[successivo] [precedente] [inizio] [fine] [indice generale] [indice ridotto] [indice analitico] [home] [volume] [parte]


Capitolo 861.   Funzioni di ricerca

Nei file usati per queste esercitazioni sulle fatture, sono presenti delle tabelle che, nei capitoli precedenti, non sono ancora state utilizzate. Si tratta di elenchi anagrafici di clienti, articoli e condizioni di pagamento, come si può vedere nelle figure successive. Questi elenchi, si possono estendere, aggiungendo voci nelle righe libere successive, avendo l'accortezza di associare a ogni voce un codice univoco nell'ambito del contesto a cui si riferisce.

Figura 861.1. Anagrafica clienti.

fattura

Figura 861.2. Anagrafica articoli.

fattura

Figura 861.3. Anagrafica dei tipi di pagamento.

fattura

861.1   Anagrafica clienti

Ciò che è stato chiamato «anagrafica clienti» contiene l'indirizzo dei clienti e lo sconto associato, il quale va collocato poi nella cella g25. Ciò che si vuole ottenere è la compilazione automatica dell'indirizzo del cliente e dello sconto sul totale fattura, semplicemente inserendo il codice del cliente nella cella g3. Per fare questo si utilizza la funzione CERCA.VERT(), la cui sintassi generale è:

CERCA.VERT(valore_cercato;tabella_matrice;indice_colonna;FALSO)

Il valore cercato, che si indica come primo argomento, deve trovarsi nella prima colonna della zona specificata come secondo argomento. L'indice della colonna rappresenta la colonna relativa alla zona, dalla quale estrarre il risultato cercato (nella stessa riga dove si trova il valore cercato). L'ultimo argomento serve a indicare il tipo di ricerca: quando si cerca un valore esatto, come nel caso che si richiede qui, si deve indicare Falso (ovvero zero); quando si esegue una ricerca ordinata e il confronto con il valore cercato può essere approssimato, si deve indicare Vero (ovvero uno).

A titolo di esempio, per far sì che appaia il nome del cliente nella cella e4, occorre scrivere: =CERCA.VERT(G3;I37:P146;2;FALSO). Infatti, la cella g3 serve a inserire il codice del cliente, che così viene cercato nella zona i37..p146, restituendo però il valore corrispondente che si trova nella seconda colonna (la denominazione).

Seguendo lo stesso meccanismo, vanno compilate le celle e6, e7, f7, i7, f9 e g25.

861.2   Anagrafica articoli

L'anagrafica articoli contiene, per ogni articolo, la descrizione, il prezzo di listino unitario, l'aliquota IVA e uno sconto eventuale. Con questi dati si vuole compilare automaticamente la parte centrale della fattura, attraverso il solo inserimento del codice articolo, nelle celle da a17 a a24 e della quantità nelle celle da d17 a d24.

Si modifichino le celle da b17 a b24, da e17 a e24, da g17 a g24 e da i17 a i24, utilizzando la funzione CERCA.VERT(), in modo analogo a quanto già fatto per l'anagrafica clienti.

861.3   Condizioni di pagamento

L'elenco delle condizioni di pagamento serve a ottenere automaticamente la descrizione del tipo di pagamento (nella cella h11), a calcolare la scadenza della fattura (nella cella f33) e a calcolare o meno il bollo (nella cella h31).

Per prima cosa, si faccia in modo di ottenere automaticamente la descrizione del tipo di pagamento, attraverso l'inserimento del codice nella cella g11.

Per calcolare la scadenza della fattura, si deve cercare nell'elenco delle condizioni di pagamento il valore nella colonna «scadenza». In pratica, si deve usare la funzione CERCA.VERT(G11;A37:E146;4;FALSO). Il risultato ottenuto da questa funzione, va poi sommato alla data di emissione della fattura; pertanto, l'espressione completa da inserire nella cella f33 è: =CERCA.VERT(G11;A37:E146;4;FALSO)+G2.

Per fare in modo che nella cella h31 appaia il valore del bollo, solo quando il tipo di pagamento prevede una cambiale tratta, occorre cercare nella tabella delle condizioni di pagamento il valore che si trova nella colonna denominata «tipo pagamento»: se questo valore corrisponde a uno, si deve applicare il bollo. Bisogna realizzare una condizione come questa: SE(CERCA.VERT(G11;A37:E146;3;FALSO)=1;calcola_il_bollo;0). In pratica, al posto di calcola_il_bollo, va inserito tutto il calcolo già predisposto in precedenza per il calcolo del bollo, arrotondamento incluso.

861.4   Verifica

Si salvi il file della fattura in corso di elaborazione con il nome verifica-fattura-04 (lasciando che l'estensione del nome del file venga definita automaticamente dal programma). Si controlli di avere inserito tutte le formule richieste controllando che le formule presenti diano il risultato previsto.

Al termine si stampi la fattura, sia in forma normale, sia visualizzando le formule e mostrando anche le intestazioni di riga e di colonna, per la correzione. Prima di stampare la fattura con le formule in evidenza, si deve verificare nell'anteprima di stampa che le formule inserite siano visibili, altrimenti è bene ridurre il carattere, fare andare a capo il testo o allargare le colonne.


Appunti di informatica libera 2008 --- Copyright © 2000-2008 Daniele Giacomini -- <appunti2 (ad) gmail·com>


Dovrebbe essere possibile fare riferimento a questa pagina anche con il nome funzioni_di_ricerca_1.htm

[successivo] [precedente] [inizio] [fine] [indice generale] [indice ridotto] [indice analitico] [home]

Valid ISO-HTML!

CSS validator!

Gjlg Metamotore e Web Directory