modificato 26/01/2016

 

VALORI da fondare anche al riparo del criterio di MAGGIORANZA

Correlati: il principio di maggioranza non  basta; la legge naturale sarebbe cangiante?

Pagina senza pretese di esaustività o imparzialità: contrassegno miei commenti in grigio rispetto al testo attinto da altri.

 

Benedetto XVI al Reichstat di Berlino settembre 2011:

«In gran parte della materia da regolare giuridicamente, quello della maggioranza può essere un criterio sufficiente. Ma è evidente che nelle questioni fondamentali del diritto, nelle quali è in gioco la dignità dell’uomo e dell’umanità, il principio maggioritario non basta».

Vedi anche Democrazia, Discernimento, Alterazione delle priorita’

 

 

22/09

2011

Il Papa Benedetto XVI in Germania perimetra i concetti di democrazia e di maggioranza in maniera che a me pare pietra miliare della ragione e dell’umana saggezza orientate al bene comune, oltre che essere pietra miliare della giustizia fondata sulla forza del diritto piuttosto che sul diritto della forza: «In gran parte della materia da regolare giuridicamente, quello della maggioranza può essere un criterio sufficiente. Ma è evidente che nelle questioni fondamentali del diritto, nelle quali è in gioco la dignità dell’uomo e dell’umanità, il principio maggioritario non basta: Ciò che in riferimento alle fondamentali questioni antropologiche sia la cosa giusta e possa diventare diritto vigente, oggi non è affatto evidente di per sé.... Dove la ragione positivista si ritiene come la sola cultura sufficiente,...  essa riduce l’uomo, anzi, minaccia la sua umanità. La ragione positivista, che si presenta in modo esclusivista e non è in grado di percepire qualcosa al di là di ciò che è funzionale, assomiglia agli edifici di cemento armato senza finestre, in cui ci diamo il clima e la luce da soli e non vogliamo più ricevere ambedue le cose dal mondo vasto di Dio ... rimane un grido che anela all’aria fresca...»