ultima modifica il 25/11/2017

 

A quasi 50 anni dal 1968:
nostalgici del ‘68

Correlati: diritti umani, comunismo, sessantonite, potentati, cultura dominante, Mario Capanna, Gino Strada, Cgil, terrorismo rosso,

Pagina senza pretese di esaustività o imparzialità: contrassegno miei commenti in grigio rispetto al testo attinto da altri.

 

Alcuni amici del ’68 vidi pacificamente intentati a riformare gli aspetti illibertari del sistema socio-politico, ma in prevalenza vidi scempio di sistema educante, vittime innocenti, diritti acquisiti in conto posteri (immane latrocinio generazionale), spalmati su una P.A. elefantiaca e una cultura dominante invasate da nostalgici del 68 che dismisero l’eskimo per la cravatta e okkuparono la maggior parte dei centri di potere del Paese, provenendo in prevalenza non da 40 ore settimanali di lavoro duro, ma da colletti bianchi figli di papà, di nobili conti, di illuminati sedicenti cattolici vocati a democratizzare la Chiesa quantomeno modo luterano-valdese se non pro Écrasez l’Infâme: vedi anche sessantonite.

 

 

16/11
2017

A mezzo secolo dal ’68 cosa ne pensa il neo Vescovo di Napoli padre Ariel S. Levi: spero che non ti facciano pagar caro  questo tuo linguaggio esplicito, caro Ariel: ricchi figli di papà, serviti dalle governanti, ignoranti, contestatori finto-proletari, docenti del vietato-vietare ma aggressivi e coercitivi con coloro che non la pensavano come loro, devastatori di generazioni di studenti.

04/07
2017

<fattoq>: MPS, via libera dell’Ue al salvataggio con 5,4G€ pubblici. [CzzC: oltre alle banche venete, altro debito in latrocinio generazionale, stile 68]

02/07
2017

Non poteva mancare Franco Monaco al kick off della casa comune del centrosinistra <ansa> “insiemecon Pisapia, Bersani, Fassina, Sinistra Italiana, A.Bonelli /Verdi, P.Civati /Possibile, M.D'Alema e M.Gotor /Mdp, Livia Turco, L.Manconi, B.Tabacci, V.Errani, G.M.Flick, G.Lerner, ... [CzzC: centrosinistra? O sinistra nostalgia del ’68 convocata per festeggiare “insieme” nel 2018 le nozze d’oro e restaurare l’art.18?]

26/06
2017

Odo Gentiloni/68 dire che pesa solo 5,2G€ il costo pubblico di soccorso alle banche venete inteso come male minore per la collettività: non dice che con le garanzie potrebbe ascendere a 17G€ <sole24h>: i soliti italici autoinganni e illusioni? Come se le garanzie non si traducessero in aumento del debito pubblico atteso che dei ~20G€ di sofferenze se va bene se ne recupereranno poco più di ¼? Con Saga? +MPS?

17/03
2017

Siamo 6 condòmini senza amministratore, ma paghiamo la pulizia scale coi voucers che ora Gentiloni ci toglie anziché riformarli, con la Camusso che plaude al grande successo: l’ex-68ttino già sublimò una sindacalista Cgil a ministra dell’Istruzione ancorché non laureata: che altro vedremo sublimare in vista del 50esimo del ’68?

13/02
2017

Fracassoni e intimidatori in Uni_Bologna oggi come i 68ttini di mezzo secolo fa <repubblica> "Io, intimidita sul web per le denunce sulla violenza in biblioteca"

25/11
2016

<repubblica>: Liceo okkupato liberato dai genitori: i figli riportati a casa a schiaffi [CzzC: siamo al tramonto del sessantottino vietato vietare? Continua]

29/10
2016

<altraeconom>: l’ONU vota 123sì/38no pro avvio2107 negoziati per mettere al bando gli ordigni nucleari (campagna ICAN), ma l’IT con Gentiloni vota contro: a favore c’erano non solo Austria, Brasile, Irlanda, ma anche una risoluzione del Parlamento europeo 415sì/124no. [CzzC: non sorprende che un sessantottino si inchini alla cultura dominante del masso Nobel pace, anche perché pecunia non olet (Nato-F35)]

21/10
2016

L’Italia si astiene anziché votare contro la risoluzione Unesco che sublima monopolio islamico sui luoghi sacri di Gerusalemme (grazie anche al sessantottino Gentiloni?), tanto che Israele reagisce con simmetrico errore accusando l’Italia di essere stata per ciò punita col terremoto <fattoq>: Renzi condanna il comportamento dei diplomatici italiani. Gentiloni chiede scusa? Israele sì

01/07
2016

<stampa>: Gentiloni: «Sì all’ingresso di Ankara, isolarla è da masochisti» [CzzC: caro ex-68ttino, perché bari con l’illazione che saremmo noi a voler isolare la Turchia? Perché la invochi in Europa “senza se e senza ma”? Perché non dici che è la Turchia che calpesta quei diritti umani di cui l’EU pretende rispetto come condizione per le trattative? Dissimuli errori di Erdogan sperando che Us-Nato ti spianino carriera?]

27/04
2016

Il 27 aprile 1937 moriva un grande comunista, Antonio Gramsci. [CzzC: se fosse vissuto avrebbe insegnato a PCI e a Cgil ad evitare non pochi errori commessi anche a danno dei lavoratori più laboriosi, ad esempio con gli assurdi privilegi delle pensioni baby nel pubblico impiego, con le pletoriche assunzioni nel pubblico impiego a bassa produttività rispetto agli altri lavoratori, con la scala mobile che ha fatto esplodere l'inflazione, il tutto favorito da nostalgici del '68, non poco attivi nel latrocinio generazionale montato sulla pelle dei nostri giovani, oggi senza lavoro e con misere prospettive di pensione, mentre Mario Capanna difende il suo vitalizio. O sbaglio?]

09/02
2016

<manifesto>: CV2°, cattolici del dissenso e '68: esce negli Us uno studio dei rapporti fra Chiesa e contestazione di fine anni '60. «The Spirit of Vatican II» di Gerd-Rainer Horn: nella Nuova Sinistra la componente cattolica.

07/01
2016

<liberoq>: Lucia Annunziata ammette: Noi donne siamo in pericolo per colpa della immigrazione ... abbiamo bisogno di cominciare una discussione vera su quello che l'immigrazione sta portando nei nostri paesi; sul disagio, e sulle vere e proprie minacce alla nostra incolumità fisica che avvertiamo nelle strade, sui bus ... [CzzC: troppi sedicenti nostalgici del '68 non si accorgono degli errori commessi, o non li vogliono ammettere o, quando si accorgono, è tardi; meglio tardi che mai, ma attenzione ai trasformismi più furbi che santi; Lucia, convinci la Kyenge?]

12/12
2015

<inlatino>: il sociologo Yann Raison du Cleuziou, nell’ammettere che in Francia la sola religione in crescita è l’islam”, osservava che all’interno della Chiesa i progressisti “cattolici d’apertura”, della gauche, nostalgici del “cattolicesimo da café” e della stagione del cardinale François Marty, stanno perdendo punti rispetto ai neocattolici per i quali dialogare non significa ascoltare gli intellettuali laici e rispondere annuendo, osserva Samuel Gregg sul Catholic World Report.

07/12
2015

nell’ondata2015 degli induttori di presepefobia si nota una significativa densità di nostalgici del ’68 inciuciati con le solite matrici della cultura dominante; peraltro tale densità e connubio notavo evidenti già 30 anni fa col Re viola e Re verde.

09/08
2015

68ttini pacifisti? Vedi come un guru68 si prodigò per far bombardare la Libia <tpi>: che con Gheddafi era molto meglio di quella di oggi: fu fatta crollare nel caos anche grazie al filosofo da salotto-TV, Bernard-Henri Lévy, che per sua stessa ammissione e vanto, si impegnò in prima persona a organizzare gli incontri tra il leader dei ribelli, Mahmoud Jibril, e il presidente francese Sarkozy onde favorire l’avvio dei bombardamenti. Il tutto è raccolto nell’autocelebrativo documentario Le serment de Tobrouk, scritto, diretto e interpretato dallo stesso BHL, che voleva anche far vedere ai musulmani ribelli come un ebreo difendesse la loro lotta.

24/07
2015

<fattoq>: targa di Piazza Alimonda sovrascritta Piazza Carlo Giuliani; ripresa dell’intercettazione del 2000 quando suo padre (sindacalista nostalgico del ’68) avrebbe detto alla moglie “Speriamo di fargli presto un bel funerale”.

26/11
2014

<Avvenire>: La fede ferita dal ‘68: la rivoluzione culturale del ’68 condizionò la ricezione del Concilio Vaticano II, condizionamento che si fa sentire ancora: una rivoluzione anti-autoritaria, intellettuale, studentesca, sessuale, non proletaria, un sogno neomarxista per una nuova società, non più alienata ma sul modello di Rousseau (cristiano autentico?). L’infausta coincidenza dell’Humanae vitae, inaccettabile per i più, trascinò il rifiuto dell’autorità pontificia.

25/11
2014

<Avvenire> Trento crocevia del ’68: «Quando, nel gennaio ’66, quella piccola e coesa comunità di studenti occuperà, prima in Italia, la "sua" facoltà, avrà il sostegno infatti della popolazione trentina» [CzzC: ritengo che sia storicamente più falso e tendenzioso che vero, affermare che la popolazione trentina sostenne gli studenti occupanti: ritengo che quell’occupazione avesse il sostegno delle elites ideologiche in colletto bianco o rosso, le stesse che oggi si oppongono alle riforme del sistema di privilegi pubblici accaparrati e infieriscono a sostegno dell’orso bruno, mentre ritengo che non avesse il sostegno della maggioranza della sgobbona popolazione trentina di allora, che invero inneggiò gli alpini sfollatori degli occupanti]. Foto con amici

31/08
2014

Trovo magistrale quest’analisi di Bertinotti < youtube; qui trascrizione>:

- il comunismo è stato sconfitto dalla falsificazione della sua tesi e da un cambiamento della scena del mondo che possiamo chiamare globalizzazione e capitalismo finanziario privato;

- per intraprendere un nuovo cammino di liberazione è indispensabile riprendere il buono di liberalismo e cattoliocesimo a partire alla difesa dei diritti della persona;

- non a caso delle tre grandi componenti, liberale, comunista e cattolica, quest’ultima sembra essere l'unica  che abbia riacquistato una grande vitalità e sentire papa Francesco sembra di assistere alla presenza sulla scena del mondo di una parola profetica

09/11

2013

Un amico del gruppo di mini rassegna stampa si definisce «Residuo del 68, che ho vissuto nell'immediato dopo (ricordo il caro Langer che veniva alle manifestazioni a Bolzano) ...» 

2013

<wikipedia>: D'Alema rievoca così la sua militanza 68ttina: «Faccio parte della generazione del Sessantotto. Noi eravamo antisovietici, ma nel partito c'era gente che aveva rapporti stretti con l'Unione sovietica. Erano legami personali e culturali profondi, creati durante la guerra, una guerra antifascista. In seno allo stesso partito, per anni, hanno convissuto diverse culture politiche. Enrico Berlinguer aveva capito qual era il vero volto dell'Urss. Ma prevalse in lui la preoccupazione che una rottura con quel mondo avrebbe portato a una spaccatura nel partito. Questa preoccupazione ha finito per rallentare il rinnovamento necessario del Pci. E così all'appuntamento con la storia siamo arrivati in ritardo»

14/02
2013

<csgiorgio>: sessantotto e New Age: è dal '68  che possiamo ricavare indicatori per le  ragioni degli orientamenti del ministro Livia Turco e dei suoi alleati di ideologia ad esempio pro movimento New Age, droga libera, immigrazione di massa ... Edmondo Berselli (1951-2010), ex sessantottino, celebrando l'anniversario della rivoluzione del '68, rivendica ad essa il merito di aver anticipato tematiche attuali, «una possibile New Age»: «Abbiamo creduto all'antimedicina [...]. Guardavamo al rosso dell'Oriente [...], lo zen [...], Siddharta».

23/10

2012

Scout contro sessantotto? Due anime nel PD a confronto? Renzi , figlio di un ex consigliere comunale dc di Rignano sull'Arno, da scout si firmava Zac quando dirigeva la rivista nazionale Camminiamo insieme.

28/10

2010

Pietro Barcellona: io, da ex Pci, vi spiego chi è il potere che ci governa

13/12

2009

1969 autunno caldo trentino, edito da UCT

27/09

2009

Giovanni Lindo Ferretti, già vicino alle BR, convertito

17/02

2008

Il febr-marzo 1968 a Trento con Sociologia: stralci da Vita Trentina di allora + attualità. nove sacerdoti redassero un documento di sostanziale appoggio all'occupazione di Sociologia: Piergiorgio Rauzi, Luciano Franch (che fu a lungo segretario del Vescovo A.M. Gottardi), Fabio Straudi, Ivo Cattoni, Franco Masserdotti, Cristoforo Sironi, Olivo Pillon, Marco Morelli, Iginio Gennari. Il Paolo Sorbi del contro-quaresimale oggi dice «Aveva ragione il prete, e torto io»

01/12

2007

1968-69 cronologia di una rivolta

19/04

2007

Cari genitori, figli del Sessantotto, avete fallito. «Noi siamo procreati, ma non educati», scriveva Thomas Bernhard, iniziando uno dei capitoli – forse il più beffardo e nevrotico – del suo L’origine. Anche secondo Bueb oggigiorno «i giovani non vengono più allevati, ma si limitano a crescere»

21/11

2005

Paolo Sorbi: l'urlo in Duomo e il '68, l'ex ribelle si scusa: «Era verissimo aveva ragione il prete e torto io

2000

<fattoq>: Da un'intercettazione, che risale al 2000 quando si indagava su Carlo Giuliani per traffico di stupefacenti (la sua posizione fu archiviata), suo padre (sindacalista nostalgico del 68) avrebbe detto alla moglie “Speriamo di fargli presto un bel funerale”.

197x

<blog>: Ludovico Geymonat: "Una delle esigenze profonde che ho imparato a rispettare nel Movimento Studentesco e in Capanna, con il quale discutevo con violenza anche, è il bisogno che avevamo di qualcosa di nuovo, qualcosa che non fosse solo la democrazia dei numeri, la democrazia dei grandi partiti, ma una democrazia diretta". [CzzC: 2015 annoto: nel 1970 seguii qualche lezione di Geymonat, forse dalla parte buona dell’utopia 68ttina, quella purtroppo travolta dalla prassi del «vietato vietare» e «tanto peggio, tanto meglio» per soddisfare pretese che contavano più sul diritto della forza che sulla forza del diritto: iniziò allora la distruzione di energie vitali (spirituali ed imprenditoriali) che in 25 anni avevano fatto grande nel mondo un’Italia distrutta dalla guerra; iniziò allora quell’immane latrocinio generazionale che ci fa contare oggi 2,3T€ di debito pubblico, 40% di giovani senza lavoro e con prospettiva di pensione risibile rispetto a quella che gode la mia generazione]