LA NOSTRA STORIA E LE NOSTRE ATTIVITA'
il tevere presso le gole del forello
GST 1969- Fuori dalla Grotta della Piana
GST-1975 esercitazione al ponte della pasquarella
SPELEOLOGIA NEL TERRITORIO TUDERTE
L'attività di ricerca del GST viene svolta prevalentemente nel Parco del Fiume Tevere e dei Monti Martani dove sono concentrate la maggior parte delle grotte naturali.
In questo territorio sono presenti cavità di estremo interesse paleo-antropologico e con notevole sviluppo planimetrico.Tra le più significative i Pozzi delle Piane, presso Titignano e la Voragine del Vorgozzino a Scoppieto. In alcune zone limitrofe a Todi, sono presenti sistemi sotterranei parzialmente esplorati e dall'aspetto idrologico non del tutto identificato che offrono interessanti prospettive di ricerca.
GST - 1977 la prima discesa della forra di prodo
scheletro di grotta bella
LA STORIA
Il Gruppo Speleologico Todi è stato fondato da Maurizio Todini e Marco Pirrami nel 1969. Il primo nucleo era composto prevalentemente da studenti del Liceo Classico Jacopone da Todi e la sua denominazione era Gruppo Speleologico Tuderte. Tale nome rimase fino alla fine degli anni ‘70, quando, con l’affiliazione all’ARCI, cambiò in Gruppo Speleologico ARCI Todi. In quegli anni, il gruppo attraversò il periodo più eclettico della sua storia. Nella sede di Via del Monte, in un miscuglio di persone, si intrecciavano mille attività: c'era una radio libera molto di "tendenza politica" per i tempi che correvano, e ancora il Tribunale per i diritti del malato, la Lega Ambiente, un circolo fotografico ed inoltre vi si organizzavano mostre sulla difesa dell'ambiente e dei beni culturali, si svolgevano riunioni ed iniziative estemporanee di ogni genere. In seguito, nei primi anni ‘90, il gruppo si è costituito in associazione legalmente riconosciuta con il nome Associazione Culturale Gruppo Speleologico Todi. Al suo interno convivono altre realtà quali il Centro Canoistico di Pontecuti, centro servizi per l’attività canoistica sul fiume Tevere e sede del G.S.T. e Urban Diving, gruppo di speleosubacquei tuderti. Altra realtà nata dal G.S.T. è Intrageo, impresa di servizi e progettazione specializzata nel recupero dei siti sotterranei antichi. L'attivita speleologica del gruppo, sino dai primi anni di esistenza, è stata caratterizzata anche dall'impegno nella riscoperta del patrimonio sotterraneo della città di Todi. Per questa notevole attività speleologica in ambito urbano, Todi è stata sede, nel 1982, del 1° Convegno Nazionale di Speleologia Urbana nel quale, attraverso specifiche commissioni di studio, vennero gettate le basi di questa nascente disciplina scientifica. Durante gli anni della sua attività, il GST ha organizzato 9 corsi di speleologia e un corso di speleologia urbana. Dopo 35 anni dalla sua fondazione, cos' è rimasto, come sedimento, dell'esperienza di questo gruppo? Sicuramente quello spirito di libertà che è stato sempre alla base del nostro modo di concepire la vita, e che ci ha permesso, negli anni, di essere sempre al di fuori degli schemi e svincolati da ogni logica di omologazione.
Questo elenco delle cavità naturali scoperte dal Gruppo Speleologico Tuderte è incompleto . Alcune grotte figurano nel Catasto Speleologico della Regione Umbria, dove è indicata la data della scoperta e alcune notizie di carattere morfologico e geologico. La maggior parte delle grotte in elenco, è stato catastato nell'archivio del gruppo. Chi desiderasse informazioni circa l'ubicazione e caratteristiche delle cavità, può rivolgersi direttamente al GST.

Grotta dello scoppio rosso - loc.Cerrarello-Fosso Pasquarella- Baschi
Serie di caverne comunicanti tra loro.

Grotta del Salveregina - Loc.Poggio della sanità-Baschi
Piccola cavernetta antropizzata.

Buca del cannocchiale- Loc. la Roccaccia-Orvieto
Galleria in diaclasi di mt. 23 con pozzetti comunicanti.

Grotta di Romazzano-Loc. Romazzano di Todi-Fosso S.Lorenzo
Complesso di fenditure in parte a cielo aperto.

Bucaione di Melezzole- loc. Montecchio TR
Pozzo di mt.7

Buca del Leonardo- Loc.Torre delle Piagge
Piccola cavità con galleria discendente.

Buca delle sorprese- Loc.La roccaccia-Orvieto
Breve cavità articolata in diaclasi.

Buca degli accidenti - Loc.La Roccaccia-Orvieto
Da un foro in parete si accede ad un sistema di gallerie
in diaclasi dallo sviluppo di circa 20 m.
In comunicazione con la 431 U/TR.

Grotta di Torre Gentile - Todi fraz.Torre Gentile, Pod. I° Filai
Pozzetto di 5 mt. porta ad una galleria dallo sviluppo di 18 m.

Grotticella del Tiro a segno - pendici del colle di Todi
Piccola cavità di crollo.

Grotta del Matifaggio - Loc. M.Schignano-Massa Martana
Galleria di mt.10 occlusa da una frana.

Grotta dell'impiccatura- Loc. La Roccaccia-Orvieto
Diaclasi di mt. 7

Buco della scarpinata - Loc.Morcicchia-Giano dell'Umbria
Stretta galleria franata in fondo.

Grotta dell' Istrice 1 - Loc. Rocca Sberna Orvieto
Cavità dallo sviluppo di 50 m, ad andamento pianeggiante, costituita
da cunicoli e salette. In eslporazione.

Fessura di Giobbe - Loc.Roccaccia Orvieto
Stretta fenditura percorribbile per mt.7

Buca di rottomario- Loc. Massa Martana
Da un pertugio si accede ad una saletta larga 9 mt, da cui
si dipartono cunicoli impercorribili.

Grotta di Frontignano - loc.casa la grotta Todi
Galleria franosa lunga circa 25 m, in gran parte allagata
per una piccola diga costruita all'ingresso.
Termina in una strettoia.

Buco del diavolo - Giano dell'Umbria
Pozzo di mt-33 nel greto di un torrente non disceso per mancanza di attrezzatura idonea e catastato
successivamente dal GSCai Spoleto

Pozzo della Maciotta - loc. la Cerasa- Titignano (Tr).
Voragine di mt-22

Grotta dell’Aquilara - Monte Scoglio dell’Aquilara- Triponzo (Tr)
Grande cavità con sale e gallerie in fase di esplorazione.
Sviluppo attuale mt.250, dislivello massimo mt-25.
Notevole possibilità di prosecuzione nelle vie basse.

Pozzo Piana 2- Titignano-(Tr)
Pozzo di mt-8 comunicante con la Grotta della Piana

Pozzo Palestina - S.Restituta- A. Umbro /Tr)
Inghiottitoio attivo nel greto di un fosso.
Sviluppo planimetrico mt. 38- Disl.mt-10

Pozzo di Capo Quigni - Loc. la Dogana- Ferentillo (tr)
Pozzo di -18 mt.

Pozzo del Peia - Loc. S.Venanzo (tr)
Piccolo pozzo di mt.8, prosecuzione sul fondo inagibile
per probabile presenza di An. Carbonica

Pozzo Anemos 1 - Loc. Buche del Vento-Morruzze (Tr)
Disostruito dal GST- Prof.mt-12 .Forte emissione di aria.

Grotta Anemos 2 - Loc. Buche del Vento- Morruzze (Tr)
Galleria di mt.10 terminante con una sala di mt. 5x5.
Possibile prosecuzione- Forte emissione di aria.

Grotta Anemos 3 - Loc.Buche del Vento- Morruzze (Tr)
Grotta formata da tre piccole sale dello sviluppo di mt.8

Grotta della Cava di Castelvecchio - Loc Castelvecchio- (Pg)
Diaclasi con sala di crollo- Sviluppo mt. 15

Grotta del Tronco - Loc. Forello- Baschi
Cavità meandriforme di mt 21- Probabile prosecuzione.

Grotta delle Pietre Bianche - Loc. Monte Piatto –S.Venanzo (Tr)
Cavità formata da due pozzi a scivolo di mt. 6 e mt.4.
Sul fondo notevole accumulo di detriti.

Grotta di Giano - Loc. Giano dell’Umbria (Pg)
Pozzo a “campana” nel greto di un fosso. Diametro mt 3- prof. Mt. 5

Grotta del Ciocco - Loc-Forello Baschi (tr)
Cavità dallo sviluppo di Mt.42. All’interno pozzo profondo
mt.-15 + 8 in altezza. Diametro mt.8.
Sul fondo pozzo non esplorato allagato periodicamente.

Grotta dell’Istrice 2- Loc.Forello- Baschi (tr)
Cavità meandriforme dello sviluppo di mt. 54. sul fondo
pozzo de mt. 15,50 terminante con un sifone occluso dal fango.
Notevole presenza di reperti ossei animali.

Grotta di Grutti - Loc. Grutti- Gualdo Cattaneo (Pg)
Galleria di metri lunga mt.70 a forma di ferro di cavallo, in parte artificiale.

Grotta 1 di Viepri - Loc. Viepri- Gualdo Cattaneo
Ampia cavità dello sviluppo di mt. 25 . L’ingresso, che
presenta notevoli segni di antropizzazione, è posto nel greto
di un torrente. All’interno notevole presenza di fango e
reperti ossei animali. Possibile prosecuzione.

Grotta 2 di Viepri -Loc. Viepri
Cavità presso una faglia travertinosa. Ampia sala con
notevoli segni di antropizzazione.

Grotta (3) del Marcuccio -Loc. Viepri
Cavità meandriforme di mt. 15

Grotta 4 di Viepri -loc. Viepri
Ampia cavità fortemente antropizzata.

Grotta 5 di Viepri -Loc.Viepri
Ampia cavità di mt. 18. una sicura prosecuzione è
stata occlusa dalle fondazioni di un traliccio ENEL.

Buca della Scema -Loc. Civitella del Lago (Tr)
Diaclasi dallo sviluppo di mt. 30

Voragine Carità -Loc. Torre di Picchio (Tr)
Ampio pozzo di mt. 15 – Rinterrata per motivi di sicurezza.

Buca della Benemerita -Loc. Civitella del Lago (Tr)
Da informatori locali si ritiene di notevole profondità. L’ingresso,
sul bordo della strada provinciale, è stato disostruito dal Gst.
Al momento dell’esplorazione è stata però rinterrata
dalla Provincia per motivi di sicurezza.

Grotta Grossa del Sasso di Loto -Loc. Triponzo- (Tr)
Grande cavità in fase di esplorazione. Sviluppo attuale mt 65.
All’interno grande quantità di fango stratificato.
Sul fondo, una condotta forzata di notevoli dimensioni ostruita
da fango, indica la presenza di un possibile ed imponente sistema
carsico interno. All’esterno, pochi metri a valle, è da segnalare
la presenza di una grossa risorgenza d’acqua.

Grotte dei Partigiani -Loc. Titignano (tr)
Gruppo di undici cavità. Le grotte, tutte di modeste dimensioni,
sono state scoperte recentemente per cui sono ancora in fase
di accatastamento. Nella Grotta del Partigiano, durante l’esplorazione,
è stato rinvenuto un piccolo deposito di esplosivo e munizioni subito
segnalato ai CC di Orvieto. In tutta l’area notevole presenza di
antropizzazione e frammenti ceramici forse di epoca romana.

Galleria Allen -Loc. Titignano- (Tr)
Piccola galleria in fase di disostruzione.

Grotta della Croce -Loc. Forello- Baschi
Ampia voragine di mt. 18 di profondità per una larghezza
alla base di mt. 38 con accesso artificiale dal basso.
All’interno forti elementi di antropizzazione e graffiti
a carattere religioso, forse luogo anticamente
dedicato al culto o opera di un’eremita.

Pozzo dei Partigiani- Loc. Titignano Orvieto
Ampio pozzo di mt.-18

Grotta della fontana- loc. Massa Martana
Ampia sala con stretto accesso dal fianco di un lavatoio.

Grotta del Fosso- Loc. Zampani -Massa Martana
Ampia cavità in diaclasi sul fianco scosceso di un fosso.
Sviluppo di mt. 30

Grotta del Quadro- Loc.Caselle -fraz. Quadro di Todi
Ampia cavità in diaclasi. Nel suo internerno sono stati rinvenuti
oggetti(giberne, fornellino ecc..) pertinenti alla seconda guerra
mondiale, forse inglesi o americani.

Grotta di S.Andrea- Loc. Torreluca -Todi
Piccola cavità lungo la sponda del Tevere.

Grotta dela Roccaccia- Titignano loc. Roccaccia
Pozzetto disostruito che accede in una sala.
In fase esplorativa.

Grotta dell'Acquedotto- Loc. Ponte della Pasquarella. Baschi
Ampia cavità trovata dall'impresa esecutrice dei lavori durante lo scavo della galleria
Inserire testo
HOME | il gruppo speleologico todi | intrageo | todi sotterranea | todi e il territorio | news | link