[successivo] [precedente] [inizio] [fine] [indice generale] [indice ridotto] [indice analitico] [home] [volume] [parte]


Capitolo 843.   Modello per le esercitazioni con i conti correnti di corrispondenza

In questo capitolo viene descritto l'utilizzo del foglio di lavoro che può essere prelevato presso <allegati/a2/conto-corrente-di-corrispondenza-per-le-esercitazioni.ods> (viene distribuito assieme all'edizione HTML dell'opera). Il file è nel formato adatto per OpenOffice Calc, ma può essere convertito anche in altri formati comuni. Eventualmente si può utilizzare il file <allegati/a2/conto-corrente-di-corrispondenza-per-le-esercitazioni-2.ods>, che contiene qualche informazione in più nel prospetto delle competenze e delle spese.

Lo scopo di questo foglio di lavoro è quello di facilitare l'esecuzione di esercitazioni sui conti correnti di corrispondenza, senza troppi automatismi, lasciando così allo studente il compito di ragionare su ciò che sta facendo.

843.1   Organizzazione del foglio di lavoro

Il foglio di lavoro contiene principalmente tre parti (tre tabelle), nominate {scheda}, {staffa}, {spese e competenze}, per contenere rispettivamente la scheda, la staffa, il prospetto delle spese e competenze, con l'aggiunta di un'area finale ulteriore, denominata {temporanea}, per eseguire il riordino per valuta prima di predisporre la staffa.

Il foglio di lavoro contiene delle formule per calcolare automaticamente i saldi, i giorni e i numeri computistici. Tutto ciò che non dovrebbe essere modificato appare scritto con un colore blu, senza però alcuna protezione delle celle.

La presenza di formule, anche complesse, implica la necessità di evitare inserzioni o eliminazioni di celle, così come di evitare l'uso di funzioni di spostamento (taglia-incolla), perché ciò modificherebbe i riferimenti contenuti nelle formule stesse. In pratica, per tutte le modifiche che si può essere costretti a fare, è necessario limitarsi all'uso di funzioni di copia pure e semplici.

Il foglio di lavoro è predisposto in modo tale da poter gestire al massimo un solo cambio di tasso nel periodo considerato. Per ottenere questo, nella staffa sono presenti due gruppi di numeri computistici, che vengono calcolati in funzione delle date indicate nel prospetto delle spese e delle competenze.

843.2   Esempio contenuto nel foglio di lavoro di partenza

Il foglio di lavoro di partenza contiene già un esempio, che serve a comprenderne l'utilizzo, evidenziando le zone in cui vanno inseriti o modificati dei dati, con un testo di colore nero.

La scheda si compila inserendo le date e le valute nel modo più semplice possibile, facendo attenzione però all'anno, quando non può essere quello riferito al periodo preso in considerazione. Per esempio, nella scheda che si vede nella figura, la valuta del 3 gennaio, del versamento di un assegno bancario, va intesa appartenere all'anno successivo.

Nella compilazione della scheda non servono altri accorgimenti, a parte il fatto che, per poter trasferire con facilità i dati nella staffa, non si possono usare delle formule che contengono riferimenti ad altre celle, né per le date o le valute, né per gli importi.

La colonna finale della scheda, dove andrebbe messo il numero di sequenza delle operazioni, in ordine di valuta, può essere tralasciato perché si può eseguire un riordino attraverso le funzioni del foglio elettronico.

Figura 843.1. Scheda.

scheda

Nella staffa, vanno copiate le valute e i valori delle operazioni, omettendo però quelle che vanno riprese nel periodo successivo, dopo averli ordinati per valuta; tuttavia può essere necessario aggiungere la valuta del cambio del tasso (nell'esempio corrisponde al 12 novembre) e la data conclusiva del periodo (oppure quella dell'estinzione del conto). Nell'esempio della staffa si vede che i numeri computistici appaiono automaticamente in coppie di colonne separate, per la presenza di un cambio di tasso. Dalle intestazioni delle colonne si può notare che non viene visualizzata la terza colonna (C), che contiene le formule utilizzate per determinare il saldo per valuta.

Si osservi che la valuta del cambio del tasso è il giorno antecedente alla decorrenza del nuovo tasso.

A proposito di operazioni omesse nella staffa, si può osservare che manca volutamente il versamento dell'assegno bancario del 20 dicembre, perché ha una valuta del 3 gennaio.

Figura 843.2. Staffa.

staffa

Il prospetto delle spese e competenze va compilato tenendo conto delle condizioni stabilite per il conto corrente. In particolare conviene inserire subito i tassi e le date dei periodi di loro competenza. In questo prospetto è importantissimo definire correttamente i periodi ai quali si applicano i vari tassi di interesse, per fa sì che nella staffa i numeri computistici vengano distinti come dimostrato nella figura precedente. A questo proposito si deve osservare che vanno indicate la data iniziale e finale del primo periodo, oltre alla data finale del secondo periodo; in pratica si omette la data iniziale del secondo periodo, perché viene determinata automaticamente. Inoltre, la data finale del primo periodo deve coincidere con la valuta del cambio di tasso.

Figura 843.3. Prospetto delle competenze e delle spese.

spese e competenze

843.3   Riordino per valuta

Dopo la compilazione della scheda del conto corrente, si fa una copia delle date, delle valute e dei valori delle operazioni, in un'area temporanea (la scheda {temporanea}), dove si procede al riordino per valuta, controllando però la coerenza del risultato.

Figura 843.4. La zona da copiare nella scheda temporanea.

zona da copiare

Figura 843.5. La copia ottenuta nella scheda temporanea.

zona copiata

Dopo la copia nell'area temporanea, occorre aggiungere la valuta del cambio del tasso, ammesso che questo cambio esista, oltre alla data della conclusione del periodo o dell'estinzione del conto.

Figura 843.6. Si aggiunge nella scheda temporanea la valuta del cambio del tasso (12 novembre) e la data che conclude il periodo (31 dicembre).

zona copiata

A questo punto si procede al riordino all'area temporanea secondo la colonna della valuta, ma in questo caso occorre tenere conto che la prima operazione, essendo una ripresa del saldo precedente, deve rimanere al primo posto in ogni caso. Pertanto, si riordina solo la porzione che va dalla riga successiva, specificando come criterio di ordinamento la colonna B (valuta) ed eventualmente, come chiave secondaria, la colonna A (data), nel caso dovessero esserci delle valute uguali.

Figura 843.7. Viene esclusa dal riordino la prima riga, perché deve rimanere in quella posizione in ogni caso, trattandosi di una ripresa saldo.

zona da riordinare

Dopo il riordino si può osservare che l'operazione con valuta 3 gennaio non deve essere inserita nella staffa, perché va invece ripresa nel periodo successivo. In un'altra situazione, potrebbe capitare di dover estinguere il conto a una certa data, pur avendo un'operazione con valuta successiva all'estinzione: in questo caso occorrerebbe spostare manualmente la riga di tale valuta prima di quella che contiene la data di estinzione.

Figura 843.8. Dopo il riordino occorre verificare se ci sono valute da escludere o se occorre ritoccare l'ordine in qualche modo.

dopo il riordino

Dopo il riordino e le eventuali correzioni da apportare, si copiano nella staffa, separatamente, la zona delle valute e la zona dei valori dei movimenti.

Figura 843.9. Aree da copiare dopo il riordino.

dopo il riordino

Figura 843.10. Aree copiate nella staffa.

staffa

La staffa non richiede altro, perché il calcolo dei numeri computistici nelle colonne appropriate viene fatto automaticamente, in base ai periodi indicati nel prospetto delle spese e competenze.

843.4   Descrizione di un esempio alternativo, con estinzione del conto

Viene proposto un esempio di conto corrente del primo trimestre di un certo anno, che però viene estinto il giorno 24 marzo. Durante il periodo viene cambiato il tasso di interesse con decorrenza 26 febbraio (pertanto valuta del cambio del tasso è il 25 febbraio). Inizialmente si registrano nella scheda le operazioni che si vedono nella figura successiva.

Figura 843.11. La scheda prima di annotare l'estinzione del conto.

scheda

Attraverso la fase di riordino delle valute, che deve tenere conto della valuta del cambio del tasso e della data di estinzione del conto, si arriva a una staffa, di cui si vede una porzione nella figura successiva.

Figura 843.12. La staffa, senza visualizzare, per ora, i numeri computistici.

staffa

Si passa alla compilazione del prospetto delle spese e competenze, con particolare riguardo alle date dei periodi coinvolti. Si prendano per buoni i valori che si vedono nella figura successiva, senza altre spiegazioni sulle condizioni applicate al conto corrente.

Figura 843.13. Prospetto delle spese e competenze, dopo la sua compilazione.

prospetto delle spese e competenze

A questo punto si può controllare che nella staffa i numeri computistici appaiano separati correttamente, secondo le esigenze del cambio del tasso.

Figura 843.14. Staffa completa.

staffa

Al termine, si può completare la scheda con le operazioni di estinzione del conto. In pratica si addebita il bilancio delle spese e competenze, e si annota il prelievo del saldo rimanente con un assegno circolare.

Figura 843.15. Scheda, dopo l'estinzione del conto.

scheda

843.5   Modello da stampare per esercitazioni fatte a mano

Per le esercitazioni, fatte a mano, con i conti correnti di corrispondenza, si può predisporre un modello contenente una griglia vuota per la stampa e la fotocopia successiva. In questa sezione viene mostrato un modello del genere, che può essere prelevato per la stampa, <allegati/a2/conto-corrente-di-corrispondenza-per-le-esercitazioni-da-stampare.pdf>, ed eventualmente anche per la modifica presso, <allegati/a2/conto-corrente-di-corrispondenza-per-le-esercitazioni-da-stampare.sxc> (viene distribuito assieme all'edizione HTML dell'opera).

Figura 843.16. Modello vuoto per la scheda (<allegati/a2/conto-corrente-di-corrispondenza-per-le-esercitazioni-da-stampare-scheda.ps>).

scheda

Figura 843.17. Modello vuoto per la staffa (<allegati/a2/conto-corrente-di-corrispondenza-per-le-esercitazioni-da-stampare-staffa.ps>).

scheda

Figura 843.18. Modello vuoto per il prospetto delle competenze e delle spese (<allegati/a2/conto-corrente-di-corrispondenza-per-le-esercitazioni-da-stampare-prospetto.ps>).

scheda


Appunti di informatica libera 2008 --- Copyright © 2000-2008 Daniele Giacomini -- <appunti2 (ad) gmail·com>


Dovrebbe essere possibile fare riferimento a questa pagina anche con il nome modello_per_le_esercitazioni_con_i_conti_correnti_di_corrisp.htm

[successivo] [precedente] [inizio] [fine] [indice generale] [indice ridotto] [indice analitico] [home]

Valid ISO-HTML!

CSS validator!

Gjlg Metamotore e Web Directory