Siciliana Najdorf variante del pedone avvelenato - B97
Altre difese


La variante del pedone avvelenato della difesa Najdorf ( 1.e4 c5 2.Cf3 d6 3.d4 cxd4 4.Cxd4 Cf6 5.Cc3 a6 6.Ag5 e6 7.f4 Db6 8.Dd2 Dxb2) è una apertura complicata e a doppio taglio: richiede una notevole preparazione teorica nonché lo studio e la memorizzazione di lunghissime varianti.  D'altra parte è probabilmente la risposta più forte del Nero allo sviluppo dell'Alfiere bianco in g5 e chi ha occasione di studiarla e giocarla con frequenza si ritrova con un'arma teorica importante a propria disposizione che porterà inevitabilmente soddisfazioni ed ottimi risultati.  Avendo iniziato a giocare a scacchi negli anni 70 e avendo immancabilmente subito il fascino di Bobby Fisher, fin da principiante decisi di adottare la difesa Najdorf ed in particolare la variante del pedone avvelenato.  Oggettivamente devo riconoscere che si trattò di una scelta discutibile, un mettere il carro davanti ai buoi, perchè prima di avventarsi in posizioni a doppio taglio, estremamente rischiose e difficili da giocare, avrei dovuto farmi le ossa con qualcosa di più facilmente comprensibile. La fortuna giocò però a mio favore e nelle prime partite con il pedone avvelenato ottenni dei buoni risultati perchè i miei avversari sbagliarono più di me.  Questo rafforzò la mia fiducia nella variante che continuai a studiare e giocare, facendone un'arma del mio repertorio.  La prima partita da me giocata con questa apertura risale al 1980, la più recente è del 2011; il caso ha voluto che in entrambe il Bianco ha scelto la variante classica 10.e5.  Le altre opzioni a disposizione del Bianco sono: 10.f5 (una volta considerata la più pericolosa è oggi una variante di patta), 10.Ae2, 10.Axf6 e le precedenti deviazioni 8.Cb3 (che evita di sacrificare il pedone) e 9.Cb3 (la mossa utilizzata da Spasskj per sconfiggere Fischer).











Picardi,Angelo - Costa,Francesco [B97]
FSI cat. esordienti Roma, 1980

1.e4 c5 2.Cf3 d6 3.d4 cxd4 4.Cxd4 Cf6 5.Cc3 a6 6.Ag5 e6 7.f4 Db6 8.Dd2 Dxb2 9.Tb1 Da3 10.e5 Cfd7? Un errore conseguenza di un approccio sbagliato con lo studio delle aperture: la variante del pedone avvelenato per la sua complessità non è certamente adatta ad un principiante che non è in grado di trovare da solo sulla scacchiera le mosse più corrette e si deve quindi affidare esclusivamente alla memoria; in questo caso semplicemente dimenticai che bisognava prima cambiare il pedone e solo dopo ritirare il Cavallo. 11.Ad3? Per mia fortuna anche il mio avversario non riesce a trovare le mosse migliori. Dopo questa mossa il Nero trae addirittura beneficio dal ritiro prematuro del Cavallo. [Bisognava giocare 11.f5! con forte attacco. Ad esempio 11...Cxe5 12.fxe6 fxe6 13.Ae2 Cbc6 14.Cxc6 bxc6 15.Ce4 d5 16.0-0+/- ] 11...dxe5 12.fxe5 Cxe5 il Nero è in ritardo di sviluppo ma ora ha due pedoni di vantaggio ed ha pure liquidato il centro del Bianco. 13.Ae4 Cc4 14.Dd3 Cd6=/+ in partita seguì un gioco tipico da esordienti con mosse non sempre ineccepibili e diverse occasioni mancate 15.Tb3 Dc5 16.Ae3 Cxe4 17.Cxe4 Dc7 18.0-0 Ae7 19.Tf3 e5 20.Cf5 Axf5 21.Txf5 0-0 22.Th5 g6 23.Th3 Td8 24.Df1 f5 25.Ab6 Dxc2 26.Axd8 Axd8 27.Cc3 Cc6 28.Dc4+ Rg7 29.Txb7+ Ce7 30.Dh4 Dc1+ 31.Rf2 Dc2+ 32.Rg1 Dc1+ 33.Rf2 Dc2+ 1/2-1/2

Allora accolsi questa patta con soddisfazione: il mio avversario, seppur allora solo sedicenne ed esordiente, era un  buon giocatore e proprio in quell'anno ebbe una certa di notorietà per essere stato l'unico sfidante a sconfiggere il Grande Maestro Sergio Mariotti nel corso di una simultanea tenutasi a Roma.  Attribuii, probabilmente con eccessivo entusiasmo, il risultato alla scelta dell'apertura che quindi decisi di continuare a studiare ed utilizzare.  












Alemanni,Marco (2175) - Costa,Francesco (2231) [B97]
ASIGC - Semifinale A del 64° Campionato Italiano per corrispondenza, 01.02.2011

1.e4 c5 2.Cf3 d6 3.d4 cxd4 4.Cxd4 Cf6 5.Cc3 a6 6.Ag5 e6 7.f4 Db6 8.Dd2 Dxb2 9.Tb1 Da3 10.e5 eccoci ancora qui: è curioso che in 31 anni abbia dovuto affrontare questa continuazione solo due volte e proprio nella prima e nell'ultima partita di quelle da me giocate in competizioni ufficiali con il pedone avvelenato.  La variante 10.e5 fu introdotta da Keres nel 1955 e fu di moda negli anni '60, poi caduta in disuso è tornata ad essere utilizzata con frequenza negli ultimi anni.     10...h6 [una finezza al posto della continuazione classica 10...dxe5 11.fxe5 Cfd7; lo scopo di questa mossa è di ridurre le opzioni a disposizione del Nero ] 11.Ah4 [la pratica ha mostrato che il Nero non deve temere 11.Axf6 gxf6 12.exd6 (12.Tb3 Da5 13.exd6 Axd6 14.Cdb5 ) 12...Cd7 13.Ae2 Dxd6 14.Ce4 Dc7 15.Ah5 Dc4 16.De3 Ae7 ] 11...dxe5 12.fxe5 Cd5 una mossa relativamente nuova che fino ad ora ha portato risultati soddisfacenti per il Nero. Rimangono comunque valide le alternative: [A) 12...Cfd7 è la continuazione classica che in passato ha dato al Nero non pochi problemi. Tuttavia adesso sembra che il Nero raggiunga la parità dopo 13.Ce4 Dxa2 14.Td1 Dd5 15.De3 Dxe5 16.Ae2 Ac5 17.Ag3 Axd4 18.Txd4 Da5+ 19.Td2 0-0 20.Ad6 f5!? ; B) 12...g5 una mossa aggressiva, possibile grazie all'intermedia 10..h6, che sembra assolutamente giocabile per il Nero 13.exf6 gxh4 14.Ae2 Da5 15.0-0 Cd7 16.Rh1 Dg5 17.Tf4 e5 18.Cd5 exd4 19.Af3 Ac5 ] 13.Cxd5 exd5 14.c4!? una continuazione a mio avviso troppo lenta. Meglio le alternative 14.e6 e 14.Ac4: [A) 14.e6 Axe6 15.Cxe6 fxe6 16.Ad3 Ae7 17.Ag6+ Rd8 18.Axe7+ Dxe7 19.0-0 Cd7 20.Txb7 Dc5+ 21.Rh1 Ta7 22.Tb3 Tf8 23.Txf8+ Cxf8 24.Tb8+ Re7 25.Ah5 g6 26.Dxh6 Df2 27.Dg7+ Rd6 28.Dxf8+ Dxf8 29.Txf8 gxh5 30.Tc8 e5 31.h4 d4 32.Rg1 Tf7 33.Ta8 Rd5 34.Txa6 Tc7 35.g4 Txc2 36.gxh5 d3 37.Ta8 d2 38.Td8+ Re4 39.Rf1 Re3 0-1 Motylev,A (2694)-Sutovsky,E (2665)/Khanty-Mansiysk RUS 2010; B) 14.Ac4 Ae7 (14...dxc4?? 15.Cb5!+- ) 15.Axe7 Dxe7 ] 14...Ae7 15.Axe7 [se 15.Af2!? Ag5! forzando il cambio delle Donne 16.Db4 (16.Db2 Da5+ 17.Db4 Dxb4+ ) 16...Dxb4+ ] 15...Dxe7 16.cxd5 Dxe5+ 17.Ae2 0-0-/+ il Bianco non dovrebbe avere compenso sufficiente per il pedone, visto che il Nero ha recuperato nello sviluppo e che il numero di pezzi rimasti si è ridotto 18.Cf3 [18.0-0 Cd7 ] 18...Dd6 19.0-0 Cd7 20.a4 Te8! 21.Cd4 Dxd5 22.Af3 Dd6 23.a5 Ce5 24.Dc3 Cxf3+ 25.Cxf3 Tb8 26.Tb6 Dd5 27.Db4 Te4 28.Da3 Ae6 29.Tc1 Te2 30.Td6 De4 31.Td4 Dg6 32.Ce1 Dg5-+ 33.Tcd1 Te8 34.Df3 Ag4 0-1