[successivo] [precedente] [inizio] [fine] [indice generale] [indice ridotto] [indice analitico] [home] [volume] [parte]


Capitolo 415.   Firma elettronica

La firma elettronica ha lo scopo di certificare l'autenticità dei dati. Per ottenere questo risultato occorre garantire che l'origine di questi sia autentica e che i dati non siano stati alterati.

Per dimostrare che un documento elettronico non è stato alterato, si utilizza la tecnica del codice di controllo, che in pratica è un numero (o una stringa), che si determina in qualche modo in base al contenuto del documento stesso.

Trasmissione di un documento abbinato a un codice di controllo separato:

codice di controllo

La firma elettronica deve poter dimostrare che l'origine è autentica e che il codice di controllo non è stato alterato.

Viene cifrato codice di controllo utilizzando la chiave privata, in maniera tale che tutti possano decifrare il codice di controllo attraverso la chiave pubblica.

Si può ritenere valida la firma se si ha la garanzia che la chiave pubblica utilizzata per decifrare il codice di controllo appartenga effettivamente a colui che risulta essere il firmatario.

Principio di funzionamento della firma elettronica applicata a un documento trasmesso in chiaro:

firma


Appunti di informatica libera 2008 --- Copyright © 2000-2008 Daniele Giacomini -- <appunti2 (ad) gmail·com>


Dovrebbe essere possibile fare riferimento a questa pagina anche con il nome firma_elettronica.htm

[successivo] [precedente] [inizio] [fine] [indice generale] [indice ridotto] [indice analitico] [home]

Valid ISO-HTML!

CSS validator!

Gjlg Metamotore e Web Directory