SCACCHI CHE PASSIONE

Capire la Difesa Siciliana

Home Page

Scegliere e studiare le aperture

Links


La Siciliana è la difesa più utilizzata contro 1.e4.  Si tratta di una apertura molto complessa con moltissime varianti il cui studio può inizialmente disorientare il principiante e magari indurlo a ricercare modi per evitarla.   D'altra parte capire, studiare e giocare la Siciliana con entrambi i colori è un passaggio prima o poi obbligato per chi vuole diventare un forte giocatore di scacchi.    

Lo scopo di questa sezione è fornire una prima semplice guida per capire la Siciliana, soffermandoci sulle idee strategiche, le possibili strutture di pedoni, i piani di azione.   Acquisiti questi principi sarà più facile individuare le varianti adatte al  proprio repertorio e dedicarsi in maniera fruttuosa al loro studio capillare.

INDICE DELLE SEZIONI
  1. Strategia dopo il cambio in d4

  2. L'importanza della casa d5

  3. Le strutture di pedoni del Nero

  4. Linee guida per il Bianco

  5. Linee guida per il Nero



Il diagramma illustra la posizione di partenza della Siciliana.  Il Nero contrasta l'occupazione del centro da parte del Bianco, ponendo sotto controllo la casa d4 come avviene anche nella Partita di Re (1.e4 e5).  Osserviamo che:

  1. il centro è controllato con un pedone non centrale; di conseguenza un eventuale cambio di questo pedone con il pedone d del Bianco sarebbe a vantaggio della struttura pedonale del Nero che rimarrebbe con due pedoni centrali contro uno (prima differenza con la Partita di Re nella quale il Nero controlla d4 con un pedone centrale);
  2. il pedone Nero si trova in una casa non attaccabile direttamente dal Bianco che non ha quindi a disposizione una seconda mossa che sia allo stesso tempo di sviluppo e attacco come invece avviene nella Partita di Re con 2.Cf3 (che sviluppa il Cavallo attaccando il  pedone e5);
  3. gli Alfieri del Nero sono ancora bloccati dai propri pedoni e ciò comporterà un maggior ritardo nello sviluppo dei pezzi minori e per raggiungere l'arrocco (nella Partita di Re invece l'Alfiere campo scuro del Nero ha già una diagonale aperta e si può puntare ad rapido sviluppo dei pezzi e ad un rapido arrocco).
Nella Siciliana Aperta il Bianco permette il cambio in d4 mediante le mosse 1.e4 c5; 2.Cf3 d6 (o 2...Cc6 o 2...e6); 3.d4 cxd4; 4.Cxd4.  Questa è la continuazione principale e anche la più efficace, foriera di un gioco complesso e senza compromessi, caratterizzato da un equilibrio dinamico tra il maggiore spazio conquistato dal Bianco e la migliore struttura pedonale del Nero.  Ovviamente il Bianco non è costretto a proporre il cambio cxd4 e può impostare la partita in maniera diversa.  In questo caso si parla di sistemi Anti-Siciliana alcuni dei quali sono perfettamente giocabili anche se in genere creano minori problemi al Nero e non offrono quella dinamicità di gioco e ricchezza di continuazioni caratteristici della Siciliana Aperta.  
E' consigliabile integrare lo studio di queste sezioni con l'analisi di partite giocate con la difesa Siciliana che si possono scaricare nella sezione Archivio aperture.