Benvenuti nel nostro sito "fatto in casa" come il nostro pane

Di seguito descriviamo in maniera sommaria il procedimento che usiamo per fare il PANE TOSCANO USANDO il LIEVITO e un po' di impasto della volta precedente  ,

NON Vogliamo Insegnare  nulla a nessuno , vogliamo trovare semplicemente la maniera di condividere le nostre esperienze e migliorarsi .

Questo il metodo collaudato che dovete seguire se siete alle prime armi , poi potrete passare al metodo con solo pasta madre , troppe sono le variabili in gioco per poter iniziare subito con la pasta madre

Si parte dalla Pasta Madre ( che si ottiene lasciando un pugno di impasto dalla volta prima e mettendolo in frigo ) con un "rinforsino" (come diceva il mitico Conte Mascetti di AMICI MIEI ) di un panetto o due di lievito di birra ,anche La Fernanda di San Sebastiano (al quale pane ci ispiriamo)  ci ha confessato che ce lo mette)  
L' amico di famiglia Fagioli ci ha insegnato a unire Pasta Madre e Lievito con il 30% di tutta la farina che vogliamo utilizzare . Nel nostro caso usiamo 8 Kg di farina tipo 0  e quindi ne preleviamo 2.4 Kg  , Mi scordavo di dire che questa operazione va fatta almeno 5/6 ore PRIMA dell'inizio vero e proprio della panificazione. 
Si scioglie il panetto di lievito di birra in un po'  acqua tiepida .
Si fa altrettanto con la pasta madre
Si aggiunge acqua e lievito alla farina impastando lentamente , ma energicamente
E si aggiunge anche la pasta madre ammorbidita con acqua tiepida continuando ad impastare
Si continua ad impastare aggiungendo acqua tiepida per favorire la lievitazione
Si continua................
Fino a quando .............
la pasta non smette di appiccicarsi alle mani
A questo punto noi diamo una stiepidita a 60C al forno elettrico per poi spengerlo , vi mettiamo il nostro impasto pasta .
Coperto con panno leggermente  inumidito con acqua tiepida
Dopo 5 ore circa , si toglie l'impasto dal forno .
Come potete notare la lievitazione spettacolare e vi garantisco PROFUMATA
Si mettono 6.5 Kg di Farina su una adeguata  spianatoia ( la mia SPETTACOLARE  me l'ha fatta il mio amico falegname Andrea) .

Importantissimo la colonna sonora adeguata , in genere io inizio alle 17:00 di giorni feriali per cui NON possiamo  fare a meno di 610 su Rai 2 e poi di Caterpillar a seguire

 

Si crea uno spazio all' interno e poi vi si scodella l'impasto lievitato.
Si inizia a impastare lentamente aggiungendo lentamente acqua tiepida .
Facendo in maniera che la farina asciutta argini l'impasto e l'acqua aggiunta , fino a quando il bordo della farina asciutta non diventa sottilissimo.
A quel punto non si aggiunge pi acqua e si crea una unica massa di impasto
Dalla quale si possono ricavare le varie coppie , noi ne facciamo alcune lunghe da 900 g da disporre nella parte pi esterna del forno (piccole cuociono meglio) poi una di 700g per il Cognato e 3 da 1.2 Kg rotonde da mettere nella parte centrale di cui una con sale , Noci e semi di Sesamo tostati da noi.

Le sistemiamo su un carrello della Foppa Pedretti coperto con dei panni di Cotone e lo mettiamo  in posto caldo senza correnti d'aria (nel nostro sottoscala)

1.2 Kg le mettiamo da parte per fare 3 teglie di pizza , un calzone alla nutella e una pagnottina salata (tutto da infornare appena tolto il fuoco dal forno per "levare il Bollore") 

E' il momento di accendere il forno con Pigne e Cassette da frutta trinciate e residui di potatura del mio Kiwi , lo scaldo lentamente , ma in maniera costante usando legna che sviluppa molta fiamma (pancali al grezzo in genere mista a piccoli ramoscelli ) .

 

ASSOLUTAMENTE da evidenziare la colonna sonora garantita da una radio portatile SONY 

Importantissimo mescolare spesso la brace in maniera di scaldare uniformemente il piano .
Fino a quando le pareti non  diventano tutte bianche .

A quel punto si toglie la brace e si da una pulita con degli stracci umidi fissati sulla punta di un manico di granata per togliere la cenere rimasta sul piano .

 
Si chiude la bocca con il coperchio e se abbiamo il Pirometro (un misuratore di  temperature che arriva oltre 500C  che cosa avete capito?) ci accertiamo che la temperatura sia compresa tra 220C  250C .

Si infornano le Teglie di pizza ecc ecc "LEVABOLLORE"

e quando sono cotte dopo una decina di minuti si tolgono e la temperatura dovrebbe essere sui 220C (OTTIMALE).

Si pu tirare fuori il carrello con il pane da infornare.
Le Coppie come potete vedere sono lievitate e pronte per essere infornate

Appena appoggiate sulla pala gli diamo una strizzatina in maniera che la parte inferiore venga un po' rugosa per facilitarne la cottura della base e per aiutarne la lievitazione verso l'alto.  

Si riempie il forno distribuendo quelle allungate e pi piccole a semicerchio nella parte esterna (quella che si scalda meno) e quelle tonde pi grosse nella parte centrale
Dopo un' oretta si controlla il risultato capovolgendo le coppie e "bussandone" il fondo con una nocca come si busserebbe ad una porta per accertarsi che siano cotte bene
Quelle che non suonano bene , si lasciano una quarantina di minuti in  forno a pancia rivolta verso l'alto in maniera che perfezionino la cottura .
Si possono sfornare e mettere a raffreddare su delle griglie coprendole con dei panni di cotone.
 

Per conservarle affettiamo le coppie e le mettiamo nel congelatore in due sacchetti  di carta dentro e di plastica esternamente e consumiamo il pane togliendolo dal congelatore la sera prima .