[successivo] [precedente] [inizio] [fine] [indice generale] [indice ridotto] [indice analitico] [home] [volume]


Capitolo 795.   Organizzazione e utilizzo dei laboratori MS-Windows

Questo capitolo è un esempio di manuale descrittivo dell'organizzazione e dell'utilizzo di un laboratorio didattico MS-Windows che si avvale della condivisione delle cartelle personali offerte da un elaboratore organizzato con nanoLinux. In altri termini, si suppone che esista un laboratorio nanoLinux simile a ciò che è descritto nel capitolo precedente e che dagli altri laboratori MS-Windows gli studenti continuino ad accedere ai loro file (tramite le proprie utenze) con l'aiuto di Samba.

Anche in questo caso il capitolo è da prendere come esempio illustrativo, attraverso il quale può essere più facile comprendere il senso e l'utilizzo di nanoLinux.

Figura 795.1. Nel laboratorio nanoLinux si ipotizza che l'elaboratore con le utenze e le directory personali degli utenti sia quello con indirizzo 172.17.1.254, raggiungibile dai laboratori MS-Windows con l'indirizzo 192.168.0.71; inoltre si concede l'accesso all'elaboratore 172.17.1.253 (ovvero 192.168.0.81 per i laboratori MS-Windows) con il protocollo TELNET, da usare con il programma PuTTY.

organizzazione dei laboratori

Gli esempi fanno riferimento a indirizzi IPv4 del tipo 192.168.0.*, che sarebbe bene evitare di usare (perché lo zero nel terzo ottetto rischia di entrare in conflitto con un indirizzo di rete). Tuttavia, nelle scuole si trovano spesso reti locali organizzate, imprudentemente, in questo modo.


Gli studenti e gli insegnanti possono avvalersi di un sistema interno di gestione delle utenze e delle cartelle personali, sia presso i laboratori informatizzati con sistemi GNU/Linux, sia presso quelli con sistemi MS-Windows. Tale servizio, previa autenticazione elettronica, consente di lavorare indifferentemente presso qualunque postazione, ritrovando sempre i propri dati salvati in precedenza.

795.1   Premessa

Gli utilizzatori dei laboratori informatici basati su sistemi MS-Windows hanno la possibilità di salvare i propri dati utilizzando le cartelle personali abbinate alle utenze definite presso l'elaboratore con indirizzo IPv4 192.168.0.71; inoltre, eventualmente, possono accedere con il protocollo TELNET, attraverso il programma PuTTY, all'elaboratore 192.168.0.81, per svolgere attività che richiedano l'interazione con un sistema GNU/Linux.

Tale sistema di gestione delle utenze e delle cartelle personali attraverso la rete locale dell'istituto, può agevolare l'attività didattica, in quanto consente agli studenti e agli insegnanti di svolgere e ritrovare il proprio lavoro indipendentemente dalla postazione in cui viene eseguito. Per esempio, una stessa attività didattica potrebbe essere svolta utilizzando alcune ore presso un laboratorio e altre presso un altro (purché in tutti sia disponibile il software necessario all'attività stessa), senza il problema di dover trasferire i file ogni volta. Naturalmente tale sistema è perfettamente integrato con il laboratorio basato su sistema GNU/Linux, dal momento che questo servizio viene offerto precisamente da due elaboratori (computer) di tale laboratorio.

Va comunque osservato che ogni utente deve gestire una propria politica di copie di sicurezza, perché il servizio viene gestito con la massima cura, ma non si può mai escludere la possibilità di una perdita dei dati.

Oltre al problema della gestione dei dati attraverso la rete, vengono attuati degli accorgimenti che possono facilitare agli insegnanti il recupero delle verifiche didattiche dei propri studenti, in forma elettronica, e la pubblicazione agli stessi studenti di materiali, sempre in forma elettronica.

Alcuni insegnanti hanno la facoltà di creare le utenze ed eventualmente di cambiare la parola d'ordine agli utenti che l'hanno dimenticata. Gli insegnanti che desiderano acquisire tali privilegi, possono rivolgersi al responsabile del servizio.

795.2   Amministrazione

Gli insegnanti che hanno ottenuto la facoltà di intervenire in questo modo, hanno un'utenza amministrativa (corrispondente solitamente al solo cognome), con la quale possono connettersi all'elaboratore 192.168.0.71 attraverso il programma PuTTY, usando preferibilmente il protocollo SSH (cifrato), come si vede nella figura:

PuTTY

L'amministratore deve quindi introdurre il proprio nominativo-utente e la parola d'ordine, quindi ottiene il menù di funzioni che gli sono state concesse:

.----------------------Admin menu------------------------.
| Admin limited menu                                     |
| .----------------------------------------------------. |
| |   adduser         Add a new user                   | |
| |   passwd          Change a user's password         | |
| |   description     Change a user's description      | |
| |   user info       Show user info                   | |
| |   home info       Show home directory info         | |
| |   quota report    Show sorted user's quota         | |
| |   custom1         Custom script 1                  | |
| |   custom2         Custom script 2                  | |
| |   custom3         Custom script 3                  | |
| |   exit            Quit                             | |
| `----------------------------------------------------' |
|--------------------------------------------------------|
|              <  OK   >       <Annulla>                 |
`--------------------------------------------------------'

Attraverso questo menù è possibile, in particolare, aggiungere un'utenza, cambiare la parola d'ordine di un utente che ne fa richiesta e verificare la configurazione delle utenze.

Tabella 795.4. Descrizione delle funzioni disponibili agli amministratori.

Funzione Descrizione
adduser
Consente di aggiungere un'utenza al sistema.
passwd
Consente di modificare una parola d'ordine.
description
Consente di modificare la descrizione estesa di un'utenza.
user info
home info
Consente di avere informazioni su un'utenza.
quota report
Mostra l'elenco delle quote degli utenti, ordinata in modo decrescente per quantità di spazio utilizzato.
custom1
Ricostruisce i collegamenti tra studenti e insegnanti, per lo scambio di verifiche e di strumenti didattici.
exit
Esce dal menù.

795.2.1   Procedura per l'aggiunta di un utente

Dal momento che si prevede la presenza simultanea di un gran numero di utenze, si richiede a chi interviene per aggiungerne di nuove di farlo con un certo ordine. Per prima cosa si conviene che il nominativo scelto dall'utente cominci con il cognome e continui, possibilmente, con il nome (per esempio «rossimario»), tenendo conto che si possono usare al massimo 16 caratteri alfabetici e numerici (lettere dalla «a» alla «z», minuscole, cifre da zero a nove).

Una volta inserito il nominativo, è necessario stabilire una sigla che viene usata per classificare l'utenza. Nel caso degli studenti che usano comunemente il laboratorio, va usata la sigla della classe (compresa la sezione e una lettera per distinguere il corso di studi) seguita dall'anno scolastico. La tabella seguente riepiloga alcuni esempi.

Tabella 795.5. Esempi di sigle da usare per raggruppare le utenze secondo il contesto per il quale vengono create.

Esempio Contesto
5A0708
Utenze annuali, riferite agli alunni di 5A, create nell'anno scolastico 2007/2008, dove non è necessario specificare il corso di studi.
4AS0708
Utenze annuali, riferite agli alunni di 4A, corso «S», create nell'anno scolastico 2007/2008.
DOCENTI0
Utenze riferite ai docenti, da conservare attraverso gli anni scolastici.
ITP00000
Utenze riferite agli insegnanti tecnico-pratici, da conservare attraverso gli anni scolastici.
TECNICI0
Utenze riferita ai tecnici, da conservare attraverso gli anni scolastici.
COLLSCOL
Utenze riferite ai tecnici, da conservare attraverso gli anni scolastici.
SEGRETER
Utenze riferite al personale di segreteria, da conservare attraverso gli anni scolastici.
DSGA0000
Utenza riferita al direttore dei servizi generali e amministrativi, da conservare attraverso gli anni scolastici.
DIRIGENT
Utenza riferita al dirigente scolastico, da conservare attraverso gli anni scolastici.

Quando viene richiesto di inserire un utente, il programma che si occupa di questo consente di aggiungere dei dati ulteriori all'interno di un campo aggiuntivo. Ciò va usato per indicare i dati significativi dell'utenza, in base al contesto di utilizzo. Seguono due esempi; il primo riferito all'utente Mario Rossi che è uno studente di 5A «igea», il secondo riferito al professor Sempronio Dicembrino che è docente di economia aziendale:

.------------Add a new user---------------.
| Please insert the new user name (only   |
| lower case letters and numbers, max 16  |
| characters):                            |
| |1234567890123456|                      |
| .-------------------------------------. |
| |                                     | |
| `-------------------------------------' |
|-----------------------------------------|
|         <  OK  >     <Cancel>           |
`-----------------------------------------'

rossimario<OK>

.--------Classify user-----------.
| Please select a hierarchy name |
| for the user: it will be used  |
| as an intermediate directory   |
| after "/home/".                |
| .----------------------------. |
| |   new      add a new one   | |
| |   4AI0708   /home/4A0708   | |
| |   4BI0708   /home/4B0708   | |
| `----------------------------' |
|--------------------------------|
|     <  OK   >   <Annulla>      |
`--------------------------------'

Non essendo già stata prevista la classificazione 5AI0708, si seleziona la voce new per passare all'inserimento manuale:

.--------------------Classify user-----------------------.
| Please insert a hierarchy name for the user: it will   |
| be used as an intermediate directory after "/home/".   |
| Please insert only upper case letters and digits (A-Z, |
| 0-9; min 4, max 8 characters):                         |
| |12345678|                                             |
| .----------------------------------------------------. |
| |2007                                                | |
| `----------------------------------------------------' |
|--------------------------------------------------------|
|               <  OK   >        <Annulla>               |
`--------------------------------------------------------'

Viene cancellato il valore predefinito e viene assegnata la sigla 5AI0708:

[Canc][Canc][Canc][Canc]

5AI0708<OK>

Vengono richiesti alcuni dati addizionali, che è bene compilare per poter individuare correttamente l'utente:

.-------Full user name----------.
| Please insert the user full   |
| name and maybe some more data |
| to identify it.               |
| .---------------------------. |
| |studente Mario Rossi 5A ige| |
| `---------------------------' |
|-------------------------------|
|     <  OK  >   <Cancel>       |
`-------------------------------'

studente Mario Rossi 5A igea 2007/2008[Invio]

Adding user `rossimario'...
Adding new group `rossimario' (1000).
Adding new user `rossimario' (1000) with group `rossimario'.
Creating home directory `/home/5AI0708/rossimario'.
Copying files from `/etc/skel'

Al termine viene richiesto di inserire per due volte la parola d'ordine, cosa che deve essere fatta direttamente dalla persona per la quale si crea l'utenza.

.--------New password---------.
| Please insert the new       |
| password for user           |
| "rossimario" width home     |
| directory                   |
| "/home/5AI0708/rossimario": |
| .-------------------------. |
| |************             | |
| `-------------------------' |
|-----------------------------|
|    <  OK  >  <Cancel>       |
`-----------------------------'

digitazione_all'oscuro<OK>

L'inserimento corrisponde alla visualizzazione di una serie di asterischi.

.--------New password---------.
| Please insert again the     |
| new password for user       |
| "rossimario" width home     |
| directory                   |
| "/home/5AI0708/rossimario": |
| .-------------------------. |
| |************             | |
| `-------------------------' |
|-----------------------------|
|    <  OK  >  <Cancel>       |
`-----------------------------'

digitazione_all'oscuro<OK>

Dopo l'inserimento, per due volte, della parola d'ordine, se tutto è stato fatto senza errori, soprattutto se la parola d'ordine è stata inserita correttamente, compare il messaggio seguente, a cui si risponde semplicemente con un <No>. In ogni caso, si deve avere cura di ricordare il proprio nominativo-utente e la parola d'ordine.

.----------print------------.
| Should I print the user   |
| data?                     |
|---------------------------|
|   <  Yes  >  <  No  >     |
`---------------------------'

<No>

Al termine si può procedere con l'utente successivo:

.------------Add a new user---------------.
| Please insert the new user name (only   |
| lower case letters and numbers, max 16  |
| characters):                            |
| |1234567890123456|                      |
| .-------------------------------------. |
| |                                     | |
| `-------------------------------------' |
|-----------------------------------------|
|         <  OK  >     <Cancel>           |
`-----------------------------------------'

Passando all'inserimento dell'utente «Sempronio Dicembrino», la somma di cognome e nome sarebbe troppo lunga, pertanto si concorda con l'utente di usare il nominativo dicembrinosempro:

dicembrinosempro<OK>

.--------Classify user-----------.
| Please select a hierarchy name |
| for the user: it will be used  |
| as an intermediate directory   |
| after "/home/".                |
| .----------------------------. |
| |   new      add a new one   | |
| |   4A0708   /home/4A0708    | |
| |   4B0708   /home/4B0708    | |
| |   5A0708   /home/5A0708    | |
| `----------------------------' |
|--------------------------------|
|     <  OK   >   <Annulla>      |
`--------------------------------'

Non essendo già stata prevista la classificazione DOCENTI0, si seleziona la voce new per passare all'inserimento manuale:

.--------------------Classify user-----------------------.
| Please insert a hierarchy name for the user: it will   |
| be used as an intermediate directory after "/home/".   |
| Please insert only upper case letters and digits (A-Z, |
| 0-9; min 4, max 8 characters):                         |
| |12345678|                                             |
| .----------------------------------------------------. |
| |2007                                                | |
| `----------------------------------------------------' |
|--------------------------------------------------------|
|               <  OK   >        <Annulla>               |
`--------------------------------------------------------'

Viene cancellato il valore predefinito e viene assegnata la sigla DOCENTI0:

[Canc][Canc][Canc][Canc]

DOCENTI0<OK>

.-------Full user name----------.
| Please insert the user full   |
| name and maybe some more data |
| to identify it.               |
| .---------------------------. |
| |prof. Sempronio Dicembrino | |
| `---------------------------' |
|-------------------------------|
|     <  OK  >   <Cancel>       |
`-------------------------------'

prof. Sempronio Dicembrino economia aziendale 2007/2008[Invio]

Adding user dicembrinosempro...
Adding new group dicembrinosempro (1004).
Adding new user dicembrinosempro (1004) with group dicembrinosempro.
Creating home directory /home/DOCENTI0/dicembrinosempro.
Copying files from /etc/skel
.------------New password------------.
| Please insert the new              |
| password for user                  |
| "dicembrinosempro" width           |
| home directory                     |
| "/home/DOCENTI0/dicembrinosempro": |
| .--------------------------------. |
| |************                    | |
| `--------------------------------' |
|------------------------------------|
|         <  OK  >   <Cancel>        |
`------------------------------------'

digitazione_all'oscuro<OK>

.------------New password------------.
| Please insert again the new        |
| password for user                  |
| "dicembrinosempro" width home      |
| directory                          |
| "/home/DOCENTI0/dicembrinosempro": |
| .--------------------------------. |
| |************                    | |
| `--------------------------------' |
|------------------------------------|
|         <  OK  >   <Cancel>        |
`------------------------------------'

digitazione_all'oscuro<OK>

Al termine, dopo la conferma dell'inserimento della parola d'ordine e dopo aver deciso se stampare o meno il promemoria, non dovendo inserire altri utenti, basta concludere selezionando il pulsante grafico <Cancel>.

Quando si tenta di inserire un nominativo utente molto lungo, è probabile che l'operazione si concluda ugualmente con successo, ma ciò avviene perché il programma riduce automaticamente il nome ai primi 16 caratteri. Pertanto, se si inserisce il nominativo «dicembrinosempronio» si ottiene in pratica l'utente «dicembrinosempro». Di questo occorre tenerne conto, perché poi gli utenti chiedono aiuto quando non riescono ad accedere al sistema; in tal caso basta dire loro di riprovare con i soli primi 16 caratteri del nominativo presunto.

795.2.2   Procedura per la modifica di una parola d'ordine

Gli studenti sono spesso smemorati ed è facile che dimentichino la parola d'ordine necessaria per accedere ai propri dati. Per questo, gli insegnanti che hanno facoltà amministrative, devono poter consentire agli studenti di modificare la loro parola d'ordine, facendo però attenzione che si tratti effettivamente dell'utente corretto.

Mentre l'aggiunta delle utenze può anche essere affidata agli studenti, in modo che ognuno aggiunga la propria, la modifica della parola d'ordine deve essere sempre guidata dall'amministratore, il quale deve controllare che si tratti effettivamente di un nominativo associato alla classe a cui dovrebbe appartenere. Infatti, potrebbe succedere che lo studente dimentichi il proprio nominativo utente corretto (e non la parola d'ordine), quando nella scuola ci possono essere delle omonimie che hanno richiesto di usare delle piccole varianti nei nominativi rispetto alla regola generale del cognome+nome.

La prima maschera che viene proposta all'amministratore, richiede l'inserimento del nominativo-utente, per il quale va cambiata la parola d'ordine:

.-------Change password---------.
| Please insert the user name   |
| who have to change the        |
| password:                     |
| .---------------------------. |
| |                           | |
| `---------------------------' |
|-------------------------------|
|     <  OK  >   <Cancel>       |
`-------------------------------'

rossimario<OK>

A questo punto viene chiesto di digitare subito la nuova parola d'ordine, ma, come si vede dall'esempio, si può verificare il percorso della directory personale dell'utente relativo, dove è indicata la classe a cui questo appartiene. Ciò dovrebbe consentire di fare confusione tra nominativi-utente di studenti omonimi, appartenenti a classi differenti.

.-------New password---------.
| Please insert the new      |
| password for user          |
| "rossimario" width home    |
| directory                  |
| "/home/5A0708/rossimario": |
| .------------------------. |
| |********                | |
| `------------------------' |
|----------------------------|
|   <  OK  >  <Cancel>       |
`----------------------------'

Logicamente, la digitazione della parola d'ordine è compito dell'utente che deve cambiarla.

digitazione_all'oscuro<OK>

.-------New password---------.
| Please insert again the    |
| new password for user      |
| "rossimario" width home    |
| directory                  |
| "/home/5A0708/rossimario": |
| .------------------------. |
| |********                | |
| `------------------------' |
|----------------------------|
|   <  OK  >  <Cancel>       |
`----------------------------'

digitazione_all'oscuro<OK>

795.2.3   Utilizzo del proxy HTTP (solo per utenti esperti o per coloro che vogliono diventarlo)

Presso l'elaboratore che offre i servizi con un sistema nanoLinux, è presente un servizio proxy HTTP, che utilizza OOPS e da DansGuardian, dove, per la precisione, DansGuardian si avvale di OOPS.

DansGuardian riconosce gli utenti attraverso il protocollo IDENT, ma questo viene offerto solo dai sistemi nanoLinux, mentre con MS-Windows ciò non è possibile. Per questa ragione, nella sezione si fa riferimento alla porta 3 128 (e non alla 8 080), dove risponde direttamente OOPS, senza il filtro di DansGuardian. In questo modo, la configurazione che conta per il filtro dei siti degli utenti che utilizzano sistemi MS-Windows è solo quella di OOPS.


Se lo si ritiene appropriato, si possono riconfigurare i navigatori utilizzati con MS-Windows in modo da avvalersi del servizio proxy HTTP offerto presso lo stesso elaboratore 192.168.0.71. Per farlo va indicato, logicamente, l'indirizzo IPv4 del proxy (192.168.0.71) e la porta, che corrisponde al numero 3 128.

Figura 795.24. Configurazione ipotetica di un navigatore per l'utilizzo di un servizio proxy HTTP.

proxy HTTP

La configurazione del servizio proxy è tale da escludere l'accesso a siti che contengono nel loro indirizzo URI alcune parole chiave ritenute imbarazzanti; inoltre, dovrebbe impedire lo scarico di file audio-visuali. Pertanto, anche in considerazione del fatto che il servizio proxy potrebbe dare l'impressione di un accesso più lento del normale, in alcune postazioni conviene lasciare l'accesso diretto.

795.3   Accesso ai dati personali da una postazione MS-Windows

Per accedere alle directory personali (o cartelle personali), attraverso un sistema MS-Windows, gli utenti devono seguire una procedura che varia in funzione della versione di tale sistema operativo. Quello che si vede negli schemi successivi è una semplificazione che dovrebbe consentire di comprendere il procedimento, adattandolo poi alla realtà del proprio sistema effettivo.

Figura 795.25. Aggiunta di una risorsa di rete.

aggiunta di una risorsa di rete

Figura 795.26. Indicazione del percorso della risorsa. L'elaboratore in cui è in funzione nanoLinux con il servizio Samba per la condivisione delle directory personali è raggiungibile all'indirizzo IPv4 192.168.0.71. Inoltre, l'utente ipotetico che deve collegarsi è «rossimario».

percorso della risorsa

Figura 795.27. La risorsa risulta disponibile ed è possibile accedervi come se fosse un'unità a disco. Una volta collegata la risorsa, si suppone di voler salvare al suo interno un file con il nome miofile.

salvare in una risorsa di rete, specificando il percorso

È molto probabile che il sistema MS-Windows chieda di memorizzare la parola d'ordine inserita: è evidente che ciò non va fatto, altrimenti un estraneo potrebbe accedere conoscendo semplicemente il nominativo-utente. Inoltre, al termine dell'utilizzo della risorsa, è necessario procedere al suo distacco, come si farebbe con un'unità rimovibile, altrimenti i dati rimarrebbero accessibili.

795.4   Scambio di dati tra insegnanti e studenti

Le utenze create nel modo descritto dovrebbero prevedere già due sottocartelle, denominate rispettivamente verifiche\ e strumenti\. Gli studenti mettono i file delle verifiche all'interno di cartelle del tipo verifiche\insegnante\, mentre gli insegnanti mettono a disposizione dei file ai loro studenti mettendoli all'interno di cartelle del tipo strumenti\classe\.

795.4.1   Cosa si richiede agli insegnanti

Gli insegnanti devono creare nella loro cartella personale due sottocartelle: verifiche\ e strumenti\ (ammesso che non siano già presenti). Nella sottocartella verifiche\ non devono mettere alcunché, mentre nella sottocartella strumenti\ devono collocare altre cartelle, corrispondenti alle classi con cui hanno a che fare. Per esempio, un certo insegnante potrebbe avere bisogno di creare le cartella strumenti\5AI0708\ e strumenti\4AI0708\. All'interno di queste sottocartelle ulteriori, gli insegnanti possono collocare i file che vogliono offrire in lettura agli studenti delle classi rispettive.

Quando anche gli studenti creano le loro sottocartelle, nel modo che viene descritto nella sezione successiva, utilizzando la funzione custom1 del menù amministrativo, si creano dei collegamenti tali da permettere agli insegnanti di trovare, a partire dalla propria cartella verifiche\, una struttura contenente l'indicazione delle classi e dei nominativi-utente degli studenti che hanno salvato delle verifiche.

795.4.2   Cosa si richiede agli studenti

Gli studenti devono creare nella loro cartella personale due sottocartelle: verifiche\ e strumenti\, esattamente come gli insegnanti, ma per scopi opposti. Nella sottodirectory verifiche\ devono aggiungere altre cartelle, ognuna con il nome corrispondente al nominativo-utente di un insegnante per il quale devono produrre delle verifiche. Per esempio, chi deve avere a che fare con l'insegnante Sempronio Dicembrino che ha l'utenza dicembrinosempro, deve creare la cartella verifiche\dicembrinosempro\. In questa cartella, lo studente mette i file delle verifiche destinate all'insegnante Dicembrino.

Nella cartella strumenti\, invece, gli studenti non devono mettere alcunché: quando poi viene utilizzata la funzione custom1, gli studenti trovano i collegamenti ai file pubblicati dagli insegnanti che hanno a che fare con loro.

795.4.3   Esempio

Per comprendere il meccanismo, si prenda lo studente Mario Rossi, della classe 5C IGEA, la cui cartella personale corrisponde alla directory /home/5CI0708/rossimario/ presso l'elaboratore 192.168.0.71, e l'insegnante Sempronio Dicembrino, la cui directory personale corrisponde a /home/DOCENTI0/dicembrinosempro/ presso lo stesso elaboratore. Lo studente Rossi prepara una verifiche per l'insegnante Dicembrino, costituita dal file esercizio che colloca nella propria cartella personale sotto verifiche\dicembrinosempro\; per converso, l'insegnante Dicembrino trova nella propria cartella personale, sotto verifiche\home\5CI0708_rossimario\ il file esercizio.

Nello stesso modo, l'insegnante Dicembrino predispone un file, denominato modello e lo mette nella propria cartella sotto strumenti\5CI0708\, perché gli studenti della classe 5C IGEA (dell'anno scolastico 2007/2008) possano utilizzarlo. Per converso, lo studente Rossi trova nella propria cartella, sotto strumenti\dicembrinosempro\ il file modello predisposto dall'insegnante.

795.5   Accesso remoto a un elaboratore GNU/Linux

Quando l'attività didattica lo richiede, è possibile far collegare gli studenti all'elaboratore 192.168.0.81, attraverso il protocollo TELNET, in modo da poter dare comandi secondo la tradizione Unix. Per questo gli utenti possono utilizzare il programma PuTTY, come si vede nella figura seguente:

PuTTY

È importante che in questa situazione si usi il protocollo TELNET (e non SSH), in modo da non sovraccaricare inutilmente l'elaboratore con la cifratura della comunicazione.

795.6   Registri elettronici

Il registro degli accessi degli studenti e di tutti gli altri utenti è disponibile, per controlli, presso l'indirizzo:

<http://192.168.0.71/cgi-bin/var_log?samba/log.nanohost>.

795.7   Eliminazione delle utenze

Le utenze possono essere eliminate, assieme ai dati relativi, dal responsabile del servizio, mentre gli insegnanti che hanno la facoltà di aggiungere le utenze e di modificare le parole d'ordine non possono farlo.

Alla fine delle attività didattiche normali dell'anno scolastico (nel mese di giugno), le utenze degli studenti vengono eliminate dal responsabile del servizio. All'inizio dell'anno scolastico successivo, le utenze necessarie vanno ricreate nuovamente, associandole alle nuove classi attribuite agli studenti stessi.

Dal momento che le utenze degli studenti vengono eliminate al termine delle attività didattiche dell'anno scolastico, è necessario che ognuno si assicuri di avere una copia funzionante dei dati, attraverso un mezzo di memorizzazione idoneo, come possono esserlo i CD/DVD-ROM e le memorie solide USB (penne USB), al fine di conservare nel modo corretto, i lavori sviluppati nel corso dell'anno scolastico.


Appunti di informatica libera 2008 --- Copyright © 2000-2008 Daniele Giacomini -- <appunti2 (ad) gmail·com>


Dovrebbe essere possibile fare riferimento a questa pagina anche con il nome organizzazione_e_utilizzo_dei_laboratori_ms_windows.htm

[successivo] [precedente] [inizio] [fine] [indice generale] [indice ridotto] [indice analitico] [home]

Valid ISO-HTML!

CSS validator!

Gjlg Metamotore e Web Directory