modificato 28/12/2016

 

Potenti matrici della cultura dominante coprono errori e favoriscono l’ascensore sociale

Correlati: finanza cinica, monopoli informativi, dittatura culturale

Pagina senza pretese di esaustività o imparzialità: contrassegno miei commenti in grigio rispetto al testo attinto da altri.

 

Se passassi nella loro tifoseria, ti si aprirebbero più facilmente tante porte profittevoli ed eventuali tuoi errori sarebbero più facilmente copribili. Ad esempio ecco come mi descrisse 2002 la profittabilità di lobby della specie un loro adepto emi-pentito, ...

 

 

                   in dialetto trentino                                                     in italiano

 

«se te voi far strada, no te podi avérgheli contro, perché, per tant ke te sepi brao, se no te butesi per lori, i te magnerìa el but pezo dele cavre; se enveze te sei dei soi, te se daverze le porte e i cuerterìa le to capelàe; se mi no i ese sviolinài, el pu endrìo dei me compagni de scola, che lo ese fat prima e meio de mi, el me sarìa pasa’ via da ’n pez».

«se tu volessi far strada nella vita, non potresti averceli contro, perché, per quanto tu possa essere capace, se non spingessi / germogliassi a lor favore, ti mangerebbero il germoglio peggio delle capre; se invece tu fossi dei loro, ti si aprirebbero le porte ed essi coprirebbero i tuoi errori; se io non li avessi sviolinati, l’ultimo dei miei compagni di classe che lo avesse fatto prima e meglio di me, mi avrebbe sorpassato da tempo nella vita»

 

 

la finanza sta ai suddetti potentati come il miele sta all’orso

                   in dialetto trentino                                                     in italiano

 

«varda ke la finanza per i potenti labari l’è come el mel per l’ors: i poderia saerne qualkos quei de l’ISA o quei del IOR, ti ke te me disevi ke el Papa polaco el se fidava de Marcinkus; per forza! Coi skei ke ‘l g’ha manda’ ai so’ amizi de Solidarność»

«guarda che la finanza sta ai potenti labari come il miele sta all’orso; ne potrebbero sapere qualcosa quelli dell’ISA o quelli dello IOR, dico a te che mi giustificavi Marcinkus per la fiducia che il Papa polacco riponeva in lui: per forza! A causa del denaro che ha mandato ai suoi amici di Solidarność»