ultima modifica il 26/11/2017

 

Mass media, new media, social networks, internet

Correlati: comunicazione, dis-informazione, educazione, matrici della cultura dominante, pubblicità, censura, giornalisti, neutralizzare e/o contenere informazioni, social haters troll fake cyberb

Pagina senza pretese di esaustività o imparzialità: contrassegno miei commenti in grigio rispetto al testo attinto da altri.

 

Assieme alla finanza e alle armi, i mass media sono i più efficaci strumenti di potere sulle masse azionati dai potenti nei regimi più o meno democratici: i media tradizionali (stampa, radio, TV) rischiano di essere insidiati dall’apparente maggiore indipendenza dei new media/Internet, ma la tecnologia (vedi come le censure azionate da Microsoft, Apple e Facebook con Cina, e con i turco-wahhabiti alleati Usa, trattano la libertà dei loro media e new-media) consente di mettere progressivamente sotto controllo anche i new-media, ricorrendo alla dissuasione violenta (wahhabiti e Cina) se non bastasse la persuasione per riaddomesticare. Vedi Pasolini profetico al riguardo.

In quanto vettori primari della comunicazione, i mass media hanno incidenza dominante sui comportamenti e sulla Weltanschauung maggioritaria (e quindi sul consenso di voto) dei consumatori in generale e dei giovani in particolare, abusati non di rado alla faccia della obiettività e responsabilità dell'informazione.

Vedo poca TV, ascolto di più la Radio, leggo Ansa e altre fonti di rassegna stampa; fornisco ad amici un riepilogo mensile.

 

 

26/11
2017

<sole24h>: Internet come modo di pensare. Alibaba sta scommettendo sul cloud, trasformandosi in una internet company con un ecosistema di servizi. Il responsabile di Ali Cloud Wang Jian: «Anche internet non è uno strumento, ma un modo di pensare» [CzzC: pensa a che potenza di controllo e di violazione della libertà-privacy potrà avere il partito comunista cinese con i new-media / Alibaba, visto come assoggetta perfino la sua magistratura]

27/06
2017

<sole24h>: Google, multa record Ue di 2,42 miliardi. La replica: «Siamo rispettosamente in disaccordo». Lo stesso esecutivo comunitario aveva chiesto ad Apple di rimborsare allo Stato irlandese oltre 13G€ di tasse non versate [CzzC: flatus voci: gli importi delle multe che e se saranno pagate saranno << di quelli ingiunti]

14/06
2017

<ansa> Fakenews e giornalismo a SMMdayIT. Serve rigore. "Sono troppi gli scontenti per la politica quasi monopolista del social di Mark Zuckerberg, dagli editori, alle tv, alle compagnie telefoniche alle agenzie pubblicitarie. E se la bolla di Snapchat si va sgonfiando, le uniche vere alternative a FB sono Twitter e Linkedin perché hanno una identità definita” [CzzC: vere alternative? Dubito a breve]

23/05
2017

<fb>: come configurare opportunamente il proprio account su facebook per tutelarne meglio la sicurezza. [CzzC: mi piacerebbe, peraltro, che fb sapesse rinunciare a pelosi (3fig) guadagni, piuttosto che introdurre, pro certi regimi illiberali, configuazioni, trappole e filtri che li facilitino nello spionaggio e framing dei propri sudditi]

04/05
2017

<weca>: La qualità dell’informazione in rete: Social e Bugie: 1ª parte cyberbullismo, 2ª parte Facebook, 3ª parte post-verità, 4ª parte dal pettegolezzo alle Fake News; la comunicazione autentica

17/12
2016

<agi>: crolla il sito di bufale LiberoGiornale.com e si tira giù i segugi siti fake legati alla sua galassia di notizie false. Matteo Ricci Mingan, intervistato da Agi, scantona dicendo che non è lui l'artefice delle bufale-troll-hate: solo dà a questi siti i server e ne gestisce la pubblicità. "Lo fanno per soldi" dice, e non si ritiene però responsabile.

06/12
2016

<agi>: la verità è al centro del lavoro del giornalista? [CzzC: pare che gran parte dei giornalisti amplifichi la versione di verità che piace a chi li paga e dissimuli la verità che spiace al medesimo pagatore, con l'eccezione di qualche coraggioso e/o dovuta a concessione del pagatore cui tali eccezioni non dispiacciono perché le può brandire per millantare la sua imparzialità e obiettività. Rimedi? Non accontentarsi di ascoltare una sola campana, confrontare più fonti, sgamare i falsi, amplificare verità mediamente sottaciute dalla cultura dominante, il che anche grazie ai social networks che da noi (non in Cina ad es) sfuggono alla censura della cultura dominante, per ora

22/10
2016

<huffingt>Napalm 51, il social hater interpretato da Maurizio Crozza, torna a istigare all'odio contro tutto e tutti.

12/07
2016

<tempi>: Perché Facebook cancella i post di chi denuncia i crimini della polizia di Singapore? Domanda posta da Teo Soh Lung, avvocato per la difesa dei diritti civili

02/03
2016

<ilfattoq>: Editoria, Agnelli a nozze con De Benedetti: La Stampa all’Espresso. Rodolfo De Benedetti, presidente della holding che controlla il gruppo Espresso, ha annunciato la firma del memorandum di intesa con Itedi (77% di FCA), la società che controlla La Stampa e il Secolo XIX, in vista della fusione delle due case editrici in un nuovo polo del gruppo di Carlo De Benedetti. [CzzC: buono anche il mezzo miliardo riconosciutogli dalla Magistratura per la guerra editoriale di Segrate? Il minus di pluralismo informativo non mi pare un buon affare per il bene comune. Mi piacerebbe sentire il parere di Andrea Tornielli]

11/07
2015

<lib&pers>: Facebook e il controllo delle masse: la fabbrica degli “état d’esprit” e la promozione della cristianofobia: non violano gli “standard della comunità” di facebook le bestemmie e gli oltraggi a Cristo o alla Madonna

27/05
2015

e-ducazione ai tempi di internet: crescere bambini responsabili: aspetti educativi e legali; locandina dell’incontro promosso da PAT, NOI-Oratori, Istituto Comprensivo Isera-Rovereto, Save The Children [CzzC: appunti: aderire a un soc.netw implica sottoscrizione di contratto, il che non potrebbe fare un <18; si risponde penalmente >14; whatsapp chiede 16 anni, gli altri 13; manca  legislazione a tutela dei minori; le foto su FB sono utilizzabili come prova documentale; cyberbullismo; grooming, sexting, glossario. Ved i 3 siti principali per saperne di più. Sai che è GTA5 (videogioco)? Vai su PEGI per  capire. TSU paga le info postate in centesimi di $ con pagamento a 100$]

29/04
2015

<tempi>: Un vaccino intellettuale e spirituale contro l’informazione tossica. Rassegna Stampa che pubblica “L’Agenzia culturale” di Milano. Buone notizie che danno speranza e attualità giudicata secondo la logica del Vangelo.

22/04
2015

<sole24h>: È il Mobilegeddon di Google. In IT quasi nessuno è pronto al nuovo algoritmo per smartphone. Qui/Google tool x verificare se un sito è adeguato per il mobile. Governo.it non è adeguato. UE ha preso di mira Google perché favorirebbe i suoi servizi ai danni della concorrenza.

27/01
2015

Libertà, la stampa e l’Occidente “totalitario”. Capire il presente con un discorso di Solženicyn del 1978

05/11
2014

<Avvenire>: si chiama Fomo, colpisce i giovani, sta per Fear Of Missing Out, la paura di essere tagliati fuori, di essere esclusi. Si tratta di un fenomeno legato ai social network e coincide con l’angoscia crescente che deriva dall’assistere in rete a testimonianze di eventi cui non si partecipa. Che siano foto su Instagram o post nella bacheca di Facebook o stringhe di testo su Twitter ...

01/04
2010

Uso del CORPO nei media

18/12
2009

INTERNET: incidenza sui comportamenti dei ragazzi assidui frequentatori.

Come fare ricerche mirate in Google con 5 utili trucchi

19/10
2009

LIBERTA', obiettività, RESPONSABILITA' dell' INFORMAZIONE

2002

Gp2° nella giornata delle comunicazioni sociali: Internet offre grandi opportunità anche per veicolare il messaggio cristiano, ma attenzione ai rischi: <sussidiario>: "Può venire a mancare lo stimolo a un pensiero e a una riflessione più profondi, mentre gli esseri umani hanno bisogno vitale di tempo e di tranquillità interiore per ponderare ed esaminare ... la comprensione e la saggezza ... non derivano dalla mera acquisizione di fatti, seppur interessanti. Sono il risultato di un'intuizione che penetra il significato più profondo delle cose in relazione fra loro e con tutta la realtà. Inoltre, quale forum in cui praticamente tutto è accettabile e quasi nulla è duraturo, Internet favorisce un modo di pensare relativistico".