modificato 24/05/2017

 

Don Ivan Maffeis 1963

Correlati: consacrati, comunicazioni sociali TN e della CEI

Pagina senza pretese di esaustività o imparzialità: contrassegno miei commenti in grigio rispetto al testo attinto da altri.

 

Foto; direttore dell’Ufficio nazionale delle comunicazioni sociali della CEI di cui era vicedirettore dal 2009. <avvenire>: prima di arrivare alla Cei era stato per dieci anni direttore del settimanale “Vita Trentina”, di Radio Studio Sette in-Blu, responsabile dell’Ufficio stampa e comunicazioni sociali della sua diocesi. Prete dal 1988, e poi parroco per sei anni, ha ottenuto il dottorato all’Università Pontificia Salesiana di Roma con una tesi (pubblicata nel 1997) sulla pastorale della comunicazione, ha insegnato presso lo Studio teologico accademico tridentino e insegna presso l’Università Salesiana e la Lateranense. Per sei anni è stato anche segretario nazionale della Fisc, la Federazione italiana dei settimanali diocesani.

[CzzC: grandi le sue doti di umanità, dialogo e saggezza che sa trasferire anche tramite la sua abile penna: divenni fiduciario di Vita Trentina anche per la fiducia che riposi in lui. Spero di riuscire a ritrovare e linkare qui l'editoriale del Settimanale Diocesano che egli scrisse alla vigilia del referendum sulla legge 40: una pagina per me edificante nel rapporto fede e ragione, religione e laicità.]

 

 

21/10
2016

Ancorché non prediliga Galantino, negligo l’acredine con cui <nbq> notizia l’annuncio portato da don Maffeis a Radio Radicale: “convinta ed entusiastica adesione della CEI alla Marcia per l'Amnistia, la Giustizia, la Libertà intitolata a Marco Pannella e Papa Francesco” (giubileo carcerati 6/11) anche perché son certo che facilitiamo l’attrattiva Gesù ben più accompagnandoci coi radicali su questi temi che scontrandoci lasciando tentare un nuovo referendum abrogativo della 194.

22/02
2016

<news.va>: p. Lombardi conclude servizio a Radio Vaticana. Prosegue il processo di unificazione dei media vaticani, in linea con il Motu proprio di Francesco che il 27 giugno scorso istituiva la Segreteria per la Comunicazione affinché tutte le realtà che si occupano di comunicazione "vengano accorpate in un nuovo Dicastero della Curia Romana": si tratta di Pontificio Consiglio delle Comunicazioni Sociali, Sala Stampa della Santa Sede, Servizio Internet Vaticano, Radio Vaticana, Centro Televisivo Vaticano, L'Osservatore Romano, Tipografia Vaticana, Servizio Fotografico, Libreria Editrice Vaticana. [CzzC: notevole riorganizzazione, pro efficienza ed efficacia]

20/05
2015

<avvenire>: don Ivan è nominato direttore dell’Ufficio nazionale delle comunicazioni sociali della CEI di cui era vicedirettore dalla fine del 2009. Don Ivan, presidente della Fondazione Ente dello Spettacolo, succede a monsignor Domenico Pompili, recentemente nominato vescovo di Rieti.

06/04
2014

VT#14p13 don Ivan nuovo consulente Aiart

04/03
2014

"La grande bellezza": Noi dobbiamo a Sorrentino la profondità con cui ha rappresentato uno spaccato dell’umanità decaduta con occhio disincantato, sfatta, che si trascina in rapporti banali e inconsistenti e di cui son parte, purtroppo, anche certe figure religione

11
2013

Vice direttore dell’UNCS Ufficio nazionale delle comunicazioni sociali CEI, e presidente della Fondazione Eds Ente dello spettacolo (video): scegliamo il cinema contro l’indifferenza

01/11
2009

Commenta la CARITAS in VERITATE