Zanca Alfredo Model's

          

This is my collection of paper models built with my hands, for ever under construction. Models are exposed in Calenzano Castle http://www.museofigurinostorico.it/home.html  near Florence Italy.

Home Loira Castles Church Cathedrals Abbey Historical Monuments


Chartres x   Vedute dettagliate

Cattedrale dedicata a Notre-Dame, sita a Chartres, nella Francia nordoccidentale, è uno splendido esempio dell'architettura gotica francese, famoso in tutto il mondo per le bellissime sculture e vetrate.

        L'edificio fu fondato nell'XI secolo sopra i resti di un antico luogo di culto pagano. Fu il vescovo Fulberto, studioso e filosofo noto nel mondo europeo medievale, a dare inizio alla costruzione. Distrutta da un incendio nel 1194, la Cattedrale venne ricostruita a più riprese tra la fine del XII secolo e la metàdel secolo successivo:fu riconsacrata nel 1260. Tra le aggiunte posteriori, la guglia nordoccidentale, detta Clocher Neuf, terminata nel 1513;  l'altra guglia, di stile romanico, è del 1160. L'interno, a croce latina e tre navate, è notevole per l'armonia e la perfezione delle proporzioni; gran parte degli arredi originali, però, è andata purtroppo perduta. La tribuna trasversale fu demolita nel XVIII secolo. La facciata ovest, ove si trova il Portale Reale, è abbellita da numerose sculture della metà del XII secolo; magnifico il rilievo del Cristo Re tra gli apostoli, angeli e i simboli dei quattro Evangelisti. Sul portale del transetto meridionale (1224-1250 ca.) sono raffigurate alcune scene del Nuovo Testamento e il Giudizio Universale; il corrispettivo portale del transetto settentrionale è invece dedicato alla vita della Vergine, ripercorsa in diverse scene (Annunciazione, Visitazione, Natività).

La Cattedrale è arricchita nel complesso da più di 2000 figure scolpite, che formano un quadro iconografico di compiutezza senza eguali; le oltre 150 finestre sono chiuse da vetrate risalenti perlopiù al XIII secolo, nelle quali si può ammirare il cosiddetto blu di Chartres, che rese famosa la produzione locale.

Il fiorire del gotico (secoli XII-XV) segnò il ritorno alla scultura a tutto tondo e alla statuaria in tutta Europa. Come nel periodo precedente, molte sculture erano ancora strettamente legate all'architettura ecclesiastica (ad esempio, abbellivano i pulpiti e gli arredi sacri), ma altre godevano di maggiore autonomia, e non ritraevano più esclusivamente soggetti sacri, bensì anche re e signori del tempo. Uno dei monumenti più importanti per ricostruire lo sviluppo della scultura medievale è la Cattedrale di Chartres in Francia, i cui portali testimoniano la progressiva evoluzione dello stile gotico. L'ingresso occidentale, che è il più antico (metà del XII secolo), presenta una decorazione a figure rigide, con panneggi schematici e volti poco espressivi, mentre i rilievi dei portali successivi, corrispondenti al transetto settentrionale e meridionale, mostrano una maggiore caratterizzazione dei personaggi, scolpiti in pose più mosse e dinamiche. Le sculture di Chartres sono quasi un'enciclopedia del mondo medievale: rappresentano storie bibliche, vite di santi, scene legate ai mestieri da svolgersi nei mesi dell'anno, figure allegoriche come quelle delle arti liberali, delle virtù e dei vizi. Gli autori di questi programmi scultori restano spesso ignoti e le opere nel loro insieme sono da ascrivere al lavoro collettivo di abili maestranze più che a singoli artisti. Ma non sempre è così: sappiamo ad esempio di uno sculture fiammingo, attivo a Digione nel XV secolo, che si chiamava Claus Sluter. La sua opera più nota è un pilastro policromo in pietra conosciuto come Calvario o Pozzo di Mosè (1395-1403, Certosa di Champmol, Digione; i Calvari,

 di cui ci restano numerose testimonianze in Bretagna, erano una sorta di racconto per immagini di episodi della tradizione cattolica), raffigurante vari profeti e caratterizzato da intenso realismo. Ci è giunto anche il nome di una delle prime scultrici della storia dell'arte occidentale, Sabina von Steinbach, che nel XIII secolo lavorò come assistente del padre, l'architetto della cattedrale di Strasburgo: a lei si devono le statue che personificano la chiesa e la sinagoga, collocate vicino ai portali meridionali della cattedrale. In Germania, la scultura gotica si distinse per un'intensità emotiva quasi espressionista, come si vede nelle statue e nei rilievi della balaustrata del coro della cattedrale di Naumburg (XIII secolo). Per molti scultori gotici dell'Europa settentrionale le sacre rappresentazioni furono un'importante fonte di ispirazione.Statue-colonne, che rappresentano figure di santi, ornano il transetto nord della Cattedrale. Scolpite tra il 1132 e il 1240 in uno stile ancora legato ai modi del romanico, sono alte sculture inserite armonicamente nei pilastri, dalle forme severe, di accentuata linearità, tratteggiate con minuziosi effetti realistici.

 

Chartres00.jpg (594319 byte) Chartres01.jpg (507284 byte) Chartres02.jpg (518350 byte) Chartres04.jpg (362014 byte) Chartres05.jpg (387274 byte) Chartres06.jpg (377968 byte) Chartres07.jpg (325976 byte)