[successivo] [precedente] [inizio] [fine] [indice generale] [indice ridotto] [indice analitico] [home] [volume] [parte]


Capitolo 499.   Alml: introduzione

Alml (1) è un sistema di composizione SGML, realizzato espressamente per l'opera Appunti di informatica libera, ma che, in linea di principio, può andare bene per vari tipi di esigenze editoriali.

499.1   Esigenze che Alml intenderebbe soddisfare

Alml nasce e si sviluppa con l'obiettivo di consentire, in pratica, la realizzazione e la gestione di un documento con contenuti molto vari e di grandi dimensioni, quale può essere il già citato Appunti di informatica libera.

Esiste una grande varietà di strumenti per l'editoria elettronica, che però spesso hanno il difetto di essere troppo specifici. Per esempio, se con LaTeX (capitolo 445 e successivi) si possono fare cose molto belle, bisogna considerare che non si può ottenere tutto assieme nello stesso momento, in quanto l'uso di certi stili condiziona il funzionamento di altri. Tuttavia, in generale questo problema non si avverte, perché di norma si realizzano documenti su un tema preciso, che richiede certe funzionalità e non altre.

Esiste anche una discreta quantità di strumenti generici, molto ben studiati per poter considerare «tutto» o quasi tutto, ma poi questi hanno il difetto di non avere ancora messo in pratica completamente quello che in teoria prevedono di poter fare.

Alml ha l'intento di essere uno strumento tipografico abbastanza generalizzato per poter scrivere di qualunque cosa, se, piuttosto di pretendere l'ottimo, ci si accontenta di risultati «decenti». Di conseguenza, l'obiettivo di Alml è quello di essere uno strumento alla portata di un singolo che vuole o che ha la necessità di gestire un lavoro variegato ed eventualmente di grandi dimensioni, con la ragionevole tranquillità di poter ottenere in pratica quasi tutto ciò che, in teoria, Alml promette di fare.

499.2   Tutto in uno

Una caratteristica significativa di Alml è quella di consentire, volendo, di mettere tutto in un solo file SGML, comprese le immagini e addirittura degli allegati, che potrebbero tradursi in file da scaricare durante la consultazione in linea. Ciò ha sicuramente lo svantaggio di far lavorare con un file gigantesco, ma ha il vantaggio di non fare perdere tempo nell'organizzazione e nella gestione di un insieme di file che può diventare troppo numeroso. Ciò è in pratica un punto a favore dell'utilizzo da parte di un singolo, che non abbia la necessità di avvalersi della collaborazione altrui. Naturalmente si può obbiettare che esiste il rischio di perdere tutti i dati più facilmente, ma in tal caso si parte dal presupposto che chi fa una cosa del genere, sappia anche premunirsi da incidenti di questo tipo.

Esiste comunque la possibilità di gestire con Alml un progetto composto da più file, così come in generale consente un sistema SGML comune, ma attraverso programmi accessori ad Alml è possibile anche organizzare un'aggregazione di più documenti autonomi, come è possibile l'estrapolazione di una porzione più piccola da uno o più documenti.

499.3   Continuità tra documento stampato e documento elettronico

Alml, che è un sistema SGML, ha una vaga somiglianza con HTML, ma non dà la stessa libertà, per garantire la produzione di formati finali differenti, ma coerenti tra di loro. Alml deve poter produrre, principalmente, un documento stampabile o un documento elettronico adatto alla consultazione in linea.

A titolo di esempio, si può considerare il caso dei riferimenti ipertestuali, che devono avere un senso, sia quando il documento viene stampato su carta, sia quando il documento viene letto in forma elettronica. In questo caso, Alml impone che il riferimento sia ben visibile in ogni circostanza, mentre usando HTML, i riferimenti potrebbero essere resi invisibili.

Un altro esempio più importante è dato dai capitoli speciali per la realizzazione di questionari di valutazione, che possono essere resi sia come documento stampato (e quindi statico), sia come documento interattivo, in grado di generare anche la valutazione in modo automatico (tramite JavaScript).

499.4   Perché SGML

Il sistema tipografico universale e libero del futuro sarà basato probabilmente su un linguaggio XML, ma lo scopo pratico di Alml non richiede le funzionalità di XML e, d'altro canto, può sfruttare funzionalità di SGML che invece XML ha abbandonato: le sezioni marcate (sezione 456.8). A ogni modo, la dichiarazione SGML di Alml incorpora alcune caratteristiche tipiche di un sistema XML, in modo particolare per ciò che riguarda la codifica universale dei caratteri.

499.5   Evoluzione di Alml

Alml, essendo il sistema di composizione di Appunti di informatica libera, è destinato a evolversi assieme a questa opera. La sua evoluzione continua, se da una parte può essere seccante per le modifiche che ciò comporta, dall'altra dà almeno la garanzia di essere un lavoro che continua a essere curato nel tempo.

499.6   Il futuro e Alml

Alml non è uno strumento «perfetto», ma fondamentalmente rappresenta un rimedio per ciò che, al momento, non c'è (quanto meno, non c'è nell'ambito del software libero). Si può ipotizzare un futuro migliore, in cui poter disporre di uno strumento generico universale, più efficiente e più generalizzato, ma perché ciò accada, prima è necessario che il bisogno di un tale strumento sia più sentito.

Sotto questo aspetto, è auspicabile che Alml diventi presto superato, ma in quel momento non dovrebbe essere difficile scrivere un programma in grado di trasformare Alml in quel nuovo linguaggio di composizione universale.


1) Alml   GNU GPL


Appunti di informatica libera 2008 --- Copyright © 2000-2008 Daniele Giacomini -- <appunti2 (ad) gmail·com>


Dovrebbe essere possibile fare riferimento a questa pagina anche con il nome alml_introduzione.htm

[successivo] [precedente] [inizio] [fine] [indice generale] [indice ridotto] [indice analitico] [home]

Valid ISO-HTML!

CSS validator!

Gjlg Metamotore e Web Directory