Mosquito Garelli 38a e 38b
Mosquito Garelli 38 A
Il motorino ausiliario Mosquito 38 A Ŕ particolarmente semplice e quindi duraturo. Il rullo come molti sanno si avvicina e si allontana dalla ruota posteriore con una leva. Due molle,registrabili, tengono costantemente premuto il rullo contro la ruota posteriore. Niente cambio, niente frizione, niente messa in moto. Lasciando il depressore si avvia il motore, con l'aiuto dei pedali della bicilicletta. Per fermarsi basta tirare il depressore (popolarmente chiamato alzavalvole) e frenare. Staccare il rullo dalla ruota posteriore con l'apposita leva e se avete finito la benzina potete pedalare tranquillamente. Agli Stop non c'Ŕ la possibilitÓ di tenere il motore al minimo. Si riparte con i pedali ed il depressore tirato, poi si lascia il depressore ed il motore si riavvia.
L'alettatura del 38 A: testa in alluminio, cilindro in ghisa.
 
CLUBS: "Gli amici del rullo" di Piacenza;
"I Mosquitari di Ravenna" affiliati al Motoclub Omobono Tenni di Massa Castello ( Ravenna).
Ricambisti: Michele Malta di Ravenna e Ribaldi Oser di Villanova di Modena.
    
 
Il piccolo carburatore Dellorto del 38 A, in primo piano la vite del getto del massimo, per una rapida pulizia.
Gli unici due ingranaggi del motore del 38 A:in primo piano il volano con l'ingranaggio piccolo, poi l'altro ingranaggio solidale con il rullo. Poi il rullo, nel quale si intradeve un magnete, e la bobina con la ghiera per fissarla al motore(la bobina sta ferma ed i magneti -inseriti nel rullo- le ruotano intorno)
 
Un 38 A montato su telaio Paperino in fase di restauro