Scultrice, poetessa e attrice, vive e opera a Maccagno. Originaria di Bergamo, ha frequentato il Liceo Artistico di Brera, nella sede di Città Alta dove, sotto la guida di Giuseppe Milesi, inizia lo studio della rappresentazione del corpo umano.
Presto scopre la sua inclinazione per le scultura realizzata attraverso la modellazione della creta.
L'incontro con lo scultore Sergio Tapia Radic, che diviene il suo maestro, la porta verso nuove espressioni ed esperienze artistiche.
Utilizza alternativamente la tecnica del tutto tondo e del bassorilievo. La figura intera predilige il corpo femminile nelle sue trasformazioni. Giovane, quando l'elasticità si trasforma nelle movenze leggere ed eleganti delle ballerine; .


al sito di Piero
per scriverle
più maturo, durante la gestazione vissuta come serena attesa e nella maternità nel momento dell'allattamento, dell'affetto e del gioco con il piccolo.
A questi si aggiungono opere di soggetto religioso che mostrano la Madonna e la Sacra Famiglia viste come espressione sublime di amore.
Fin dagli anni del Liceo scrive poesie e racconti.
Alcune composizioni sono pubblicate nel libro "Un filo d'amore".
Segue lezioni di teatro che le consentono di affinare la sua presenza scenica. Questo le consente anche di leggere in diverse occasioni le sue poesie, con altri poeti o con accompagnamento musicale.
Recita in diverse
commedie con una favorevole risposta del pubblico.


scultura
poesia
teatro
mostre
link