modificato 24/03/2016

 

Padre Giorgio Butterini 1941±1

Correlati: ermeneutica di rottura, Leitmotiv, la  virtù della disobbidienza

Pagina senza pretese di esaustività o imparzialità: contrassegno miei commenti in grigio rispetto al testo attinto da altri.

 

Foto su Vita Trentina. Bibliotecario dell’Istituto trentino di cultura; se opera «al di fuori delle regole» sa  ribattere ironicamente al dispiacere del Vescovo dandogli del male informato, in sintonia con Rogger. [CzzC: però la commozione che m’ha destato con l’omelia al funerale di Maria Giulia Chini 24/03/2016 mi riconferma come il sentire una persona da vicino possa cambiarne la nostra percezione]

 

 

24/03
2016

[CzzC: non perdo una parola della sua toccante omelia al funerale di Maria Giulia Chini: la commozione che m’ha destato mi riconferma come il sentire una persona da vicino possa cambiarne la nostra percezione]

31/07
2015

<VT#31P12> Il corpo, la natura, Dio: tre giorni a Terzolas con Padre Giorgio Butterini, Paolo Ghezzi de Il Margine, la pastora valdese Letizia Tomassone [CzzC: ottimo valorizzare l’enciclica Laudato sì, ma se ne leggi il profilo illuminato da Il Margine e dai Valdesi, intuisci anche come si potrebbero declinare le intenzioni di nuove sfide lanciate dal Butterini un anno fa quando fu trasferito a Terzolas]

23/08
2014

<corrierealpi>: Padre Butterini trasferito a Terzolas. "Obbedisco a fatica". Decisione dell'Ordine dei Cappuccini. Il mio mondo era qui a Trento ... Non ho avuto spiegazioni. Ma non vado a seppellirmi: sarà una sfida nuova [CzzC: se non erro, andare a spiattellare sui giornali la fatica dell’obbedienza in allusività polemica coi superiori attiene alla virtù della disobbedienza]

12/09

2011

Il presidente di un'associazione culturale mi narra di un Padre che era a S.Lorenzo di Trento venendo da Loreto e che, ubbidendo alle disposizioni di Butterini, se ne andò: era preoccupato per la piega di certa linea pastorale locale.

25/03

2008

Moschea a Trento 2008: i Valdesi tifano Butterini dissenziente Vescovo (incoraggiati da AM?). Per Butterini il Vescovo sarebbe influenzato dalla Lega.

26/09

2007

Pane a Messa: Bressan frena Butterini, che gli dà del male informato: recalcitra il gruppo di San Francesco Saverio gestito dal Cappuccino, che accusa la Chiesa di atteggiamento conservatore «Secondo il quale - dice il Cappuccino - "o fai così o sei fuori". Ma la Chiesa non può essere solo obbedienza».

10/03

2007

P. Cattani su QT: la crisi della Chiesa trentina. «La curia è lontana e sembra avere altri interessi, sembra essere troppo impegnata, non comprendere appieno la gravità del momento …  Il vescovo Bressan, tra un viaggio in Sri Lanka e una trasferta a Roma, tra ... tra ... padre Giorgio Butterini, ormai capofila storico dei dissidenti alla linea ufficiale (è stato bacchettato più volte dal vescovo per certe libertà liturgiche) che con la sua comunità cristiana “di base” di San Francesco Saverio ha elaborato un documento pro “Dico” che riportiamo ... un abisso divide la chiesa del Suffragio, dove si incontra Comunione e Liberazione, e la vicina chiesa di S. Trinità dove invece si riunisce la comunità di padre Butterini."

22/04

2006

l'Adige e Rogger prendono le sue difese nella polemica col Vescovo e aiutando il discernimento dei fedeli precisando che nella chiesa ci sono  «da una parte coloro che, LIGI ALLA TRADIZIONE, chiedono il rispetto di regole centenarie e gli INNOVATORI, come padre Giorgio BUTTERINI, che cercano insieme alla comunità dei fedeli nuove strade, per adattare i simboli al mondo attuale». [CzzC: classico Leitmotiv L2, solco lacerante scavato dai conciliaristi di rottura; non mi sorprende che Butterini sia tifato dai laceratori della mia parrocchia]