Comminvs  Eminvs

Trivium  Quadruvium  Ceterae artes

Nugae   Negotium

   

 

Presentazione del sito

“Comminus eminus” significa “da vicino e da lontano”: fuor di metafora, “senza metodo”. Per carità, niente da dire contro Galileo e Cartesio. Semmai, un’eco di certe suggestioni à la Feyerabend: ma è un discorso che ci porterebbe lontano. Basti dire che questo è un sito di umanità e scienza varia, come si diceva un tempo, a suo modo anche ordinato (forse), ma che non soggiace a nessuna di quelle “scalette” che tanto piacciono agli aziendalisti.

 

I materiali del sito sono suddivisi in cinque sezioni: quattro spettano all’otium, una (ahimè, bisogna pur vivere!) al negotium.

 

 

Ecco le sezioni dell’otium:


  • Trivivm - Nel medioevo s’intendeva che le arti del trivio fossero la grammatica, la dialettica e la retorica.
    Qui “grammatica” significa, come allora, “lingua latina”, ma anche “lingua greca” (la conoscenza del greco è stata ricuperata, in occidente, solo dopo la presa di Bisanzio, con l’emigrazione forzata dei dotti bizantini).
    Ultima avvertenza: sotto la denominazione “dialettica” si riportano argomenti che oggi, solitamente, ci si aspetterebbe di vedere sotto la voce “filosofia”.

Trivium
ovvero
Arti
del trivio


  • Quadrvvivm - Classicamente le arti del quadrivio comprendono l’aritmetica, la geometria, la musica e l’astronomia.
    Qui lo spettro delle arti del quadrivio viene esteso alle scienze oggi denominate “esatte”: tipicamente sono classificati in questa sezione, oltre che gli argomenti propriamente aritmetici e matematici, anche le dimostrazioni geometriche e matematiche relative ad argomenti di fisica.

Quadruvium
ovvero
Arti
del quadrivio


  • Ceterae artes - Questa sezione comprende argomenti di chimica, di fisica, di storia e filosofia della scienza, di scienze cognitive ecc. L’aver chiamato queste scienze “altre” è un ricordo di Aristotele, il quale suddivise le scienze in “pratiche”, “poietiche” e “teoretiche”, ma si sentì poi in dovere di includere fra le scienze poietiche altre “téchnai” (sarebbe stato riduttivo considerare poietiche soltanto la poesia e la medicina e  – in parte – la retorica).
    Similmente qui, si parva licet…, si è introdotta l’etichetta di “altre scienze”, per indicare le scienze non potevano trovar collocazione nel Trivium o nel Quadruvium.

Ceterae artes
 
ovvero
 
Altre scienze


  • Nvgae - Questa sezione comprende un insieme di testi che, pur non essendo in contrasto con il principio di razionalità, tuttavia ne fanno a meno in qualche loro parte. Sono rappresentazioni soggettive della realtà (metto le mani avanti!), talora condite con italo aceto, o anche brevi saggi d’eristica, l’arte antica della controversia, ma senza zelo o piglio moralistico. A ogni buon conto, la lettura di parte di questa sezione è sconsigliata alle anime belle.

Nugae
 
ovvero
Inezie


Per quanto riguarda il negotium, cioè il lavoro, i contenuti sono presentati sotto le seguenti voci:

  • Libri

  • Periodici, riviste

  • Mostre, dépliant, pubblicità

  • Illustrazioni

  • Altri prodotti di comunicazione

Negotium
 ovvero
Lavoro


 

Scrivi all’autore del sito: claudiusdubitatius@tiscali.it