[successivo] [precedente] [inizio] [fine] [indice generale] [indice ridotto] [indice analitico] [home] [volume] [parte]


Capitolo 412.   Terminale remoto

Comando Descrizione
rsh [-l nome_utenza_remoto] nodo comando
lsh[c] [-l nome_utenza_remoto] nodo comando
ssh [-l nome_utenza_remoto] nodo comando
ssh [nome_utenza_remoto@]nodo comando
Utilizza rsh, o un'altra shell remota simile, per eseguire un comando in un elaboratore remoto, visualizzandone il risultato attraverso lo standard output e lo standard error dell'elaboratore locale.
rsh [-l nome_utenza_remoto] nodo comando > file_locale
lsh[c] [-l nome_utenza_remoto] nodo \
  \comando > file_locale
ssh [-l nome_utenza_remoto] nodo comando > file_locale
ssh [nome_utenza_remoto@]nodo comando > file_locale
Utilizza rsh, o un'altra shell remota simile, per eseguire un comando in un elaboratore remoto, utilizzando lo standard output per generare un file locale.
rsh [-l nome_utenza_remoto] nodo tar czf - \
  \origine_da_archiviare > archivio_locale
lsh[c] [-l nome_utenza_remoto] nodo tar czf - \
  \origine_da_archiviare > archivio_locale
ssh [-l nome_utenza_remoto] nodo tar czf - \
  \origine_da_archiviare > archivio_locale
ssh [nome_utenza_remoto@]nodo tar czf - \
  \origine_da_archiviare > archivio_locale
Utilizza rsh, o un'altra shell remota simile, per eseguire l'archiviazione di una directory di un elaboratore remoto nell'elaboratore locale, utilizzando lo standard output come mezzo per trasferire l'archivio attraverso la rete.
Il file che si ottiene localmente potrebbe avere un'appendice aggiuntiva che non fa parte dell'archivio. In generale, questo può produrre delle segnalazioni di errore in fase di estrazione dei dati contenuti, ma niente che vada a intaccare la sostanza di quanto archiviato.
rsh [-l nome_utenza_remoto] nodo 'tar cf - \
  \origine_da_archiviare | bzip2' > archivio_locale
lsh[c] [-l nome_utenza_remoto] nodo 'tar cf - \
  \origine_da_archiviare | bzip2' > archivio_locale
ssh [-l nome_utenza_remoto] nodo 'tar cf - \
  \origine_da_archiviare | bzip2' > archivio_locale
ssh [nome_utenza_remoto@]nodo 'tar cf - \
  \origine_da_archiviare | bzip2' > archivio_locale
Utilizza rsh, o un'altra shell remota simile, per eseguire l'archiviazione di una directory di un elaboratore remoto nell'elaboratore locale, comprimendo l'archivio attraverso bzip2, utilizzando lo standard output come mezzo per trasferire l'archivio attraverso la rete, dopo che questo è stato compresso.
rsh [-l nome_utenza_remoto] nodo tar cf - \
  \origine_da_archiviare | bzip2 > archivio_locale
lsh[c] [-l nome_utenza_remoto] nodo tar cf - \
  \origine_da_archiviare | bzip2 > archivio_locale
ssh [-l nome_utenza_remoto] nodo tar cf - \
  \origine_da_archiviare | bzip2 > archivio_locale
ssh [nome_utenza_remoto@]nodo tar cf - \
  \origine_da_archiviare | bzip2 > archivio_locale
Utilizza rsh, o un'altra shell remota simile, per eseguire l'archiviazione di una directory di un elaboratore remoto nell'elaboratore locale, utilizzando lo standard output come mezzo per trasferire l'archivio attraverso la rete, dove poi viene compresso con bzip2 e memorizzato in un file.
cd directory_di_destinazione ; rsh -l root nodo \
  \tar czf - / | tar xzpf -
cd directory_di_destinazione ; ssh -l root nodo \
  \tar czf - / | tar xzpf -
cd directory_di_destinazione ; ssh root@nodo \
  \tar czf - / | tar xzpf -
Trasferisce, in modo grossolano, una copia completa del file system di un elaboratore remoto, nell'elaboratore locale, inserendola a partire dalla directory corrente.
rsh -l root nodo 'cat /dev/hda1 | gzip -9' \
  \| gunzip > /dev/hda1
lsh[c] -l root nodo 'cat /dev/hda1 | gzip -9' \
  \| gunzip > /dev/hda1
ssh -l root nodo 'cat /dev/hda1 | gzip -9' \
  \| gunzip > /dev/hda1
ssh root@nodo 'cat /dev/hda1 | gzip -9' \
  \| gunzip > /dev/hda1
Trasferisce, in modo grossolano, una copia completa della prima partizione del primo disco ATA di un elaboratore remoto, nell'elaboratore locale, nella stessa partizione, supponendo che entrambe abbiano la stessa geometria (secondo la configurazione del firmware) e la stessa dimensione (in cilindri).
Bisogna fare molta attenzione a non sbagliare, se non si vogliono creare danni; in particolare bisogna assicurarsi di avere usato gli apostrofi nella posizione giusta (né prima né dopo). Si usi a proprio rischio!
rsh -l root nodo 'cat /dev/hda | gzip -9' \
  \| gunzip > /dev/hda
lsh[c] -l root nodo 'cat /dev/hda | gzip -9' \
  \| gunzip > /dev/hda
ssh -l root nodo 'cat /dev/hda | gzip -9' \
  \| gunzip > /dev/hda
ssh root@nodo 'cat /dev/hda | gzip -9' \
  \| gunzip > /dev/hda
Trasferisce, in modo ancora più grossolano, una copia completa della prima unità ATA di un elaboratore remoto, nell'elaboratore locale, che ha un disco con la stessa geometria (secondo la configurazione del firmware) e con un numero maggiore o uguale di cilindri.
Bisogna fare molta attenzione a non sbagliare, se non si vogliono creare danni; in particolare bisogna assicurarsi di avere usato gli apostrofi nella posizione giusta (né prima né dopo). Si usi a proprio rischio!

Appunti di informatica libera 2008 --- Copyright © 2000-2008 Daniele Giacomini -- <appunti2 (ad) gmail·com>


Dovrebbe essere possibile fare riferimento a questa pagina anche con il nome terminale_remoto.htm

[successivo] [precedente] [inizio] [fine] [indice generale] [indice ridotto] [indice analitico] [home]

Valid ISO-HTML!

CSS validator!

Gjlg Metamotore e Web Directory