin 10 di U1C, il pin 4 del 4017 va alto e con R8 Q1 satura e manterrà basso per un altro ck il pin 8 di U1C anche se arriva Vin. Da questo istante se arriva Vin essendo pin 4 del 4017 alto R9 questa volta polarizza Q2 che saturando ed eccita il relè che permane eccitato sino al permanere di Vin ma non oltre il tempo di un ck.
Infatti se permane Vin appena pin 7 del 4017 va alto e il pin 4 basso e Q1 si interdice e pin 8 U1C ritorna alto attraverso D1, R4 al permanere di Vin e nel frattempo pure il pin 6 di U1B va alto mandando basso il pin 4 di U1B ma essendo ancora presente Vin il pin 1 di U1A prevale e tiene pin 3 basso e il 4017 bloccato senza ck. Appena cessa Vin va alto il pin 3 di U1A che tramite R3 riazzera il 4017 e si riblocca attraverso R2 l'oscillatore di ck e il sistema si predispone pronto per un altro ciclo.

  CON NE555

Disclaimer     INDEX             Torna indietro