[successivo] [precedente] [inizio] [fine] [indice generale] [indice ridotto] [indice analitico] [home] [volume] [parte]


Capitolo 245.   Gnumeric

Gnumeric (1) è un applicativo per la gestione di fogli elettronici, realizzato in modo da essere funzionalmente equivalente a MS-Excel. Si tratta ovviamente di un'applicazione per X, che fa parte in particolare del lavoro generale su Gnome.

L'eseguibile da avviare è gnumeric e il suo aspetto si vede nella figura 245.1.

Figura 245.1. L'aspetto di Gnumeric con un foglio piuttosto complesso.

gnumeric-inizio

245.1   Formato del foglio elettronico di Gnumeric

Gnumeric può utilizzare diversi formati per la memorizzazione dei dati. In generale, il formato normale dovrebbe essere quello basato su una descrizione XML delle celle che lo compongono. Si osservi l'esempio seguente, dove si rappresenta un estratto del file che descrive quanto appare nella figura 245.1:

<?xml version="1.0"?>
<gmr:Workbook xmlns:gmr="http://www.gnumeric.org/v10.dtd"
  xmlns:xsi="http://www.w3.org/2001/XMLSchema-instance"
  xsi:schemaLocation="http://www.gnumeric.org/v8.xsd">
  ...
      <gmr:Cells>
        ...
        <gmr:Cell Col="12" Row="4">=H5-G5+(J5-I5)+(L5-K5)</gmr:Cell>
        <gmr:Cell Col="13" Row="4" ExprID="7">=if(S4=1,M5,M5+N4)</gmr:Cell>
        <gmr:Cell Col="17" Row="4" ExprID="2"/>
        <gmr:Cell Col="18" Row="4" ExprID="3"/>
        <gmr:Cell Col="19" Row="4">=if(S5=1,$T$2,&quot;&quot;)</gmr:Cell>
        ...
        <gmr:Cell Col="13" Row="5" ExprID="7"/>
        ...
        <gmr:Cell Col="13" Row="6" ExprID="7"/>
        ...
      </gmr:Cells>
  ...
</gmr:Workbook>

Si può concentrare l'attenzione sulla cella definita come colonna 13 e riga 4. Se si considera che la numerazione parte da zero, si comprende che si tratta della cella N5, secondo la notazione comune. All'interno di questa cella appare l'espressione =if(S4=1,M5,M5+N4); questa espressione viene ripetuta anche nella cella N6 e N7, incrementando conseguentemente i riferimenti alle righe, in base al fatto che queste celle fanno riferimento sempre al contenuto di N5. In pratica, la cella N5 definisce l'espressione numero 7 (ExprID="7") e le altre celle usano lo stesso riferimento. Pertanto, è come se la cella N7 contenesse l'espressione =if(S6=1,M7,M7+N6), come si vede bene nella figura 245.1.

Riuscendo a comprendere il contenuto di questo file, diventa più facile la soluzione di piccoli problemi che possono incorrere con Gnumeric, utilizzando un programma comune per la modifica di file di testo.

Il formato standard di Gnumeric ha estensione .gnumeric, ma si tratta normalmente di un file compresso con Gzip. Pertanto, prima di intervenire in un file del genere, occorre decomprimerlo; successivamente, Gnumeric è in grado di aprire il file anche se non è compresso.

245.2   Costanti ed espressioni

Come altri fogli elettronici, Gnumeric è in grado di interpretare i valori costanti inseriti attribuendo loro un significato. Tuttavia, per evitare equivoci, è bene evitare di lasciar fare a Gnumeric, cercando di usare il più possibile delle espressioni precise. In particolare si può osservare che le stringhe costanti, non incluse in un'espressione, sono precedute da un apostrofo, anche se questo non viene inserito dall'utente; pertanto, in tutti gli altri casi si tratta di valori numerici. Per fare un esempio più concreto, se si inserisce 11/12/13, Gnumeric la considera una data e genera in pratica il valore corrispondente a 11 dicembre 2013; al contrario, se si inserisce 12/13/14, si ottiene una stringa, riconoscibile per la presenza dell'apostrofo iniziale, che comunque non appare in corrispondenza della cella.

n
Un numero, con eventuale separazione della parte intera da quella decimale, usando la virgola o il punto in base alla localizzazione attiva.
'stringa
Stringa letterale che viene mostrata poi senza l'apostrofo.
=espressione
Espressione che può avere un risultato numerico o stringa.

Come si vede dallo specchietto, conviene indicare le stringhe sempre in modo esplicito, con l'apostrofo come prefisso, salvo il caso di un'espressione stringa del tipo ="stringa", che è ancora più esplicita.

Per quanto riguarda le date e gli orari, conviene usare le funzioni date() e time(), in modo da essere certi di avere inserito esattamente ciò che si intende.

Contrariamente ad altri fogli elettronici comuni, i nomi delle funzioni di Gnumeric rimangono in inglese. La figura 245.4 mostra la maschera che guida all'inserimento della funzione date().

Figura 245.4. La maschera per la selezione guidata delle funzioni di Gnumeric.

gnumeric-selettore-funzioni

245.3   Riferimenti


1) Gnumeric   GNU GPL


Appunti di informatica libera 2008 --- Copyright © 2000-2008 Daniele Giacomini -- <appunti2 (ad) gmail·com>


Dovrebbe essere possibile fare riferimento a questa pagina anche con il nome gnumeric.htm

[successivo] [precedente] [inizio] [fine] [indice generale] [indice ridotto] [indice analitico] [home]

Valid ISO-HTML!

CSS validator!

Gjlg Metamotore e Web Directory