SCACCHI CHE PASSIONE

Capire la Difesa Grunfeld

Scegliere e studiare le aperture


Chi si trova a suo agio nelle aperture semiaperte ed in particolare con la difesa Siciliana, dovrebbe prendere in considerazione l'idea di includere nel proprio repertorio la difesa Grunfeld come risposta alla apertura di Donna 1.d4.  Al pari della Siciliana, la Grunfeld è una apertura molto complessa che si basa su un equilibrio dinamico e genera moltissime varianti:  sin dalle prime mosse il Nero crea una certa tensione, impostando una posizione asimettrica e permettenndo al Bianco di costituire un forte centro di pedoni con l'idea di esercitare pressione su di esso con i propri pezzi e pedoni e di contrattaccarlo al momento opportuno.  

In questa sezione si propone una semplice e breve guida per capire la difesa Grunfeld, soffermandoci sulle idee strategiche, le possibili strutture di pedoni, i piani di azione.  Questa panoramica può servire per farsi una prima idea di questa difesa e per facilitare l'impostazione della (lunga) attività di studio delle varianti.  

Il diagramma illustra la posizione di partenza più comune della difesa Grunfeld che si ottiene dopo le mosse 1.d4 Cf6; 2.c4 g6; 3.Cc3 d5.  In realtà esistono casi in cui il Bianco ritarda o addirittura omette del tutto lo sviluppo del Cavallo in c3 nel tentativo di evitare la Grunfeld o comunque di forzare l'adozione di determinate varianti.  

Analizzando la posizione si può capire che il Bianco può immediatamente costituire un forte centro di pedoni con 4.cxd5 Cxd5 5.e4 Cxc3 6.bxc3.  Questa continuazione, nota come "variante di cambio", è il modo più diretto per occupare il centro e accettare la sfida del Nero.  Tuttavia non è il solo modo possibile per costituire un forte centro di pedoni e, soprattutto, il Bianco non è obbligato ad accettare la sfida del Nero e può prima dedicarsi allo sviluppo dei propri pezzi, puntando a posizioni più solide e meno rischiose.  

In definitiva tutte le numerose varianti e sottovarianti della difesa Grunfeld possono essere raggruppate in tre tipologie di gioco determinate dalle scelte del Bianco:

  1. Forte centro di pedoni - il Bianco costituisce da subito un forte centro di pedoni ed il Nero sfrutta l'ottimo piazzamento dei propri pezzi e l'iniziativa per puntare tutto sul controgioco (varianti di cambio e russa);

  2. Centro ristretto e solido - il Bianco adotta un approccio prudente, rinunciando all'immediata occupazione del centro con i pedoni e privilegiando lo sviluppo dei pezzi e la costituzione di un centro di pedoni ristretto ma più solido (varianti con Af4 o Ag5, variante chiusa con e3);

  3. Ritardo o omissione di Cc3 - il Bianco ritarda od omette del tutto lo sviluppo del Cc3 (variante di fianchetto, variante 3.f3)

E' consigliabile integrare lo studio di queste sezioni con l'analisi di partite giocate con la difesa Grunfeld che si possono scaricare nella sezione Archivio aperture.